bg header

Tinta per capelli: i rimedi in caso di allergie

Tinta per capelli

Tinta per capelli: una soluzione di bellezza apprezzata da sempre

La tinta per capelli è una soluzione di bellezza apprezzata fin dalla notte dei tempi. Gli uomini, infatti, si tingono i capelli sia per coprire quelli bianchi, sia per modificare il colore naturale .

Dal 1883, anno di produzione del primo colorante chimico, ne è passata di acqua sotto i ponti e si sono susseguiti numerosi coloranti sintetici.

La PPD (parafenilendiamina) rimane comunque uno dei coloranti intermedi più apprezzati, in quanto aiuta tantissimo a donare vivacità ai capelli.

Si tratta anche di una sostanza che causa tantissime reazioni cutanee sia immediate sia ritardate. Conoscerle è fondamentale se si ha intenzione di affrontarle al meglio.

Tinta per capelli: impariamo a conoscere le reazioni allergiche

 Allergia alla tinta per capelli cosa fare?. Le reazioni allergiche alla tinta per capelli sono tra le più varie. Si passa dall’irritazione al cuoio capelluto nei casi meno gravi fino alle situazioni più serie, che si contraddistinguono per l’insorgenza di edemi al volto o alle palpebre.

In casi estremi si può arrivare ad asma e fenomeni di anafilassi. In caso di sintomi gravi è necessario rivolgersi al più presto al proprio medico, l’unico in grado di fornire indicazioni valide e un rimedio.

Nelle situazioni meno serie si può intervenire con rimedi naturali molto efficaci come la peonia. Questa pianta, per via dei suoi principi attivi, è in grado di lenire il prurito dopo tintura capelli nelle situazioni in cui è insorta una reazione allergica dovuta a una tintura per capelli.

La natura offre davvero tante soluzioni quando si tratta di rimediare alle reazioni allergiche successive all’applicazione di una tintura per capelli! Tra le soluzioni al proposito è possibile ricordare anche l’aloe vera, celebre per le sue straordinarie proprietà lenitive.

tinta per capelli

Nel novero dei rimedi naturali contro le reazioni allergiche tintura capelli è possibile ricordare anche l’aceto di mele, in grado di attenuare il prurito già dalla prima applicazione.

Cosa dovete fare? Prendere un pettine, immergerlo in una soluzione a base di aceto di mele e cominciare a pettinarvi i capelli. Vi accorgerete subito del sollievo che questi rimedi naturali riescono a dare quando si tratta di far fronte alle reazioni allergiche causate dall’applicazione di una tintura per capelli.

I rimedi in caso di allergie o irritazioni

La soluzione ideale sarebbe quella di utilizzare una tinta priva di sostanze dannose e sono poche quelle non le contengono . Il componente, che nella maggioranza dei casi crea dei problemi di allergia è la para-fenilendiammina (PPD) che non dovrebbe superare il 6 % del prodotto secondo la legge.

Nella stragrande maggioranza delle tinte che si trovano sul mercato contengono sostanze nocive per tutti ma in particolari a chi ha problemi di allergia al nichel: ammoniaca, metalli e nichel, parabeni, siliconi, formaldeide.

Una cosa è certa:  non esistono tinte completamente prive di nichel e alcune tracce sia nei nei cosmetici che nelle tinta in minima parte è ammessa dalla legge. Per il processo di lavorazione le tracce di questo metallo  sono inevitabili. La tinta per capelli senza ammoniaca è una tipologia di colorazione per capelli più delicata rispetto a quella tradizionale ma più salutare per i tuoi capelli.

Qui un breve elenco delle tinte senza ammoniaca.

  • Garnier – Colorazione Permanente Senza Ammoniaca.
  • L’Oréal Paris – Casting Crème Gloss.
  • Vera Color – Colorazione Professionale Permanente.
  • Garnier Herbalia – Colorazione Permanente 100% Vegetale.
  • Natural Color – Specchiasol Homocrin.
  • Biokap – Kit Nutricolor Rapido.
  • Bionike – Shine On Fast.

Le tinte senza ammoniaca sono più delicate, più sicure, colorano il capello rendendolo più sano e brillante grazie all’importante componente di vitamine e oli nutrienti e idratanti al loro interno.

Con dei prodotti adeguati si può risolvere il problema

La frequenza ideale tra una tinta e l’altra deve essere di almeno 40 giorni per permettere al capello di rigenerarsi e riprendersi dal trattamento. Copre il 100% dei capelli bianchi e l’effetto è uguale a quello garantito da una comune colorazione permanente.  Per valutare la tollerabilità cutanea. Chiedete al vostro parrucchiere di effettuare un piccolo test applicando una minima quantità di crema sulla pelle.

Accertatevi sempre dei prodotti che utilizzate sia che fate la tinta dal parrucchiere o che la fate in casa. Leggete le etichette e valutate se contenenti nichel. Il mio parrucchiere utilizza la tinta per capelli all’acqua e per ora non ho più problemi.

Un prodotto Nickel Tested < 1 PPM è un prodotto in cui la presenza di nichel è sotto la soglia minima di rischio, anche per i casi più estremi di allergia. E’ possibile verificare sull’etichetta quali siano quelli che presentano al loro interno una quantità inferiore alla parte per milione (< 1PPM). Quindi leggete bene le etichette! Le testimonianze confermano che questa concentrazione sono quelle consigliate per evitare reazioni allergiche da contatto.

L’allergia è una reazione immunitaria immediata del nostro organismo, che può essere anche grave e non dipende dalla dose assunta, mentre l’intolleranza è una reazione tossica che si manifesta “per accumulazione”, ossia dipende dalle dosi di sostanza incriminata che assumiamo.

Ad oggi non esiste una cura dell’allergia al nichel. Ci sono soltanto dei farmaci in grado di alleviare i sintomi. Nella maggioranza dei casi viene tratta con dei farmaci antistaminici. Nei casi più gravi, viene somministrato un cortisonico.

Allergia al nichel o Intolleranza?

I sintomi dell’allergia al nichel sono manifestazioni molto più evidenti e dannose rispetto a chi è intollerante. Impossibile non riconoscerli. Una sostanziale differenza, infatti, tra allergie e intolleranze é proprio da rintracciare nella modalità della sintomatologia e nelle sua irruenza. Non per questo però i sintomi da intolleranza sono meno importanti o meno fastidiosi.

Anche in caso di allergia al nichel, la causa risiede nel sistema immunitario che legge come dannoso questo metallo, che in realtà è innocuo. In sua presenza, il sistema immunitario si attiva con la produzione di anticorpi e scatenando una risposta allergica.

L’ Allergia al nichel é prevalentemente un’allergia da contatto (dermatite allergica da contatto o DAC), cioè si sviluppa quando alcune parti del corpo vengono a contatto con oggetti contenenti questo metallo presente in tantissimi utensili e materiali che si utilizzano nel quotidiano. In questo caso, a volte,  basta evitare il contatto diretto con queste sostanze.

Essa è definita anche allergia da accumulo, perché nei soggetti che hanno fatto un largo uso di questo metallo, basta una piccola quantità di nichel per scatenare una reazione allergica. Non esiste una vera e propria cura dell’allergia al nichel, ma è bene limitare il più possibile il contatto con il metallo in questione e seguire i consigli degli specialisti ( allergologo e dietologo ).

L’intolleranza, invece, si manifesta dopo aver ingerito alimenti contenenti nichel. Non si manifestano nell’immediato. Questa condizione, a differenza dell’allergia, può essere temporanea e con una dieta accurata si può recuperare la tolleranza nei confronti di alcuni alimenti.

I sintomi dell’ Intolleranza al nichel sono molto simili a quelli di un soggetto allergico. Possono essere pruriti e dermatiti su tutto il corpo, asma, acufeni, stanchezza, infiammazione gengivale, nausea, mal di testa o emicrania e gonfiore addominale.

Ai fini dell’intolleranza sono utili per escludere la presenza di una risposta immunitaria (allergica), ma non sono in grado di diagnosticare a quale alimento sei intollerante. Appartengono a questa categoria i test Prist, Rast e Patch test.

Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

92 commenti su “Tinta per capelli: i rimedi in caso di allergie

  • Dom 17 Dic 2017 | Mary ha detto:

    La tinta per capelli mi ha fatto gonfiare e arrossire le labbra.

    • Dom 17 Dic 2017 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buonasera Mary deve scegliere con cura i prodotti per capelli. Fare attenzione che siano nichel tested

      • Sab 4 Nov 2023 | Sabrina ha detto:

        Ciao Tiziana, è la seconda volta che uno sciampo colorante senza ammoniaca, mi provoca una grave caduta dei capelli. Li avevo foltissimi, adesso ne sono rimasti pochi. La prima volta è stata Olia di Garnier, adesso creme gloss de L’Oreal. In entrambi i casi, la reazione si è verificata solo dopo anni di utilizzo. Sono mora naturale e dovendo coprire solo alcuni bianchi, faccio colorazioni scure. Stavolta, oltre alla caduta, ho anche prurito. Come posso arrestare la caduta? Grazie anticipate.
        Sabrina

        • Lun 6 Nov 2023 | Tiziana Colombo ha detto:

          Ciao Sabrina, mi dispiace per la tua esperienza. È fondamentale interrompere l’uso di questi prodotti e consultare un dermatologo. Potrebbe esserci un’allergia o una sensibilità sviluppata nel tempo. Il medico potrebbe suggerire trattamenti specifici e alternativi più delicati per la colorazione. Nel frattempo, utilizzare shampoo delicati e prodotti lenitivi potrebbero alleviare il prurito. Ricorda di fare sempre un test di patch prima di provare nuovi prodotti per capelli. Spero tu possa risolvere presto questo problema.

    • Ven 3 Gen 2020 | Tatiana ha detto:

      Ho provato una tinta nera,non sono mai stata allergica e invece questa volta linfonodi ingrossati e prurito i primi due giorni dopo.
      Non ho capelli bianchi quindi la facevo per sfizio.

      Mi hanno detto di provare elumen di goldwell

      Cosa ne pensa ?

      • Sab 4 Gen 2020 | Tiziana Colombo ha detto:

        Tatiana mi spiace ma non conosco questi prodotti. Se ha avuto una reazione allergica di questo tipo le consiglio di lasciar riposare la cute per qualche mese.

      • Lun 12 Dic 2022 | Paola ha detto:

        Buonasera,le chiedo un consiglio. La scorsa sett ho avuto credo almeno fosse una forte un orticaria in tutto il corpo…prurito da morire con pomfi .Mi hanno prescritto un antistaminico.Potrebbe essere collegata a una colorazione di henné castano che ho fatto però due settimane prima dell’ accaduto? ?Da premettere che è la seconda volta che faccio l hennè e la prima volta, mi si erano gonfiati i linfonodi e ho avvertito prurito solo in cute ma dopo circa tre sett mi è passato senza conseguenze. La ringrazio se mi risponde.
        Saluti

        • Lun 12 Dic 2022 | Tiziana Colombo ha detto:

          Salve Paola solitamente un’allergia alla tinta si manifesta nel giro di pochissimo tempo. Le consiglio di rivolgersi a un allergologo che le farà una diagnosi precisa con dei test.

        • Ven 8 Set 2023 | Lucia ha detto:

          Buonasera Paola, ho il tuo stesso problema mi chiedevo se hai risolto e se si come; se sei andata da uno specialista, se hai capito la causa e se ti ha dato una terapia opportuna?! Ti ringrazio perdonami per le numerose domande

    • Mer 5 Feb 2020 | Alessandra ha detto:

      Buonasera domenica mattina ho fatto una tinta e ieri non ho sentito nulla ma stasera sento un bruciore al cuoio capelluto e un senso di calore infatti se appoggio la mano dietro alla testa al centro scotta
      Cosa può essere da dire che 4 mesi fa sono stata bruciata con la decolorazione e meno male niente di grave ma un forte bruciore e mi sentito di prendere fuoco meno mal che non e andata peggio e ora questo cosa posso fare ??

      • Mer 5 Feb 2020 | Tiziana Colombo ha detto:

        Ad oggi non puo’ fare molto se non andare dal medico e farsi dare delle creme idonee a risolvere il problema. Se ha avuto un problema del genere credo che le convenga evitare tinte e decolorazioni per un bel po’ di tempo. Non è facile e ci sono passata. Ho dovuto lasciar riposare il cuoio capelluto per quasi 2 anni e ora faccio ogni tanto dei colpi di luce. Non mi fido a fare la tinta o la decolorazione.

        • Mar 4 Apr 2023 | Manuela ha detto:

          Salve, ho fatto una tinta dal parrucchiere da cui vado ormai da anni…erano 5 anni che non li toccavo anche perché li ho dovuti rasare a zero per un operazione quindi magari il mio cuoio capelluto è più sensibile non so,comunque penso sia decolorazione perché partivo da un biondo scuro per un biondo chiaro quindi penso abbia fatto la decolorazionee poi il tonalizzante.ho sempre fatto bayalage ma stavolta sono andata più verso la cute,lei dice che non l ha toccata ma io vedo il colore molto vicino alla cute e che ha utilizzato sempre lo stesso prodotto che magari è cambiato ho pensato…il giorno dopo ha cominciato a prurirmi e venirmi crosticine e il giorno dopo rossori tipo dermatite nel viso…sono preoccupata perché non so se in futuro potrò fare più tinte

           grazie

          • Mar 4 Apr 2023 | Tiziana Colombo ha detto:

            Buongiorno quando ho avuto le prime reazioni allergiche alla tinta ho dovuto smettere per un paio di anni. Avevo dovuto tagliarli cortissimi e tenerli cosi tra il grigio e il bianco per un paio di anni. Poi ho ricominciato con delle tinte senza allergeni di vario tipo e non ho più avuto problemi. Purtroppo le reazioni posso comparire all’improvviso e ci vuole tempo e pazienza perchè si possa tornare alla quasi normalità.

  • Mar 26 Giu 2018 | Monica ha detto:

    Buongiorno…. sto impazzendo…. ho fatto la tinta e dopo un giorno ho avuto prurito in testa bruciore occhi viso pelle che tira e sopra labbro…. sono allergica..? Volevo fare test ma me li fanno a settembre…

    • Mar 26 Giu 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buongiorno purtroppo è capitato anche a me e le consiglio caldamente di abbandonare le tinte. E’ proprio una reazione allergica, faccia impacchi con il ghiaccio

  • Dom 26 Ago 2018 | Franca Frau ha detto:

    Da più di un mese che ho fatto la tinta , mia ha provoCato molto prurito e delle crosticine, ma dopo un mese non tende a diminuire,ho preso una scatola di antistaminici, e shampoo neutro.
    Ma poi posso fare ancora la tinta?

    • Dom 26 Ago 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve Franca, il mio consiglio personale è quello di sospendere la tinta fino a che il cuoio capelluto non si risana. Io ho dovuto attendere 4 mesi per poter tornare a fare una tinta specifica. Puo’ chiedere al suo parrucchiere di recuperarle dei prodotti nichel tested per quando potrà riprendere a fare la tinta

      • Dom 28 Feb 2021 | Anna Cinquegrana ha detto:

        Buonasera mi sono fatta la tinta senza amoniaca e mi sono uscite le macchie rosse le costricine e mi prude cosa posso fare ?mi sto prendendo le mendelan

        • Dom 28 Feb 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

          Salve Anna vada dal suo medico e si faccia prescrivere un antistaminico per tamponare l’emergenza.

          Ci sono anche delle pomate per uso topico, da applicare sulla pelle asciutta e pulita.

          Le raccomando di smettere di usare la tinta e attenda che il cuoio cappelluto si sia risanato completamente.

          Deve optare per tinte naturali come quelle a base di henné, di camomilla o di indaco.

  • Ven 14 Set 2018 | Alessandro Galbusieri ha detto:

    B sera sono un parrucchiere sto soffrendo di una forte dermatite ma contatto mi si confiano le dita e si spaccano un po a sangue e mi esce il pus per nn abbandonare il mio lavoro che io lo amo ce qualche rimedio??

    • Ven 14 Set 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve se ha questo problema le consiglio l’utilizzo di guanti protettivi. Una volta che la dermatite è presente non si può fare altro che cercare di limitare i sintomi, in genere con creme al cortisone.

      Le consiglio di rivolgersi a un buon allergologo

      • Mar 22 Nov 2022 | Sabrina ha detto:

        Ciao vorrei sapere una cosa per chi è allergica alla tintura può comprarsi delle parrucche tinte ?

        • Mer 23 Nov 2022 | Tiziana Colombo ha detto:

          Bella domanda! Credo di si facendo attenzione alla provenienza e ai materiali utilizzati

  • Lun 24 Set 2018 | Nelly ha detto:

    Salve, secondo giorno dopo la tinta dei capelli, sulle braccia dal gomito in giù sono apparsi le macchie rosse che brucino. E passato più di un mese, ma la situazione è la stessa. Due macchie grandi che sembrano le scottature non passano. Come far passare questi rossori?
    Uso da tanto tempo ,, Garnier,, e da 5 anni circa che ho notato una intensa caduta dei capelli. Ho cercato i motivi, ho provato di usare diversi rimedi, ma non ho mai pensato, che la causa poteva essere questa. C’è qualcosa per disintossicare l’organismo ? Grazie.

    • Lun 24 Set 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve, io ci ho messo mesi a far andare via macchie e nero!

    • Lun 24 Set 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve, io ci ho messo mesi a far andare via macchie e nero!

  • Mar 30 Ott 2018 | wafaa ha detto:

    Salve sono allergia al colore perché una volta ho fatto una tinta e mi si sono gonfiati gli occhi e lato della faccia e molto prurito in testa , secondo lei posso fare la tinta senza toccare cuoio capelluto? Grazie mille per la risposta

    • Mar 30 Ott 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve, io le consiglio di lasciar perdere le tinte con il problema avuto. Al limite puo’ provare con le meches ma deve avvisare il suo parrucchiere di stare staccato dalla base

  • Mer 28 Nov 2018 | Pamela ha detto:

    Salve, io ogmi volta che faccio tinte dopo 3 giorni mi desquama fortr la cute ! A QUale componente potrei essere allergica? Grazie in anticipo

    • Gio 29 Nov 2018 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buongiorno, i componenti che puo’ trovare nelle tinte sono variabili. Dipende dalla marca che utilizza. Certo è che se si desquama la pelle le consiglio vivamente di cambiarla la sua tinta perchè sicuramente contiene qualcosa che non va certo bene per il suo cuoio capelluto.

      Componenti di una tinta

      La crema è solitamente costituita da un’emulsione con una componente olio e una componente acqua. Due sono le emulsioni più frequentemente utilizzate nei prodotti coloranti per capelli, per esempio, un’emulsione olio in acqua con la componente acqua nella fase esterna e un’emulsione acqua in olio con la componente olio nella fase esterna.

      Sono ingredienti tipici della crema base gli alcoli grassi, gli agenti emulsionanti e i tensioattivi.

      I alcuni casi, per una colorazione permanente, è possibile usare anche una formula in gel.

      I precursori del colore sono piccole molecole non colorate che possono penetrare nei capelli per formare molecole di colore più grandi. Vi è una distinzione tra il precursore di sviluppo e il precursore di modifica: i primi si chiamano anche para-componenti, mentre i secondi sono noti anche con il nome di metacomponenti.

      Alcuni esempi di precursori del colore sono: para-toluylenediamenesulphate, resorcinol e meta-aminophenol.

      Pigmenti

      I pigmenti sono molecole di colore presviluppate che vengono solitamente utilizzate nelle colorazioni semi-permanenti e in alcune colorazioni permanenti per donare un riflesso vivace.

      Agenti Alcalinizzanti

      Sono responsabili dell’apertura dello strato della cuticola in modo che gli ingredienti attivi come i precursori del colore possano penetrare nei capelli. Una seconda funzione dell’agente alcalinizzante è accelerare la reazione ossidante tra i precursori del colore e il perossido di idrogeno. L’agente alcalinizzante più frequentemente usato è l’ammoniaca.

      Agenti Trattanti

      L’integrazione di ingredienti trattanti all’interno di una colorazione permanente con valore pH elevato può risultare difficile. Ciò è dovuto al fatto che la maggior parte degli ingredienti trattanti non è attiva in questo valore pH. Ciononostante, alcune sostanze polimeriche o ingredienti trattanti derivati dal silicone possono essere integrati con successo nelle formulazioni colore.

      Antiossidanti

      Gli antiossidanti servono a prevenire la pre-ossidazione dei precursori colore durante il periodo di stoccaggio del prodotto. I principali riducenti sono: Sodium sulfite, Sodiumdithionate. Anche la Vitamina C (acido ascorbico) agisce come antiossidante.

      Agenti Complessi

      Questi ingredienti “avvolgono” le potenziali impurità metalliche all’interno della crema, impedendo reazioni indesiderate con il perossido di idrogeno.

      Profumo

      Il profumo viene aggiunto per mascherare lo gradevole odore dell’ammoniaca.

  • Ven 8 Feb 2019 | Manuela ha detto:

    Salve io sono allergica alle tinte per capelli, anni fa sono finita in ospedale per una reazione dopo tinta nera. Gonfiore viso cute e liquido trasparente che usciva dalla cute. Mai più fatto tinte ma su consiglio di un’allergologa ho iniziato a usare henne. Per anni ho utilizzato quello di planta medica poi è andato fuori produzione e ho iniziato ad usare erbamea tonalità 3 rosso rinforzato mogano. Da più di un mese a questa parte ho parecchio prurito alla cute cosa può essere? Stasera ho provato il naturale di erbamea ma non copre i bianchi. Lei quale alternativa ha trovato? Grazie

    • Lun 11 Feb 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve io sto testando Henna di Botanea e la faccio dal parrucchiere. La formula di Botanea, oltre ad essere nutriente grazie alla presenza di olio di cocco, promette una totale copertura dei capelli bianchi, dove altre tinture per capelli naturali offrono in genere una copertura del 30-40%.

  • Ven 1 Mar 2019 | Maria ha detto:

    Salve io ho fatto la tinta deu giorni fa adesso ho gonfiore al cuoio capelluto e prurito ..sono andata in farmacia e mi hanno dato un anti staminico ribes xke ho partorito da poco ..oggi ho cominciato a prenderlo ma nn vedo sollievo ..secondo lei peggiorero o devo aspettare che faccia effetto

    • Sab 2 Mar 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      salve con l’antistaminico dovrebbe risolversi brevemente. Le consiglio di andare da un allergologo. La farmacia puo’ consigliare un rimedio palliativo

  • Sab 2 Mar 2019 | Jessica ha detto:

    Salve ho provato molte tinte ma mi fanno sempre allergia puls all’orecchio quoio capelluto gonfio ke mi brucia e ke mi prude da morire prendo antistaminico e bendelan per alleviare il un Po c’è qualche tinta ke non fa questi danni?grazie in anticipo

    • Sab 2 Mar 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Jessica io ho dovuto tenere i capelli bianchi per un bel po’ di tempo per lasciar guarire perfettamente la cute. Insistere con le tinte se ha questi disturbi non credo che sia il caso. Io sto testando Henna di Botanea e la faccio dal parrucchiere. La formula di Botanea, oltre ad essere nutriente grazie alla presenza di olio di cocco, promette una totale copertura dei capelli bianchi, dove altre tinture per capelli naturali offrono in genere una copertura del 30-40%.

      • Gio 5 Set 2019 | Mariana ha detto:

        BUonasera,anche io sono alirgica la tintura.Stesa problema ce ho anche io.Mi potete dire dove poso trovare questa Henna di Botanea.???grazie.

        • Ven 6 Set 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

          Salve Mariana lo trova in Negozi di Profumeria e Erboristeria qualificati.

  • Gio 14 Mar 2019 | Mena ha detto:

    Problemi causa tintura cambiatp tintura e shampoo risultato inizialmente prurito ridotto poi di nuovo tutto come prima…..anche ssempilice shampoo Bionike dopo 2 giorni purito cute e dietro orecchie come risolvere grazie?

    • Gio 14 Mar 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Io ho dovuto lasciare i capelli bianchi e cortissimi per due anni per risanare la cute. E poi ripartire con prodotti nichel tested e naturali, Ne perdevo a ciocche e ora non più

  • Ven 5 Apr 2019 | Alessandra ha detto:

    Buona sera,
    Ho fatto la tinta di e stranamente, cosa che non mi era mai successa, durante il lavaggio del dopo tintura ho sentito un forte dolore al collo. Tanto che il parrucchiere notando il mio disagio mi ha messo una specie di cuscino attorno al collo come supporto.. Ma uscita dal negozio il male è aumentato. Dal giorno dopo avevo le ghiandole a destra del collo infiammate. Ma essendo un sintomo atipico ho pensato ad uno strappo o ad un influenza in arrivo e quindi non ci ho dato importanza. Ma dopo 2 giorni faticavo a muovere il collo dal male e non era torcicollo. Alché mi sono decisa ad andare dal medico che mi ha confermato essere uno sfogo allergico alla tintura. Quindi via di antibiotico e cortisone.. Ho voluto condividere con voi questa mia esperienza perché comunemente ho letto ( nei casi meno gravi) che si manifestano generalmente macchie, prurito o gonfiori in viso.. Ebbene ho imparato che anche le ghiandole del collo comunicano questo tipo di problema… Grazie

    • Sab 6 Apr 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Alessandra è un segnale importante! Grazie per averlo condiviso con noi.

      • Sab 20 Mar 2021 | Menotta Zoila Mercedes ha detto:

        Buona sera Tiziana. Ieri sera ho fatto decolorante… Dopo 10 minuti il mio corpo e diventato tutto rosso, sentivo le mie labbra gonfie… Ho chiamato la guardia medica, sono andata al Ospedale…. Dopo 5 ore sono tornata a casa… La mia domanda è…. Sa un antistaminico da prendere prima de la tinta? Grazie…. Scusa il mio Italiano 🤦

        • Dom 21 Mar 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

          Salve io le consiglio di non utilizzare le tinte viste le reazioni che le danno. Non consiglio nessun antistaminico

          • Mar 5 Ott 2021 | Grazia Gregorini ha detto:

            Salve Tiziana. Ho cambiato parrucchiere e fatto la tinta ricrescita. Da subito ho accusato un forte prurito al cuoii capelluto. Di conseguenza anche i giorni successivi ho avuto prurito costante che poi si è esteso anche al corpo soprattutto collo schiena e addome ma senza manifestazioni cutanee. Il prurito è andato aumentando ed è costante. Le creme non mi alleviano e ora da ieri sto assumendo un antistamico. Ci vorrà tempo prima che faccia effetto? Devo prenderlo per 12 gg.
            Grazie in anticipo per la risposta.
            Cordiali saluti.

          • Mar 5 Ott 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

            Grazia buongiorno purtroppo quando si scatena una reazione di questo tipo ci vuole tempo per tornare alla normalità. Deve chiedere al suo parrucchiere di procurare prodotti garantiti nichel tested se vuole tornare a fare la tinta senza avere problemi.

    • Mar 2 Feb 2021 | Antonella ha detto:

      Buongiorno, purtroppo anch’io con la tinta Garnier ho avuto problemi, si sono ingrossati linfonodo collo e dopo 10 gg eritema su tutto il corpo.

      • Mer 3 Feb 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

        Antonella purtroppo capita sempre più spesso che certe marche procurino reazioni indesiderate

  • Ven 26 Apr 2019 | valenti a ha detto:

    buongiorno, io da anni faccio la tinta, ho provato di tutto. Avendo poi la psoriasi sul cuoio capelluto.. altri la chiamano dermatite… ho sempre avuto problemi, con la tinta revlon ho avuto prurito, orecchie gonfie e rosse. Ieri ho provato una altra tinta. Non ho avuto problemi di prurito o gonfiori. Ma verso sera mi sono ritrovata i capelli tutti attaccati e toccando la cute era bagnata e con crosticine. Il liquido o l acqua, non so km definirla era appiccicoso. È una reazione allergica nonostante sulla cute sia stata applicata il tee tree come copertura?

    • Lun 29 Apr 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve le ha dato comunque una relazione diversa dal prurito ma è pur sempre un segnale che indica che il suo organismo non la tollera

    • Sab 11 Mag 2019 | Silvia ha detto:

      Salve io non ho mai sofferto di allergie per la tinta , ma da unanno ne soffro sn stata dal dermatologo mi ha consigliato bioniche lo provata non mi ha fatto allergie ma dopo tre schampo andava via a distanza di mesi ho provato loreal ipoalergenica ma sto avendo un sacco di problemi dice irritata fuoriesce un liquido trasparente orecchio destro gonfio e fuoriesce lo stesso liquido sto prendendo gli antistaminici ma non fanno niente picchio destro rosso e la mano destra sulle dita tt bollicine e esce sempre lo stesso liquido non so più che cosa fare

      • Sab 11 Mag 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

        Salve provi la linea Botanea

  • Dom 30 Giu 2019 | Stefano ha detto:

    Salve io utilizzo tinture da anni senza ammoniaca e l ultima volta mi sono trovato volto e collo bordeaux poi ho preso l antistaminico ed ho risolto…. Cosa posso utilizzare di alternativo? O devo sospendere ogni tipo di tinta?

    • Dom 30 Giu 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Stefano probabile che la sua pelle è satura e si ribella. E’ capitato a me in prima persona. Ho lasciato riposare la pelle per circa 6 mesi e ora sono tornata a delle tinte naturali senza problemi. Puo’ usare delle tinte anallergiche che esistono sul mercato

      • Lun 1 Lug 2019 | Stefano Montermini ha detto:

        Qualche consiglio come tinta?

        • Mer 3 Lug 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

          Stefano io mi trovo bene con Botamea ma sul mercato ci sono molte tinte dedicate a chi ha problemi di allergie o intolleranze

  • Ven 5 Lug 2019 | Gianmarco Sposetti ha detto:

    Ciao.,io ieri mi ho fatto la tinta bionda e la mattina seguente mi è nata una chiazza rossa sul cuoio capelluto,cosa devi fare ?

    • Sab 6 Lug 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Gianmarco probabile che la sua pelle è satura e si ribella. Puo’ usare delle tinte anallergiche che esistono sul mercato

  • Gio 11 Lug 2019 | Cecilia ha detto:

    Buongiorno dopo di avere preso dei antibiotici ,diclofenac e senza sapere ho fatto anche la tinta, ho il cuoio capelluto irritato ,e perdo i capelli ,che posso fare ?? Grazie.

    • Gio 11 Lug 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve Cecilia le consiglio di rivolgersi a un buon allergologo e capire la causa scatenante per capire se è stato l’antibiotico piuttosto che la tinta.

  • Mar 23 Lug 2019 | Valeria ha detto:

    Salve domenica pomeriggio ho fatto colore in testa lunedì verso le 13.00 non riuscivo a respirare naso gonfio e visoo . Come posso curare

    • Mar 23 Lug 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Deve rivolgersi al suo medico o ad un allergologo che le da un antistaminico.Non utilizzi la tinta in questione la prossima volta ma cerchi qualcosa nichel tested

  • Mer 28 Ago 2019 | Maicol ha detto:

    Ho fatto la tinta alla barba, e dopo un tot di ore, mi si è arrossata tutta la parte dove ho steso la tinta, non riesco a togliere il rossore, non farò più tinte, vorrei sapere solo come togliere il rossore al più presto possibile, sto provando con creme al cortisone, ma niente non va via, come faccio ?

    • Gio 29 Ago 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Maicol io quando ho questo tipo di problema utilizzo Polidal ed è efficace.Le conviene, pero’, rivolgersi al suo medico che sicuramente le darà qualcosa di adeguato.

  • Sab 21 Set 2019 | Elena ha detto:

    Salve! Anche io ho avuto gravi problemi con le tinte. La prima volta dopo un mese forte prurito dietro le orecchie e relativo gonfiore. La seconda volta dopo due ore sono andata al pronto soccorso con la faccia gonfia e deformata. Il giorno dopo mi hanno fatto disintossicazione con flebo. Da allora ho sempre fatto meches e ogni tanto decolorazione anche totale, che non mi provoca nessuna reazione allergica, ma mi ha
    distrutto i capelli.
    Continuo da anni a testare prodotti (una piccola goccia nel polso interno), ma non ho mai trovato nulla che non mi facesse reazione allergica. Adesso mi stanno crescendo numerosi capelli bianchi , e mi ritrovo con una ricrescita scuro-grigia e il resto biondissimi e molto sfibrati . Non so più cosa fare….

    • Dom 22 Set 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve Elena io ho fatto due anni senza fare trattamente perchè il mio cuoio capelluto non ne poteva piu. Poi ho ripreso con delle tinte nichel tested o tinte naturali. Sono quasi totalmente bianca

  • Ven 13 Nov 2020 | Flo ha detto:

    Ho fatto una tinta decolorante l ore al e distanza.di quasi 1 mese ho il cuoio in fiamme soprattutto quando i capelli sono sporchi e in testa ho brufoli e comedoni idem in faccia quando io nn avevo acne da.anni avendo 38 anni.
    Credo sia.allergia con un.anitistaminico può passare? Ora.siccome.il.colore avuto nn era quello sperato presumo che per un bel.po di tempo dovrò tenere la cute a riposo…tagliarli corti corti potrebbe aiutare???

    • Mar 24 Nov 2020 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve io ho dovuto fare un anno o forse più senza fare tinte o meches dopo il primo attacco e alla fine ho dovuto tagliarli molto molto corti per la ricrescita bianca che era impossibile da guardare. Mi ero presa una parrucca

      Ora che ho quasi risolto il problema ogni due mesi faccio le meches bionde. TUtto puo’ influire: quello che mangia, i medicinali e tanto altro

  • Sab 21 Nov 2020 | ILARIA ha detto:

    Buonasera sono fortemente allergica al nichel esiste qualche colore che vada bene x fare le meches e non interamente su tutta la cute ?
    Grazie
    Ilaria

    • Lun 23 Nov 2020 | Tiziana Colombo ha detto:

      Ilaria esistono prodotti per fare quello che ha in mente. Se legge sotto tutti i commenti trova i miei consigli

  • Lun 26 Apr 2021 | monica dogati ha detto:

    Salve, mi faccio la tinta da sola da 30 anni circa, mai avuto problemi. Quattro gg fa ho applicato una tinta che nn onocevo, tra l’altro più cara. Dopo un paio gi gg ho incominciato ad avere rossori, gonfiamento e molto prurito sul corpo intero.Prima ho usato il Fenergan, solo 2 gg di sollievo. Ora il medico mi consiglia di ‘togliere il colore’ . Domada: ma nn è rischioso aggiungere un’altro prodotto chimico durante un quadro di allergia ?

    • Lun 26 Apr 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Monica è capitato anche a me qualche anno fa. Ho provato a togliere il colore ma alla fine li ho dovuti tagliare tutti perchè ho peggiorato la situazione

      Non glielo consiglio. Prenda gli antistaminici che le ha dato il medico e lasci in pace il cuoio cappelluto per un po’. Io sono stata 2 anni senza tinta

      Mi tenga informata

  • Dom 30 Mag 2021 | Gabriela ha detto:

    Salve premetto che ho sempre fatto le tinture fai da te.non mi hanno mai fatto fastidio.ma da tre mesi che le faccio inizia questo prurito alla testa dietro le orecchie nel collo.ho provato senza ammoniaca ma niente.cosa mi consiglia la ringrazio.

    • Dom 30 Mag 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buonasera Gabriela probabile che cominci una reazione che se prosegue le darà sempre più fastidio. Le consiglio di smettere ogni trattamento per qualche mese e lasciar riposare la cute.

  • Dom 24 Ott 2021 | Laura ha detto:

    Salve mia madre da 1 anno a questa parte ha forti reazioni allergiche ogni volta che fa la tinta, non è risultata allergica al nickel ha fatto tutti i test del caso ma nulla…inoltre da qualche mese a questa parte sta perdendo un sacco di capelli sembra quasi avere alopecia…le due cose possono essere correlate? Che cosa può consigliarci? Ovviamente lei nn vorrebbe rimanere bianca a 65 anni…

    • Mar 26 Ott 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Laura se ha reazioni allergiche ogni volta che fa la tinta le consiglio di chiedere al suo parrucchiere di prendere tinte nichel tested. Ci sono varie marche. Per l’alopecia non so cosa risponderle. Ho sentito di alcuni casi di Alopecia areata e cicatriziale legati al glutine ma non so darle molte informazioni a riguardo.

  • Gio 18 Nov 2021 | Maria Pia ha detto:

    Buongiorno, sono disperata, provo e riprovo tinte che non abbiamo fenilendiamina e diamina ma inutile. L’ultima tinta l’ho fatta in casa. Ho comperato Aveda tinta naturale e con poca diamina . Poi sono andata dal parrucchiere a fare colpi di sole e un tonalizzante. Mi era stato assicurato che il tonalizzante non era una tinta. Risultato : viso gonfio che sembro una palla . Sono passati tre giorni . Prendo cortisone e antistaminico . Non riesco a rassegnarmi a rimanere grigia. Tempo addietro ho provato tinte all’acqua. Devo dire che non erano malvagie ma come al solito quando ti trovi bene con un prodotto lo tirano via e tu devi ricominciare a trovare una soluzione diversa. Ho provato Bionike su consiglio della dermatologa ma nulla. L’unica che non mi dava fastidio era il biondo cenere. Naturalmente non c’è più in commercio. Ho base castana e colpi di sole buondì. Mi dia un consiglio grazie Maria Pia

    • Gio 18 Nov 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Maria Pia e triste da dire ma purtroppo ci si deve rassegnare. Io ho dovuto tenere i capelli grigi per due anni proprio per far riposare la cute. A distanza di due anni ho ricominciato con tinte all’acqua e colpi di sole ogni due mesi circa e non mi accade più nulla.

  • Mer 12 Gen 2022 | Eleonora ha detto:

    Salve ho fatto una tinta non permanente e il giorno dopo ho iniziato ad avere delle chiazze rosse dietro il collo e sulle orecchio e prurito anche sulla cute, gonfiore al viso (fronte, palpebre e lato del viso) cosa posso fare?

    • Mer 12 Gen 2022 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve Eleonora le consiglio di rivolgersi prima possibile a un buon dermatologo che le darà dei medicamente appropriati. Per il futuro le consiglio di utilizzare prodotti nichel tested e se può lasci riposare un po’ la cute prima di fare un’altra tinta

      • Dom 3 Lug 2022 | Isabella ha detto:

        Salve signora Tiziana,io ho iniziato a fare tinte a 30 anni,da quando hanno cominciato i capelli bianchi,andava tutto bene,adesso ho 54 anni è ho tutta in tutta la radice tutti capelli bianchi,andavo a fare la ricrescita sempre al parrucchiere,ma è da un anno a questa parte che appena mettono il colore ho un prurito fortissimo,la notte mi sembra di impazzire per il prurito,e mi stanno cadendo tantissimi capelli,ho iniziato a prendere delle gommine a forma di caramelle con biotina e tanti altri ingriedienti per la caduta dei capelli,dopo 3 mesi si era fermata la caduta,ma dopo l’ultima tinta fatta dal parrucchiere ,ho provato diversi parrucchieri per capire se era la tinta a farmi questo tremendo prurito,e come le stavo dicendo dopo l’ultima tinta che mi hanno fatto ,un prurito che mi sembrava di impazzire su tutta la cute anche dietro naturalmente,perche i capelli bianchi sono tutti pieni su tutta la cute,l’ultima lo fatta il 30 di maggio 2022,ma i capelli continuano a cadere,solo che io non riesco a vedermi con questi capelli bianchi,e non so cosa fare,anche perchè ho i capelli lunghi sotto le spalle,e dove sono bianchi sembra che mi mancano i capelli.gentilmente mi potrebbe aiutare a trovare un’altra alternativa per coprire i capelli bianchi?grazie di cuore se mi risponderà,cordiali saluti isabella

        • Dom 3 Lug 2022 | Tiziana Colombo ha detto:

          Buongiorno capita spesso che si manifestino reazioni allergiche come irritazioni, macchie rosse, prurito, crosticine dopo aver effettuato la tinta o comunque nei giorni immediatamente successivi. All’inizio può comparire qualche sintomo ma poi, a lungo andare, se si fa con costanza una tinta, questi sintomi possono peggiorare. La colpa potrebbe essere la parafenildiamina o alle profumazioni contenute nelle tinte.

          Le consiglio di fare un test sulla cute per capire effettivamente qual è la componente che crea disagio e fastidio. Può cercare prodotti naturali e vegetali. IPosso consigliarle la marca Khadi che a colorare e a coprire i capelli bianchi, rafforzano anche la struttura del capello. Non sono presenti parabeni, additivi chimici o qualsiasi altro prodotto chimico.

    • Mar 3 Mag 2022 | antonella pagana ha detto:

      buongiorno a tutti,sabato ho fatto una tinta colore viola
      la sera ho iniziato a sentire calore all’orecchio e dietro il collo.
      la domenica stessa cosa ma verso la sera ho iniziato a sentire il mio volto gonfiarsi soprattutto la palpebra sinistra.
      la mattina mi sveglio con l’occhio chiuso e volo dalla dottoressa che mi prescrive un antistaminico e il cortisone
      pomeriggio decido di recarmi all’ospedale,ho 19 anni e mi sono fatta prendere dall’ansia dopo un attesa infinita mi hanno visitato fatto una flebo di cortisone e una di fisiologica,e mi ha hanno prescritto da prendere l’antistaminico e il cortisone per due giorni(oggi domani)e di bere molto.
      Volevo sapere se a qualcuno è successo come me,per quanto tempo è durato?e cosa devo fare nel frattempo oltre al cortisone e agli antistaminici per sgonfiarmi?

      • Mar 3 Mag 2022 | Tiziana Colombo ha detto:

        Antonella le ho già risposto su Instagram e spero che si risolva tutto al meglio. Se fossi in lei ci penserei due volte a rifare tinte a breve

  • Dom 22 Mag 2022 | Vania ha detto:

    Buonasera, sono in gravidanza al 5’ mese e i capelli bianchi purtroppo ci sono. Ho acquistato la tinta “Euphidra COLORPRO XD Con acido jaluronico” ovviamente prima di utilizzarla la sto testando all’interno del gomito anche se è senza ammoniaca, senza para-fenilendiammina ,senza resorcina, senza parabeni. È anche testata per nichel e metalli pesanti. Sono sicura che non avrò problemi con questa tinta. Ne hai mai sentito parlare? Bene o male che sia.
    Grazie buonaserata

    • Lun 23 Mag 2022 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buongiorno Vania onestamente non la conosco ma se ha avuto modo di testarla non dovrebbe avrebbe problemi di sorta. Mi faccia sapere

  • Sab 17 Dic 2022 | Italian Mood Erboristeria Online ha detto:

    Ciao, grazie infinite per il tuo post.
    Sono molto interessato di queste tematiche
    Puoi approfondire l’argomento sul mio sito online
    Ti sarei riconoscente se vorrai condividere
    i miei consigli

  • Sab 4 Mar 2023 | Giovanna ha detto:

    Buongiorno, sono allergica alla P-Fenilendamina
    e il mio parrucchiere non riesce a trovare in commercio un colorante che non contenga quella sostanza.
    I capelli sono sfibrati !
    Lei mi può aiutare ? Esiste un colorante castano scuro coprente e senza sostanze chimiche?
    Grazie

    • Sab 4 Mar 2023 | Tiziana Colombo ha detto:

      La ZETA FARMACEUTICI SpA produce queste tinte senza P-Fenilendamina. Il telefono è +39 0444 461911 e sono di Sandrigo (VI)

  • Gio 9 Nov 2023 | manuela ha detto:

    Salve a marzo ho fatto i colpi di sole dopo 4 anni o forse più perché mi hanno rasata per un’operazione che poi non è andata a buon fine quindi immaginate…insomma dopo essere tornata per tutti questi anni ai colpi di sole ho riscontrato una forte allergia.qualche settimana fa ho fatto i patch test e sono allergica alla p-fenilendiammina.mi hanno detto che non potrò più fare i colpi di sole è vero?non riesco proprio a pensarci non ho mai avuto problemi…so che ci sono tinte oggi che potrebbero andare bene ma il biondo no😭 può servire prendere un’antistaminico prima?grazie

    • Lun 13 Nov 2023 | Tiziana Colombo ha detto:

      Salve Manuela, comprendendo la tua preoccupazione riguardo l’allergia alla p-fenilendiammina, un comune ingrediente nelle tinte per capelli. È importante sapere che i colpi di sole tradizionali spesso includono sostanze chimiche che possono causare reazioni allergiche, soprattutto se si è allergici alla p-fenilendiammina.

      Se hai avuto una reazione allergica, è consigliabile evitare prodotti che contengano questo ingrediente. Fortunatamente, esistono alternative più sicure sul mercato, come tinte senza ammoniaca o tinte naturali. Tuttavia, queste potrebbero non offrire lo stesso effetto biondo dei colpi di sole tradizionali.

      Prendere un antistaminico prima del trattamento potrebbe ridurre i sintomi allergici, ma non eliminare il rischio di reazione. È sempre meglio consultare un dermatologo o un allergologo prima di procedere con qualsiasi trattamento capillare, specialmente se si è già sperimentato una reazione allergica.

      Infine, esplora alternative come shatush o balayage, che potrebbero essere meno aggressivi e più adatte alla tua situazione. Parla con il tuo parrucchiere per trovare la soluzione migliore per te.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Biancheria intima

Allergia nella biancheria intima, attenti alle intolleranze

I tre rischi che provengono dalla biancheria intima Di norma non si pensa che la biancheria intima possa rappresentare un rischio per la pelle e, in generale, per le proprie condizioni di salute....

rasatura della barba senza irritazioni

Rasatura e allergia al nichel, evitiamo le irritazioni

Cos’è l’allergia al nichel? L’allergia al nichel è una delle allergie più frequenti e allo stesso tempo difficili da diagnosticare. Infatti provoca sintomi aspecifici, associati spesso a...

come proteggere la pelle

Come proteggere la pelle in caso di intolleranze...

Intolleranze e allergie: un rischio per la pelle Intolleranze o allergie? Ecco come proteggere la pelle. Se soffri di intolleranze e allergie, avrai sicuramente già sperimentato gli effetti che...

logo_print