Confettura di prugne gialle o susine , buona!

Confettura di prugne gialle o susine
Stampa

Una fetta di pane addolcita con la confettura di prugne gialle fatta in casa.

Se siete amanti della confettura, sapete sicuramente che saperla fare in casa è un ottimo vantaggio: possiamo scegliere il gusto e ingredienti di qualità, proprio come nel caso della confettura di prugne gialle o susine, ovvero la ricetta semplice e gustosa che vi propongo oggi. Prepararla non sarà difficile e il risultato vi conquisterà letteralmente!

Una volta pronta, questa confettura potrà diventare la protagonista delle vostre merende o colazioni, in quanto ideale per accompagnare una semplice fetta di pane. Se poi volete dilettarvi in cucina, potrete abbinarla alle crepes dolci, a dei biscotti o a qualche crostata… Non c’è limite alla fantasia!

Un ingrediente da tenere sempre bene a mente

Le prugne sono un frutto tipico dell’estate e ne esistono molte varietà, che si differenziano tra loro per le forme, i colori e i sapori diversi. Per la preparazione della confettura di oggi, ho utilizzato le prugne gialle che si rivelano ricche di proprietà benefiche. Oltre a contenere un’elevata quantità di acqua e vitamine, tra cui la vitamina A, B1, B2 e la Vitamina C, contengono potassio, fosforo, calcio e magnesio, nonché polifenoli e flavonoidi che svolgono una potente azione antiossidante sul nostro organismo.

Confettura di prugne gialle o susine

Le protagoniste indiscusse della confettura di prugne gialle vantano inoltre interessanti proprietà diuretiche e aiutano a regolare le funzioni intestinali. Dal gusto delicato e dolce, la prugna gialla si presenta come un’altra delle varietà perfette per la realizzazione di una confettura: anch’essa è nutriente, deliziosa e adatta per la prima colazione e per la merenda e può essere utilizzata per la preparazione di dolci.

A questo punto, a voi la scelta. Quale prugna userete? Potrete assaggiarne più di una varietà e scegliere quella che preferite. In ogni caso, potrete comunque gioire di tanta bontà e nutrienti a non finire da integrare nella vostra colazione, merenda o nei vostri dessert preferiti. Potrete abbinarlo a tantissime preparazioni e persino offrirla durante le occasioni più speciali e in ogni momento dell’anno.

Detto questo, ecco la lista degli ingredienti di cui avrete bisogno per preparare questa confettura fatta in casa che non è consigliato mangiare assiduamente agli intolleranti/allergici al nichel

Ed ecco la ricetta della Confettura di prugne gialle o susine

Ingredienti per 2/3 barattoli

  • 1 kg di prugne gialle,
  • 500 gr. di zucchero di palma di cocco,
  • 1 limone

Preparazione

Lavate le prugne, asciugatele, apritele ed eliminate il nocciolo. Mettetele in una casseruola con le prugne, lo zucchero e il succo di limone sul fuoco e fate cuocere per 35-40 minuti.  Mescolate continuamente ed eliminate la schiuma che si sarà formata in superficie. Quando sarà tutto pronto, versate il composto nei vasetti di vetro, precedentemente sterilizzati e asciugati.

Chiudeteli ermeticamente con i loro coperchi, capovolgeteli e lasciateli raffreddare capovolti e a  temperatura ambiente. Riponete la vostra confettura di prugne in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


23-09-2014
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti