Utensili da cucina: attenzione alla contaminazione

utensili da cucina
Stampa

Organizzarsi con gli utensili da cucina per evitare la contaminazione dei cibi?

Come evitare la contaminazione degli utensili da cucina? Come organizzarsi al meglio per evitare che il glutine possa venire a contatto con le altre pietanze? Nonostante i numerosi progressi fatti dagli anni Novanta ad oggi, ancora adesso è presente parecchia confusione sulla celiachia.

In particolare, una delle domande che crea sempre molti dibattiti, è la seguente: gli utensili da cucina devono essere tenuti separati oppure i celiaci possono utilizzare le stesse che usano gli altri, a condizione che quest’ultime siano pulite in modo scrupoloso? Continua a leggere e scopriamo le basi della sicurezza alimentare in cucina!

Celiachia e utensili da cucina: facciamo chiarezza sui reali rischi di contaminazione!

Gli utensili da cucina devono essere tenuti separati in cucina? La risposta è sì e no: alcuni utensili, come i cucchiai di legno, a causa del rischio maggiore di contaminazione incrociata devono essere tenuti separati gli uni dagli altri. Per i celiaci anche una piccola parte di glutine può scatenare sintomi come problemi intestinali, crampi allo stomaco e, nei casi più gravi, anche patologie dell’apparato digerente che possono diventare croniche.

pulizia

Nel caso delle spugne per la pulizia dei piani di lavoro e delle pentole, non è necessario adottare alcun tipo di precauzione, in quanto tutti i detersivi, inclusi quelli meno aggressivi, rimuovono il glutine.

Le stoviglie e le posate in metallo invece, essendo realizzate in un materiale non poroso, possono essere usate sia dai celiaci sia da chi non è non ha problemi di glutine e non è necessario tenerle separate le une dalle altre.

Tuttavia è fondamentale adottare una serie di accorgimenti. Innanzitutto, dopo ogni singolo uso, è importante lavarle bene con acqua calda e sapone, di modo da rimuovere ogni traccia di glutine.

In secondo luogo, per preparare i pasti gluten free e quelli contenenti glutine è possibile usare le stesse pentole e gli stessi cucchiai di metallo, ma per eliminare il rischio di contaminazione incrociata, i cibi senza glutine devono essere preparati prima di quelli con glutine. Sembra una banalità, ma anche una piccola linea di schiuma lasciata dalla pasta con glutine subito dopo la fine della cottura, se viene a contatto con l’acqua della pasta gluten free, non solo la contamina, ma è sufficiente per scatenare una reazione non piacevole in un celiaco.

posate

Quali sono le precauzioni da adottare quando si cucina per un celiaco?

Quando si cucina per un celiaco, oltre a questo, è importante pulire bene le superfici e i piani di lavoro, meglio ancora se con acqua calda e sapone, utilizzare olio per friggere e una friggitrice a parte se si cucinano dei piatti fritti senza glutine e usare coltelli e cucchiai diversi per la marmellata e per il burro, questo per evitare che le briciole di pane entrino in contatto con questi alimenti.

Sempre parlando di pane, attenzione anche agli assi utilizzati per tagliarlo: per evitare contaminazioni, è necessario che il pane gluten free sia affettato su un tagliere tenuto separato.

Un’altra precauzione importante, che spesso viene sottovalutata, è quella di utilizzare due tostapani separati o, se ciò non dovesse essere possibile per ragioni di spazio, tenere il tostapane gluten free in un sacchetto a parte. Sempre parlando di pane, attenzione anche agli assi utilizzati per tagliarlo: per evitare contaminazioni, è necessario che il pane gluten free sia affettato su un tagliere tenuto separato da quello utilizzato per il pane con il glutine.

CONDIVIDI SU
02-05-2021
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti