Polpettone con patate al forno , piatto della tradizione

polpettone con patate al forno
Commenti: 0 - Stampa

Polpettone con patate al forno , piatto della tradizione. Che belle le domeniche passate in  famiglia, quelle in cui si sta seduti a tavola tutti insieme ad assaporare le prelibatezze che abbiamo cucinato per i nostri cari. Se immagino il secondo piatto che contraddistingue maggiormente questi momenti conviviali nelle case di ognuno di noi, sicuramente non posso fare a meno di pensare al polpettone con le patate al forno.

Proprio per questo oggi vi illustrerò la ricetta per preparare un polpettone adatto a tutti coloro che vogliono ritrovare il sapore delle domeniche passate in famiglia.

Polpettone con patate al forno : la tradizione domenicale di casa mia

Il polpettone è il piatto classico a base di carne più conosciuto nel nostro Paese, viene servito ormai in diverse varianti per soddisfare ogni palato. E’ difficile stabilirne la nascita, infatti pare che inizialmente facesse parte della cucina cosiddetta “ povera”, proprio a causa dell’utilizzo di vari avanzi di carne che stanno alla base della sua ricetta. Il suo nome vanterebbe due origini : secondo alcuni deriva dall’utilizzo delle “polpe” delle carni usate per la sua preparazione, altri sostengono che provenga dal termine  “polpetta” essendone difatti una variante più grande e  di forma allungata.

E’ un piatto semplice e veloce da preparare e piace sia a grandi che piccini. Nella ricetta che vi darò oggi, ho pensato di utilizzare il pane senza glutine così da poter far gustare tale bontà anche a chi soffre di intolleranze.

polpettone con patate al forno

Il mix di carni scelte: il trucco che fa la differenza

In questa ricetta utilizzeremo sia la carne macinata di vitello sia quella di maiale proprio per esaltare i due sapori che unendosi danno origine ad un connubio davvero gustosissimo. Inoltre la scelta dell’utilizzo di carni bianche è consigliata per chi vuole stare attento a seguire un’alimentazione sana ed equilibrata.

Esse infatti sono altamente ricche di proteine e aminoacidi, indispensabili per l’eliminazione di tossine dal nostro organismo e l’andamento corretto del metabolismo. Inoltre, essendo facilmente digeribili , risultano indicate anche per i bambini e gli anziani, che possono concedersi più di un assaggio di tale squisitezza.

Per completare la nostra pietanza e offrire ai commensali un pranzo o cena coi fiocchi, vi suggerisco di accompagnare il polpettone con delle gustosissime patate al forno da tagliare in pezzi grossi e lasciare in forno fino a quando la parte superiore della patata diventa croccante.

Lascerete sicuramente tutti soddisfatti dal vostro delizioso e classico polpettone con patate al forno, unico sconveniente: d’ora in avanti avrete ospiti a pranzo o cena tutte le domeniche sempre pronti a  gustare questa bontà!

Una raccomandazione: chi ha problemi di intolleranza al nichel, essendoci le patate, può degustarlo nei giorni di dieta a rotazione libera. Mercoledì sera, sabato sera e domenica tutto il giorno.

Ingredienti per 4 persone

  • 260 gr macinato di vitello
  • 250 gr macinato di tacchino
  • 200 gr pane senza glutine
  • 4 uova
  • 80 gr Parmigiano Reggiano stagionato 48 mesi, grattugiato
  • 1 spicchio aglio
  • q.b. timo tritato
  • 3 cucchiai di  olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Preparazione

In una ciotola mettete le carni tritate, la mollica di pane sbriciolata, le uova, il parmigiano, il trito di prezzemolo e aglio e lavorateli fino ad ottenere un impasto omogeneo e abbastanza sodo.

Dopo aver regolato di sale e pepe mescolate di nuovo e date all’impasto la forma di un polpettone.

Cospargetelo con qualche fogliolina di timo e di maggiorana e trasferite il polpettone sulla placca del forno foderata con un foglio di carta forno e cuocetelo in forno già caldo a 220° per 45 minuti circa.

Perché risulti comunque morbido e gustoso, bagnatelo spesso mentre è in forno, con il fondo di cottura.

Lavate molto bene le patate e passatele con una spugna ruvida in modo da eliminare ogni residuo di terra, senza pelarle. Fate lessare le patate in acqua bollente e circa 15 minuti minuti quindi scolatele e lasciatele raffreddare.

Spellatele tagliatele a tocchetti. Disponete i tocchetti di patata in una teglia, irroratele con un filo d’olio, cospargete di rosmarino e insaporitele con sale e pepe.

Fatele cuocere in forno già caldo a 250° finché le patate non assumono un bel colore dorato e servitele.

Servite il polpettone, caldo o tiepido, tagliato a fette spesse con il contorno di patate arrosto.

5/5 (404 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino e anguria, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino e anguria, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino e anguria è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo...

Pesce spada con melanzane

Pesce spada con melanzane, un secondo corposo

Pesce spada con melanzane, un piatto semplice e squisito Il pesce spada con melanzane è un secondo semplice da realizzare, capace di proporre sentori genuini e apportare i nutrienti più vari. Il...

Capesante con gamberi e zucchine

Capesante con gamberi e zucchine, una vera delizia

Capesante con gamberi e zucchine,  piatto raffinato dal sapore rustico Le capesante con gamberi e zucchine gratinate riuniscono eccellenti ingredienti di mare e di terra. Nello specifico, le...

Pesce spada con verdure

Pesce spada con verdure, un piatto semplice e...

Pesce spada con verdure, un’idea davvero sfiziosa Il pesce spada con verdure è una ricetta semplice in grado di valorizzare appieno gli ingredienti. Lo fa grazie a degli abbinamenti suggestivi,...

Frittelle con fiori di sambuco

Frittelle con fiori di sambuco, una variante aromatica

Frittelle con fiori di sambuco, buone e facili da preparare Le frittelle con fiori di sambuco rappresentano una deliziosa alternativa alle classiche frittelle. Per certi versi, almeno per quanto...

Carpaccio di salmone

Carpaccio di salmone, un secondo dal gusto delicato

Carpaccio di salmone, un secondo gourmet pieno di gusto e colore Il carpaccio di salmone è un secondo dal sapore delicato, raffinato e adatto a tutti i palati. E’ anche piuttosto complesso, non...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


26-08-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti