Associazione Italiana Celiachia: l’inchiesta di Report

Ass. Italiana Celiachia
Commenti: 0 - Stampa

Associazione Italiana Celiachia: l’inchiesta di Report. Il 19 ottobre è andata in onda nel corso del programma Report un’inchiesta dedicata ai prodotti alimentari per chi soffre di cattivo assorbimento del glutine. L’Associazione Italiana Celiachia, che raccoglie circa 55.000 persone affette da questa malattia, ha commentato ufficialmente il servizio.

Il diritto alla dieta salva la vita

L’inchiesta di Report ha portato alla luce come, in diversi casi, i prodotti alimentari senza glutine risultino caratterizzati dalla presenza di olio di palma e da un basso contenuto di fibre, sostanze essenziali per il benessere dell’organismo umano.

Sotto accusa è finito il decreto Veronesi, un provvedimento entrato in vigore nel 2001 che consente a chi soffre di celiachia di ricevere un rimborso spese per l’acquisto degli alimenti privi di glutine, molto più costosi in Italia rispetto ad altri Paesi dell’Unione Europea, dove le aziende italiane che producono alimenti che non contengono il complesso proteico incriminato esportano con grande frequenza.

L’Associazione Italiana Celiachia, attraverso la diramazione di un comunicato ufficiale, ha fatto chiarezza sulla cosa, ricordando come lo Stato copra finanziariamente solo il 35% del fabbisogno calorico dei soggetti affetti da celiachia, ai quali vengono forniti prodotti controllati con attenzione.

La dieta fondamentale per la vita sociale

Nel comunicato di risposta all’inchiesta di Report, l’Associazione Italiana Celiachia non ha solo sottolineato come la dieta rappresenti l’unica soluzione per tenere sotto controllo i sintomi della celiachia, ma ha anche posto l’accento sulla sua importanza nella costruzione di una vita sociale serena e soddisfacente, soprattutto in bambini e adolescenti, che possono sentirsi esclusi per via dell’impossibilità di mangiare come gli altri.

Attenzione è stata dedicata anche al nodo del maggior prezzo dei prodotti privi di glutine. Tale situazione, almeno in Italia, è dovuta al carico di costi relativi a ricerca e sviluppo. Sempre nelle righe del comunicato ufficiale AIC si parla dell’impegno costante orientato a evitare sprechi, obiettivo che passa dalla sensibilizzazione del consumatore finale e dal contenimento della spesa alimentare complessiva, che sfiora ogni anno i 215 milioni di euro.

Solo in questo modo, mettendo in primo piano anche la questione della sostenibilità finanziaria (il riso senza glutine, avendo un prezzo simile a quello normale, non viene infatti rimborsato), è possibile ottimizzare la filiera dei prodotti privi di glutine e tutelare davvero i consumatori che soffrono di celiachia.

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

I migliori piatti italiani

I migliori piatti italiani, apprezzati in tutto il...

Alla riscoperta della cucina italiana Quali sono i migliori piatti italiani più famosi e apprezzati in patria e all’estero? Sembra una domanda superflua, se posta da un italiano. Eppure può...

colazione per i bambini

La colazione per i bambini che rientrano a...

Il rientro a scuola dalle vacanze, un momento stressante Il rientro a scuola dopo le vacanze estive prevede una sana colazione adeguata per i bambini, soprattutto dopo un periodo di vacanze molto...

verbena

La verbena, una pianta officinale dalle mille proprietà

Le principali caratteristiche della verbena La verbena è una pianta perenne appartenente alla categoria delle verbenacee, che si trova spesso allo stato selvatico ed ha dimensioni contenute (in...

carne di coniglio

La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e...

Un approfondimento sulla carne di coniglio La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un' ottima carne squisita, morbida e adatta alle...

La colazione per gli studenti, alcune idee nutrienti

La colazione per gli studenti, il pasto più importante della giornata La colazione per gli studenti (e non) è il primo e il più importante pasto della giornata, secondo gli esperti. In Italia si...

insalata con melissa

Tornare in forma dopo l’estate, alcuni consigli utili

Perché si tende ad ingrassare in estate? Tornare in forma dopo le vacanze estive è un obiettivo di molti, proprio perché sono in tanti a “ingrassare” durate i momenti di relax. Ma perché...

11-11-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti