Semi di anice: una spezia dall’aroma e dalle proprietà uniche

Conoscete e usate i semi di anice? Ecco perché dovreste!

Oggi voglio parlarvi di una spezia che ci aiuta ad aromatizzare diverse pietanze e bibite: i semi di anice. Senza dubbio, li conoscete e li avete provati sotto forma di bevande o come condimento di qualche piatto dolce o salato. Spesso, però, si fa confusione con l’anice stellato, dalla forma completamente diversa, visto che proviene da una pianta distinta. Allo stesso tempo, per il sapore piuttosto simile, i semi di anice possono essere confusi anche con quelli del finocchio.

In realtà, i semi di anice provengono da una piata chiamata “pimpinella ansium”, il cosiddetto anice verde. I suoi piccoli fiori conservano questi semi dalla forma simile a quella dei finocchi. Come si usa questa spezia? Quali sono le combinazioni migliori? Scopriamo insieme come usare questa spezia profumata!

Un aroma da usare in cucina in mille modi diversi

I semi di anice sono, senza dubbio, una spezia tipicamente mediterranea anche se le sue origini sono orientali, zona in cui viene utilizzata tutt’oggi, e viene usata in tutta Europa e anche in America centrale. Crescendo anche sul nostro territorio, questi semi vengono utilizzati nella creazione di diverse bevande, ad esempio il liquore Sambuca. Per le sue proprietà digestive, inoltre, vengono usati per elaborare infusioni e tisane. Come si possono combinare con le pietanze dolci o salate?

Semi di Anice ver 683x1024 Semi di anice: una spezia dall’aroma e dalle proprietà uniche

Su Nonna Paperina, ad esempio, ho utilizzato i semi di anice per preparare i deliziosi biscottini all’anice secco Varnelli. Proprio per il suo sapore simile a quello del finocchio, l’anice può essere usato in alternativa di questi semi. In realtà, è un ottimo alleato per aromatizzare pane, focacce e in generale, prodotti da forno, ma anche per insaporire tutti i tipi di carne. Per i dessert, invece, la combinazione dell’anice con la frutta è sempre vincente. E voi come usate solitamente l’anice in cucina?

Le proprietà digestive dei semi di anice

Quando si pensa all’anice verde si pensa immediatamente alle sue proprietà digestive, per questo viene usato spesso e soprattutto per preparare tisane. Sono utili, infatti, a sgonfiare la pancia e a calmare i dolori causati da problemi digestivi. In questo modo, si degusta una tisana profumata e dall’ottimo sapore mentre l’anice regola i nostri processi intestinali.

Ma non è tutto. Grazie alle sue proprietà calmanti può essere utile anche quando abbiamo un po’ di mal di testa. I semi di anice, sotto forma di infusione, possono aiutare a migliorare la quantità e la qualità del latte materno grazie alle sue proprietà galattogene, stimolando le ghiandole mammarie.

Quali sostanze contiene l’anice verde? Grazie al contenuto di vitamina A, del gruppo B e di vitamina C, questi semi hanno effetti antiossidanti. In più, apportano una grande quantità di sali minerali come il potassio, il magnesio, il calcio o lo zinco. Questi semi, insomma, possono entrare a far parte della nostra dieta non solo per dare profumo ai nostri piatti ma anche per farci stare bene.

printfriendly pdf button nobg md Semi di anice: una spezia dall’aroma e dalle proprietà uniche

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *