bg header

Drink per l’estate: granita al tè matcha e mela verde

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

granita al te matcha

Granita al tè matcha: una bevanda rinfrescante e salutare

Oggi presentiamo la granita al tè matcha e mela verde. Con l’estate e il grande caldo aumenta inevitabilmente la sete ed il bisogno di reidratarci. Gelati, energy drink, succhi di frutta, limonate, latte di mandorla, menta, cosa preferite solitamente da bere? Oggi vi diamo un’idea che rivoluzionerà le vostre abitudini estive, una ricetta che vi restituirà energie e freschezza.

Il trucco perfetto per reagire alla spossatezza estiva è questa nostra granita al tè matcha ed alla mela verde. Gli ingredienti base di questa granita, semplici ed essenziali, sono decisivi per le sue caratteristiche nutrizionali e rendono questa bevanda perfetta per recuperare le energie. Questa granita può essere servita come fresca bevanda da consumare a metà pomeriggio, oppure, perché no, a fine pasto, in quanto l’aspro leggero della mela è l’ideale per lavare il palato dopo la cena.

Un concentrato di antiossidanti

Il tè Matcha o Matcha tea è il tè del momento, non solo in Italia ma in tutto il mondo. Originario del Giappone, è un tè pregiatissimo dal colore verde brillante, tanto che storicamente era riservato solo ai Samurai e alla famiglia reale. Il tè verde Matcha, grazie alla sua versatilità in cucina e alle sue incredibili proprietà, è diventato uno degli alimenti più popolari e annoverato di diritto tra l’elenco dei superfood. E non finisce qui. Il Matcha è infatti l’ingrediente chiave della suggestiva cerimonia del tè giapponese, un mix ben equilibrato di gesti e principi zen, un’esperienza da provare almeno una volta nella vita.

Riconoscerlo è facilissimo perché questo è l’unico tè tradizionalmente in polvere e non in foglie, che non si prepara per infusione ma per sospensione. Tre settimane prima del raccolto, le piante vengono coperte con dei teli in modo che rimangano nella penombra. In questo modo si aumenta il contenuto di clorofilla, conferendo il tipico colore verde acceso del tè Matcha. Le foglie vengono poi cotte a vapore, asciugate e macinate per raggiungere la classica consistenza di una polvere finissima. Alcune foglie diventano pregiato tè verde (Gyokuro), altre vengono pulite da steli e nervature e macinate a pietra. Ecco che si ottiene il Matcha.

Nonostante sia considerato il tè giapponese per eccellenza, l’origine di questa tradizione è in realtà cinese. All’epoca della dinastia Song (960 – 1279) si usava conservare le foglie di tè lavorate in “torte”, per poi sbriciolarle nell’acqua calda e favorirne lo scioglimento con l’originale frustino per il tè matcha. La tradizione dice che nel 1200 d.C. fu poi portato in Giappone da un monaco buddhista che visitò la Cina in quel periodo.

Il tè matcha, d’origine orientale, è uno sei segreti di lunga vita e benessere che dovremmo introdurre sempre più nella nostra alimentazione. Questo tè giapponese, di un verde brillante, contiene 137 volte gli antiossidanti di un normale tè verde. Il tè matcha è inoltre ricco di polifenoli ed aminoacidi, capaci di ridurre sensibilmente lo stress fisico e quello psicologico. Un vero toccasana dunque per contrastare la routine e rafforzare l’organismo. Il tè matcha contiene, inoltre, molte vitamine ed in particolare B1, B2 e C, beta-carotene, sali minerali e caffeina.

granita al tè matcha

Grazie a questi elementi, il tè matcha riesce ad essere un potente rimedio contro l’invecchiamento ed è inoltre utile come drenante e disintossicante. Ma i benefici del tè matcha non finiscono qui! L’assunzione di tè matcha può prevenire le scottature solari e curare malattie d’origine nervosa o infiammatoria. In più, il suo consumo è raccomandato in occasione delle diete in quanto è capace di ridurre il senso d’appetito, drenare ed aiutare la perdita di peso. Un consumo frequente di questo tè sembrerebbe prevenire infarti, colpi apoplettici, diabete, colesterolo ed ipertensione. Meglio di così non si può!

Benessere in formato drink

La granita al tè matcha ed alla mela verde è il drink ideale da offrire agli ospiti che vengono a trovarci in estate. Un paio di mele, il tè matcha pronto all’infuso, lo zucchero, il ghiaccio, insomma tutti ingredienti che possiamo sempre avere a portata di mano.

Servendo questo drink, al posto del tè caldo del pomeriggio, oppure dopo cena, regaliamo ai nostri ospiti un concentrato di freschezza e salute da gustare sorso dopo sorso. 

Ed ecco ricetta della granita al té matcha e mela verde:

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 mele verdi
  • 1 cucchiaino di tè matcha
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • q. b. di ghiaccio a cubetti

Preparazione:

Lavate accuratamente le mele, tagliatele a fettine e lasciatele con la buccia. Prendete del ghiaccio e tritatelo con le mele. Lasciate giusto 4 fettine da usare per decorazione.

Quando la granita sarà quasi pronta, unite a freddo il tè matcha e continuate a frullare. Versate la granita in un bicchierino, ornato con una fettina di mela verde.

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...

logo_print