Farina di ceci neri: caratteristiche e utilizzo in cucina

Farina di ceci neri ChiaraZoppei

Poco dispendiosa, nutriente, versatile e gustosa, la farina di ceci neri è conosciuta e utilizzata da pochi. Nonostante questo, viene preparata con dei legumi che vengono ampiamente coltivati anche in Italia, in particolare nella zona Materana e nelle aree della Murgia Barese.

La storia di questo alimento comincia nel passato. Infatti, i ceci neri venivano sfruttati molto dagli Egizi e dai Greci…

Questi ultimi li definivano afrodisiaci, ma entrambe le civiltà li amavano per il loro autentico sapore. Con il tempo, si sono sempre più diffusi e, ad oggi, si rivelano molto importanti per l’agricoltura pugliese, diventando così uno dei prodotti dotati dell’esclusivo marchio “Prodotti di Qualità di Puglia”.

Li possiamo usare per ricavarne un’utilissima e salutare farine e per preparare gustosi piatti…

Farina di ceci neri: ecco perché dovremo usarla più spesso e tenerla sempre in cucina

Questa interessante varietà di ceci è ricca di acqua, carboidrati, proteine e fibre vegetali. Stiamo parlando di legumi altamente energetici, in grado di favorire la regolare funzionalità dell’intestino, di offrire un elevato potere saziante e di rivelarsi perfetti per coloro che desiderano mantenere sotto controllo la linea e/o avvalersi di un’alimentazione vegetariana o vegana.

Grazie ai legumi dai quali viene ricavata, la farina di ceci neri è ricca di vitamine del gruppo B, di vitamina E, C e K. Rispetto alla tradizionale farina di ceci, contiene anche una dose più sostanziosa di ferro, continuando comunque a regalare elevati livelli di calcio, manganese, zinco, rame, selenio, potassio, fosforo e magnesio.

Tramite il supporto di tutti questi fitonutrienti, questo alimento si presenta come l’ideale per promuovere la salute dell’apparato cardiocircolatorio, scheletrico e gastrointestinale, ma anche per favorire lo sviluppo del sistema nervoso e proteggerlo da problematiche e carenze nutrizionali.

Questi legumi sono noti in particolare per la loro capacità di stimolare il metabolismo e migliorare la digestione. Inoltre, sono privi di glutine. Pertanto, questa farina è adatta anche ai celiaci.

In cucina con la farina di ceci neri

Come abbiamo detto, questi legumi e la farina da essi ricavata venivano utilizzati fin dall’antichità per preparare diverse pietanze.

Pur se la più quotata e più conosciuta è ed era la farina di ceci bianchi, anche quella di ceci neri è molto utile in cucina e può donare un valore aggiunto a numerosi piatti (in particolare vegani e vegetariani), ma anche consistenza, sapore e un tocco di salute in più ai nostri pasti quotidiani.

Infatti, grazie alla farina di ceci neri, possiamo preparare polpette e burger vegetali, ma anche pasta fresca, piadine e diversi prodotti da forno come biscotti, pane, focacce, torte salate e crostate. Con i ceci neri potete preparare  una minestra favolosa!

Questa farina è perfetta come ingrediente principale, ma anche come addensante (non a caso, viene usata come tale nelle vellutate, ma anche per la preparazione dei burger vegani) e può essere usata anche al posto del pangrattato.

Insomma, si tratta di un alimento molto utile e versatile. Non vi resta che provarlo per capire se anche il suo sapore è di vostro gradimento e per godere di tutte le sue fantastiche proprietà terapeutiche!

Condividi!

Un commento a “Farina di ceci neri: caratteristiche e utilizzo in cucina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *