Ma la carne contiene glutine? Facciamo chiarezza

Ma la carne contiene glutine? Questo il dilemma che affligge molte persone, soprattutto da poco diagnosticate celiache, motivo per cui ho deciso di fare chiarezza su questo argomento.

Il web purtroppo pullula di ciarlatani e personaggi che, sfruttando le tendenze del momento, dispensano consigli e teorie assurde che potrebbero danneggiare chi veramente soffre di problemi alimentari.

Il mercato del gluten free, che sta vivendo una fase di crescita notevole negli ultimi anni, ha attirato parecchio interesse mediatico invogliando anche coloro che hanno scarse conoscenze a creare siti e gruppi nei quali danno informazioni e dispensano consigli, talvolta veramente assurdi.

L’ultimo nel quale mi sono imbattuta in questi giorni? “La carne, derivando da animali che si nutrono anche di cereali contenenti glutine, non si può mangiare perché l’ingestione di questa proteina rimane nella carne, contaminandola”.

Quando ho letto questa affermazione ho temuto di perdere i capelli date le dimensioni colossali di tale sciocchezza (e mi limito a dire sciocchezza per non essere volgare!).

%name Ma la carne contiene glutine? Facciamo chiarezza

Prima di tutto fare una simile affermazione denota che colui che ha avuto il coraggio di farla non ha nemmeno mai letto l’ABC della celiachia, dove vengono elencati, in modo chiaro ed inequivocabile, gli alimenti permessi, quelli assolutamente vietati e quelli a rischio contaminazione.

In secondo luogo una persona per creare un tale film mentale del genere deve possedere anche una fervida immaginazione e, sono dell’idea, che sia fatto con l’intento di creare inutile allarmismo, oltre che danneggiare il prossimo.

Chiariamo quindi una cosa basilare: la carne tal e quale come viene macellata è priva di glutine. Se l’animale si nutre di cereali quali frumento, farro, orzo, avena o qualunque altra cosa che possa contenere glutine, questa non entra nella carne dell’animale. La proteina viene assunta e metabolizzata dall’animale stesso, ma non ne contamina il corpo.

Ma allora come mai alcune tipologie di carni possono essere contaminate?

Questo accade se affiancata ad esempio a polpette o semilavorati che contengono pangrattato o farina. I formati di carne considerati a rischio per via delle contaminazioni sono i macinati, come ad esempio salsicce, hamburger ed arrosti ripieni in quanto talvolta vengono miscelati ad altri ingredienti oppure lavorati in zone dove si realizzano anche polpette e similari.

Stesso discorso vale per la carne trita in quando di per sé è priva di glutine, ma lavorandola accanto a prodotti che lo contengono è facilmente contaminabile.

carne marinat 1024x683 Ma la carne contiene glutine? Facciamo chiarezza

Potrete quindi a questo punto chiedervi se bistecche e cosce di pollo, lavorati nelle medesime zone, possono essere contaminati e perché non li ho citati. Ebbene anche questi possono contaminarsi, ma con più difficoltà ed inoltre, per togliersi ogni dubbio, possono essere sciacquati sotto l’acqua prima di cuocerli, cosa che per la carne trita non è possibile.

Resta sottinteso che bastoncini di carne impanati, cotolette e polpette, per via principalmente della panatura, sono a rischio contaminazione e per essere consumati devono riportare la dicitura senza glutine o il marchio con la spiga barrata.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *