Devi iniziare una dieta senza glutine? Ecco 10 consigli

dieta senza glutine
Commenti: 0 - Stampa

State pensando di iniziare una dieta senza glutine?

Devi iniziare una dieta senza glutine? Ecco 10 consigli. Se è davvero necessario, se lo richiede il medico o se si soffre di particolari allergie o intolleranze alimentari, certamente bisogna fare un piccolo sforzo e mettersi a dieta per intolleranti, pensando però di puntare solamente al proprio benessere e non al privarci di qualcosa. Solitamente, è proprio dal nostro modo di vedere il nuovo regime alimentare dietetico che dipende il raggiungimento dei nostri obiettivi.

È stato appurato che, se vediamo la dieta per intolleranti come una restrizione, seguirla sarà molto difficile e stressante. Se invece la vediamo come una soluzione capace di farci star bene e di apportare numerosi benefici al corpo, allora portarla a termine diventerà molto più semplice e potrà anche tramutarsi in una buona e sana abitudine. Ora, so benissimo che all’inizio le cose non sono così facili come sembrano. Molte volte, soprattutto quando si tratta di intolleranze o allergie alimentari, ci sentiamo crollare il mondo addosso.

Ci sono passata anche io…

Sì, è vero, ci sono passata anche io e, se seguite il mio spazio, certamente lo sapete. Quando mi sono state diagnosticate le mie intolleranze, è stato bruttissimo. Tuttavia, la mia passione per la cucina mi ha fatta riprendere e mi ha fatto capire che quella dieta non era un vero e proprio regime restrittivo come mi sembrava all’inizio: era solo un programma nutrizionale creato appositamente per il mio benessere. Inoltre, se vogliamo guardare ancor più il lato positivo della cosa, ho scoperto tanti nuovi sapori!

Alcuni sono a dir poco inebrianti e indimenticabili. Se penso che prima delle mie intolleranze non conoscevo il gusto e le potenzialità di alimenti come la quinoa e il miglio, non posso davvero pensare a quello che mi stavo perdendo! Cosa c’entra tutto questo con un altro tipo di dieta? C’entra lo stesso: bisogna sempre pensare che ci porti a star bene e, più che “dieta”, sarebbe opportuno iniziare a chiamarla in un altro modo, persino quando lo scopo è quello di perdere peso. Avete qualche idea? …Sì che ce l’avete!

Non chiamatela “ dieta per intolleranti ”, ma chiamatela “alimentazione sana”!

Più che “metterci a dieta”, il nostro obiettivo dovrebbe essere mangiare sano, prediligere alimenti freschi, di qualità e a basso contenuto di colesterolo; frutta e verdura di stagione; cibi preparati con le nostre mani e prodotti industriali dall’etichetta pulita… Naturalmente, sarà necessario contare sulle giuste porzioni e cercare di portare in tavola tutti i nutrienti essenziali per l’organismo, pur quando si segue un’alimentazione vegana o vegetariana.

Se poi sono presenti intolleranze al lattosio, celiachia o intolleranza al nichel, sarà opportuno fare ancor più attenzione, sostituire alcuni alimenti e imparare che si può mangiare con gusto e soddisfazione anche in questi casi. Tra l’altro, ho già pensato a tante ricette che potrete provare e a tante informazioni da tenere bene a mente…

In ogni eventualità, che si tratti di intolleranze o perdita di peso, con l’atteggiamento e i pensieri giusti, non sarà proprio quella dieta che vi aspettavate di fare… ma sarà molto meglio!

Come iniziare una dieta senza glutine

Devi iniziare una dieta senza glutine? Ecco 10 consigli che potrebbero servirti. Sembra complicato ma non lo è, ecco come risolvere i problemi causati dal glutine seguendo una dieta senza glutine semplice e salutare.  Sempre più spesso infatti capita che persone che fino a ieri conducevano una dieta normale diventino consapevoli di ritrovarsi in quella fetta di persone che come me soffrono di disturbi più o meno gravi causati dall’assunzione di una particolare sostanza chiamata glutine e che, solo poi, si scoprirà essere presente nella maggior parte di cibi d’uso quotidiano.

Cedere allo sconforto è in un primo momento inevitabile, questo perché culturalmente abbiamo l’idea di una dieta che si basa su pane e pasta, ma oggi si può, ed è davvero un gioco da ragazzi, evitare qualsiasi complicazione stando solo un po’ più attenti a ciò che si mangia.

Pertanto iniziamo la nostra rassegna di alcuni consigli,  non sempre scontati, per  aiutare coloro che devono seguire una dieta senza glutine.

10 consigli per iniziare una dieta senza glutine

  1. In famiglia si mangia ciò che si compra. E se non stiamo attenti ai prodotti che acquistiamo, avremo ingredienti poco salutari che inevitabilmente ci ritroveremo ad usare. Pertanto non diamo per scontato che i prodotti abituali siano davvero genuini, ma teniamo sempre sotto controllo l’etichetta per evitare alimenti che contengono glutine. Ma se questo è noioso non temete perché oggi esistono tantissimi marchi che sono studiati e preparati specificatamente per intolleranti. Certo, ci vorrà un po’ di tempo prima di diventare esperti, ma vi assicuro che poi questo meccanismo di scelta diverrà automatico e ne gioverete in salute, sia voi che i vostri familiari.
  1. Ecco gli ingredienti a cui bisogna stare molto attenti. Assolutamente da evitare i prodotti che nella ricetta contengono i seguenti ingredienti: frumento (grano) , farro, orzo, segale, monococco, grano khorasan o Kamut®, spelta, triticale, e più in generale tutte le farine, gli amidi, le semole, i semolini, le creme e fiocchi dei cereali vietati.
  1. Non commiserarsi mai! Dover seguire una dieta senza glutine oggi non è affatto un problema, e tantomeno non è un addio al gusto e al sapore, quanto piuttosto stimola, per necessità, il bisogno di trovare nuovi sapori e piaceri del cibo che sino ad oggi erano poco conosciuti. Può diventare un’occasione per scoprire nuove ricette più salutari e iniziare nuove abitudini che sicuramente miglioreranno il nostro benessere quotidiano.
  1. Non rinunciare alla colazione, perché il primo pasto della giornata è quello più importante e perciò basta solo procurarsi biscotti senza glutine da gustare con del tè o del caffè. Davvero ce ne sono tantissimi e di ogni tipo, provate solo a cercare e vi renderete conto di quanta scelta abbiamo.

E ancora….

  1. Non rinunciate al pane! Siamo italiani e il pane in tavola non può mancare, e anche noi che seguiamo una dieta senza glutine, oggi possiamo scegliere tra tantissime alternative in commercio.
  1. Non scordiamoci la pasta. La pasta è infatti la rinuncia che più ci disturba, ma non è cosi, perché ci sono un’ infinità di produttori che offrono ottime paste senza glutine che conquisteranno anche i palati più fini.
  1. Ogni tanto concediamoci un pizza, ma ovviamente senza glutine! Ormai trovare un pizzaiolo sotto casa che prepara pizze senza glutine non è più una chimera, in ogni comune o quasi oggi possiamo trovare pizzerie attente alla nostra dieta senza glutine.
  1. Evitare preparazioni di cui non si conoscono i metodi e gli ingredienti. Spesso cediamo alle tentazioni, ma se dobbiamo seguire una dieta senza glutine, dobbiamo essere forti e resistere laddove non abbiamo la certezza che siano rispettate tutte le condizioni necessarie.
  1. Attenzione anche alle bevande, eh sì perché anche le bevande possono contenere glutine, non lo sapevate? Birra e succhi sono principalmente i liquidi più pericolosi, ma anche per questi esistono numerose possibilità in commercio. Nessun problema invece per vini e spumanti che inizieremo ad apprezzare di più.
  1. Lo chef migliore per la tua dieta senza glutine sei tu! Ebbene sì non esiste miglio cuoco per te che proprio te stesso, convincitene e vedrai che le tue abilità in cucina cresceranno giorno dopo giorno, portandoti a dei livelli che faranno invidia. Dover seguire una dieta senza glutine è un’ottima opportunità per aumentare la nostra conoscenza sul cibo e sulla cucina, non sprecarla!

Vi ho dato solo 10 consigli su come iniziare una dieta senza glutine ma sul sito potete trovare moltissimi semplici ricette che possono farvi capire che si puo’ ritrovare il gusto e il piacere a tavola

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta Raffaello

Le migliori ricette senza glutine, ottimi piatti glutenfree

Un approfondimento sulla cucina gluten-free Le ricette senza glutine sono un mondo tutto da scoprire, adatte a chi ha ricevuto una diagnosi di celiachia da poco, e deve modificare in modo permanente...

Rotolo di focaccia con salame

Gli insaccati e i salumi sono sempre gluten-free?

Alimenti gluten-free, una questione delicata Tra gli insaccati, i salami sono davvero privi di glutine? Il dubbio emerge sempre quando si scopre di essere celiaci. D’altronde la paura più grande...

utensili da cucina

Utensili da cucina: attenzione alla contaminazione

Organizzarsi con gli utensili da cucina per evitare la contaminazione dei cibi? Come evitare la contaminazione degli utensili da cucina? Come organizzarsi al meglio per evitare che il glutine possa...

covid19 e celiachia

Covid19 e celiachia, facciamo un po’ di chiarezza

Covid19 e celiachia : esiste un nesso? Covid19 e celiachia, facciamo un po’ di chiarezza. In questo anno drammatico sono sorte domande di ogni tipo, timori e ansie. Eh sì, alcune di queste...

Celiachia e situazioni scomode

Celiachia e situazioni scomode, come risolverle al meglio

Il celiaco e le sue relazioni con il resto del mondo Celiachia e situazioni scomode, come risolverle al meglio. La celiachia è una patologia “strana”. Può avere risvolti sanitari importanti,...

News su Celiachia e intolleranza al glutine

News su Celiachia e intolleranza al glutine

Un'intolleranza sempre più diffusa tra adulti e bambini. News su Celiachia e intolleranza al glutine. La celiachia rappresenta un’intolleranza sempre più diffusa, motivo questo per essere al...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


03-09-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti