bg header
logo_print

Polpettoni ripieni con verza stufata: un secondo delizioso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

mini polpettoni con verza
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 35 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.5/5 (2 Recensioni)

Un secondo piatto gustoso: i mini polpettoni ripieni con verza

C’è una credenza da sfatare: il polpettone non è fatto con gli avanzi del giorno prima. Almeno, non i miei mini polpettoni con verza! Sono una delizia tutta da gustare, diversa dal classico polpettone al forno con patate, a cui non saprete resistere!

Ho scelto di utilizzare ingredienti semplici ma con sapori decisi, come la verza, che stuferemo all’aceto. Questa nota agrodolce, contrasta con l’aroma della paprika e la sapidità della pancetta, per un mix a dir poco strepitoso!Potete proporre i mini polpettoni con verza come un secondo piatto di carne, adatto per una cena in famiglia.

È una ricetta perfetta per provare sapori nuovi e particolari, inoltre, conquisterà anche i più scettici!Che ne dite, piaceranno a tutti?

Ricetta polpettoni ripieni

Preparazione polpettoni ripieni

  • Per preparare i mini polpettoni iniziate versando in una ciotola capiente la carne macinata e tutti gli altri ingredienti per il ripieno, poi amalgamate il tutto con le mani.
  • Formate dei piccoli rotoli, poco più lunghi della larghezza della vostra mano, e riponeteli in una teglia da forno.
  • Cuocete i mini polpettoni a 180°C in forno ventilato per 35 minuti circa.
  • Nel frattempo lavate e mondate la verza. Scolatela dall’acqua e tagliatela a striscioline sottili.
  • Poi sbollentate le verze in acqua salata per 1 minuto ed assicuratevi di scolare per bene il tutto.
  • Tagliate a dadini la pancetta e rosolateli in una casseruola capiente con un filo d’olio e con la cipolla tritata. Quando quest’ultima inizierà ad imbiondirsi, aggiungete la verza e lasciate insaporire il vostro contorno per 2-3 minuti.
  • A questo punto sfumate con il vino bianco e con l’aceto, dopodiché coprite con il coperchio e continuate a cuocere per altri 30 minuti circa.
  • Infine aggiustate di sale e pepe.
  • Servite i mini polpettoni ripieni con verza e buon appetito!

Per i polpettoni ripieni:

  • 600 gr. di carne macinata,
  • 200 gr. di pancetta,
  • 2 uova,
  • 40 gr. di pangrattato consentito,
  • 1 cucchiaino di rosmarino,
  • 1 cucchiaino di paprika

Per la verza stufata:

  • mezzo kg. di verza,
  • 1 cipolla,
  • 100 gr. di pancetta,
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco,
  • mezzo bicchiere di aceto di vino bianco,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale e di pepe

Cavolo o verza? Nel dubbio meglio optare per il cavolo-verza

Manca poco all’autunno ed io non vedo l’ora di gustarmi le prime verze di stagione! Quale migliore occasione di abbinarle ai polpettoni ripieni? Le verze sono saporite e gustose, sono anche ricche di sostanze nutritive per il nostro organismo, vediamo insieme quali. Vi sembrerà strano ma, tanti confondono i cavoli con le verze, invece sono due verdure diverse, nonostante appartengano alla stessa famiglia.

La verza, anche detta cavolo-verza, è molto diversa dai cavoli, già a partire dall’aspetto esterno. Infatti, la verza ha foglie grinzose, croccanti e piene di nervature sporgenti. Noi però, ne cucinano solo una parte: il cuore, che racchiude foglie più chiare e piccole. Che risultano meno coriacee e più saporite.

Ricca di vitamine A, C e K, è anche caratterizzata dalla presenza di numerosi sali minerali come il potassio, il ferro, il fosforo ed il calcio. Sostanze indispensabili per il nostro corpo, anche perché è grazie a queste ultime che la verza svolge un’azione diuretica ed antiossidante.

Come preparare la verza per questi polpettoni ripieni?

La verza è la verdura perfetta per questi mini polpettoni ripieni. Con il suo sapore rustico e leggermente amaro valorizza il sapore ordinario e corposo del polpettone. Ovviamente la verza va trattata a dovere, in modo da trasformarsi in un condimento degno di questo nome, capace di esprimere gusto ed eleganza.

Nello specifico la verza va lavata, tagliata a listarelle e sbollentata per qualche minuto. Poi viene rifinita in una padella in cui è già stata soffritta un po’ di pancetta. Infine si sfuma con l’aceto di vino bianco e con il vino bianco. Si ottiene così un perfetto condimento per il polpettone dal sapore variegato, che esprime note ora acidule, ora leggermente amare ora vagamente dolciastre (che provengono dal grasso della pancetta).

mini polpettoni di patate e verdure

Le proprietà della paprika

Questi polpettoni ripieni con verza stufata ci danno modo di scoprire le interessanti proprietà della paprika, un ingrediente importante di questa ricetta Per dare un sentore più intrigante ai nostri mini polpettoni ho aggiunto la paprika, una spezia molto buona e saporita.

Ero convinta che la paprika avesse origini orientali, ma mi sbagliavo… viene dall’Ungheria! Lo avreste mai detto? A quanto pare, sono stati proprio gli ungheresi che, tritando i peperoni, hanno inventato questa spezia così particolare.

Per quanto riguarda la sua composizione, la paprika è ottenuta dalla macinazione di un particolare tipo di peperoni, che viene fatto seccare e privato della parte bianca interna. Ovviamente esistono diverse varietà di paprika, a seconda del tipo di peperone utilizzato e della percentuale di capsaicina (l’enzima che dà piccantezza) che contiene.

Come se non bastasse la paprika stimola l’apparato digerente, facilitando la digestione; inoltre rinforza l’apparato circolatorio ed ha funzioni toniche ed antisettiche. Infine è ricca di numerosi sali minerali, come il calcio, il ferro, il fosforo, il magnesio, il manganese, il selenio ed il sodio, oltre che di vitamine B, C, E, K e betacarotene.

Come fare il polpettone ripieno: consigli e trucchi utili

Il polpettone ripieno, sia esso mini o in formato originale, è uno dei secondi più facili da fare. Tuttavia preparare un polpettone perfetto, che sia allo stesso tempo morbido e compatto, è un altro paio di maniche. Alcuni accorgimenti vi aiuteranno a raggiungere l’obiettivo.

Per esempio è bene utilizzare una carne che abbia una buona percentuale di grasso, in modo da conferire al polpettone la giusta morbidezza. Se la carne non rispetta i requisiti basta ammorbidire il pangrattato nel latte prima di utilizzarlo. Inoltre è bene utilizzare almeno due uova per un polpettone medio-piccolo e quattro uova per un polpettone medio-grande. Questo ingrediente è fondamentale poiché conferisce stabilità ai composti in qualsiasi tipo di ricetta.

Fondamentale è anche la cottura del polpettone. Lo scopo è quello di fare in modo che il polpettone non stracuocia, e allo stesso tempo evitare di spegnere il forno a cottura non completamente ultimata. I metodi per verificare la cottura del polpettone sono due: uno preciso e complesso, ed uno più semplice ma meno preciso.

Il primo consiste nell’inserire il termometro da cucina nel polpettone. Se segna 70 gradi, che è la temperatura interna ideale, allora è possibile spegnere il forno. Il secondo metodo consiste nel tagliare un pezzo di polpettone. Se al suo interno il colore è chiaro, ma non tendente al rosa, allora è pronto per essere servito.

FAQ sui polpettoni ripieni

Come conservare il polpettone in frigo?

Per conservare il polpettone in frigorifero è necessario avvolgerlo nella pellicola trasparente (o nella carta di alluminio) e riporlo in un contenitore ermetico. Può essere conservato per 3-4 giorni, basta che il frigorifero mantenga una temperatura costante di circa 4°C.

Come fare un polpettone compatto?

Per ottenere un polpettone compatto occorre mescolare bene gli ingredienti fino a che non diventano omogenei. A tal proposito è essenziale usare un legante, come uova o pangrattato, e premere il composto nello stampo prima della cottura per eliminare eventuali bolle d’aria.

Come rendere morbido un polpettone?

Per rendere morbido il polpettone è possibile aggiungere ingredienti umidi come verdure o salse. In alternativa è possibile abbondare con le uova. In ogni caso è bene utilizzare carne con una percentuale adeguata di grasso ed  evitare di stracuocerla.

Come si capisce se il polpettone è cotto?

Per capire se il polpettone è cotto basta inserire un termometro per alimenti al centro del polpettone, la temperatura interna deve raggiungere i 70°C. Se non disponete di un termometro occorre tagliare al centro i polpettoni ripieni per controllare che non ci siano parti rosa.

Quante calorie ha un polpettone?

Il polpettone è un piatto molto calorico, soprattutto se viene associato ad un contorno ricco. Per esempio, i mini polpettoni che vi presento qui viaggiano sulle 700-800 kcal a porzione.

Ricette di polpettoni ne abbiamo? Certo che si!

4.5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...

Hamburger di quinoa e melanzane

Hamburger di quinoa e melanzane, una delizia 100%...

Uno sguardo alla quinoa La quinoa è la vera protagonista di questa sfiziosa ricetta. Occupa un posto d’onore negli hamburger di melanzane, adatti anche ai celiaci o a chi manifesta una marcata...

Hamburger di manzo con friggitelli

Hamburger di manzo con friggitelli, un secondo delizioso

Cosa sono i friggitelli? Gli hamburger di manzo e friggitelli sono di norma una ricetta semplice, in quanto a variare non è il procedimento bensì gli ingredienti. Per l’occasione ho deciso di...