logo_print

Gofio, anche senza glutine: ne avete sentito parlare?

gofio
Stampa

Il gofio senza glutine, un alimento tutto da scoprire

Il gofio senza glutine, che per l’esattezza si chiama “Gofio Canario”, è un alimento che la Commissione Europea ha incluso nel suo registro delle denominazioni di origine protette già nel 2014, insieme a oltre un migliaio di altri speciali alimenti già protetti dall’U.E. Nonostante questo, in pochi lo conoscono. Pertanto, la prima cosa che dovreste sapere è che si tratta di un prodotto alimentare ottenuto dalla macinazione di cereali tostati. Non a caso, viene spesso chiamato “farina di cereali arrosto”.

Alle Canarie, questo alimento è molto apprezzato e viene usato per la preparazione di molti piatti (stufati, brodi, puree, dolci, etc.). Di solito, si ottiene macinando il frumento o il miglio, e quello preparato con quest’ultimo cereale è decisamente un delizioso gofio senza glutine! Ma andiamo a scoprire le altre caratteristiche di questa miscela di chicchi tostati, semplice e genuina.

Le principali peculiarità di questo alimento di origine protetta

Il gofio senza glutine, così come il gofio canario preparato con il frumento, è considerato un alimento pre-ispanico e, più nello specifico, di origine berbera. Infatti, varie fonti testimoniano che si presenta come uno degli alimenti più consumati fin dall’antichità: lo conoscevano anche le popolazioni indigene che in passato abitavano nelle isole. Anche durante la guerra civile in Spagna, si presentò come una valida base per il sostentamento delle persone che abitavano alle Canarie.

gofio

Attualmente, questo prodotto alimentare viene molto apprezzato per la sua genuinità e per altri elementi importanti come aroma, sapore, colore e valore nutrizionale. Anche per quanto riguarda il gofio senza glutine, possiamo dire che si tratta di un alimento naturale, privo di coloranti e conservanti, nonché a basso contenuto di grassi. Tuttavia, è ricco di fibre, vitamine (in particolare A, B1, B2, C e D) e minerali (soprattutto calcio, ferro, zinco, magnesio, sodio e potassio).

Le fantastiche proprietà terapeutiche del gofio senza glutine

In base ai nutrienti appena elencati, potrete capire che abbiamo a che fare con un prodotto perfetto per favorire la salute e le corrette funzionalità dell’intestino. Ad ogni modo, non dobbiamo dimenticare che il gofio senza glutine è anche ottimo per evitare l’accumulo di tossine nel l’organismo e comporta numerosi benefici per l’apparato cardiovascolare, riducendo notevolmente l’insorgenza di malattie coronariche. Infatti, grazie alla sua ricchezza di fibre e acidi grassi essenziali, aiuta a combattere il colesterolo.

Infine, è importante considerare che il gofio senza glutine è ritenuto un alimento adatto ai diabetici, in quanto ritarda l’assorbimento dei carboidrati semplici, aiutando così a mantenere più stabili i livelli di zucchero nel sangue. Per tutti questi motivi, il gofio canario è un ottimo componente di una dieta sana, varia ed equilibrata, e viene sconsigliato solamente a coloro che soffrono di disfunzioni renali e ai pazienti in dialisi, a causa del suo elevato contenuto di sodio e potassio… È arrivato il momento di usarlo per preparare qualche piatto!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


14-10-2018
Scritto da: Tiziana Colombo

TI POTREBBE INTERESSARE

0 commenti su “Gofio, anche senza glutine: ne avete sentito parlare?

  • Dom 5 Mag 2019 | Piero ha detto:

    Non vedo la ricetta degli gnocchi con il gofio

    • Dom 5 Mag 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Non è una ricetta, è solo una spiegazione di questa farina

  • Mer 11 Set 2019 | Maria Pia ha detto:

    Dove posso acquistare il gofio a Milano?

    • Mer 11 Set 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Buongiorno credo che debba trovare un negozio di articoli spagnoli oppure su Amazon

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti