bg header
logo_print

Cheesecake al cocco e alchechengi, un dessert esotico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cheesecake al cocco
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 2 ore 30 min
cottura
Cottura: 5 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Scopriamo l’alchechengi con questa cheesecake

La cheesecake al cocco ed alchechengi è un dessert di facile preparazione, ideale da proporre come dolce a fine pasto o a merenda. Il profumo del cocco è la nota prevalente di questo dessert che nel suo complesso mostra un sapore delicato ed equilibrato, lievemente vanigliato. Il colore degli alchechengi che svettano sulla cima di questo dolci ci da l’occasione per scoprire una bacca estremamente decorativa ma al tempo stesso ricca di proprietà nutrizionali. La medicina tradizionale cinese sfrutta da secoli questi piccoli frutti arancioni come rimedio per liberare il corpo dalle impurità e stimolare la diuresi.

L’eccesso di acido urico nel corpo può, infatti, essere contrastato con un concentrato di alchechengi. È interessante osservare come questo frutto sia estremamente ricco di vitamina C quindi capace di stimolare positivamente il sistema immunitario e favorire la prevenzione delle malattie o una più pronta guarigione. Inoltre, il consumo di alchechengi può essere utile ad evitare gotta, calcoli, cistiti ed infezioni virali.

Ricetta cheesecake al cocco e alchechengi

Preparazione cheesecake al cocco e alchechengi

  • Per iniziare preparate la base di biscotti.
  • Ammorbidite il burro e lasciandolo fuori dal frigorifero per almeno mezz’ora.
  • Frullate i biscotti ed aggiungete il burro ammorbidito o burro fuso a bagnomaria.
  • Foderate lo stampo a cerniera per torte con della carta forno bagnata e strizzata e stendetevi sopra l’impasto di biscotti.
  • Usate il dorso di un cucchiaio per premere il composto e farlo aderire bene, poi mettete il tutto a riposo nel frigo per circa 30 minuti.
  • Lasciate ammorbidire la colla di pesce nell’acqua fredda, poi strizzatela e mettetela in un po’ di latte di cocco scaldato fino a che non si scioglie.
  • Versate in una terrina il latte di cocco , la colla di pesce, il formaggio spalmabile, lo zucchero, la vaniglia e il restante latte. Mescolate fino ad ottenere una crema omogenea, spumosa e compatta.
  • Riprendete dal frigorifero la base di biscotto e versateci sopra la crema al cocco, spalmando bene con una leccarda fino a livellarla a dovere.
  • Mettete quindi la cheesecake in frigo a compattarsi per circa 6/8 ore.
  • Trascorso il tempo di riposo, la cheesecake è pronta per essere guarnita con cocco rapè e degli alchechengi in cima. Buon appetito!

Ingredienti per la base:

  • 200 gr. di biscotti secchi Digestive consentiti,
  • 150 gr. di burro chiarificato.

Per la crema al cocco:

  • 500 gr. di Formaggio fresco spalmabile,
  • 350 ml di latte di cocco,
  • 120 gr. di zucchero a velo,
  • 10 gr. di colla di pesce,
  • 1 cucchiaino di crema di vaniglia,
  • 4 cucchiai di cocco rapè,
  • 3 alchechengi.

Una cheesecake semplice ma non banale

Di ricette dedicate alle cheesecake potrete trovarne a centinaia ma questa cheesecake al cocco ed alchechengi, tra le tante, sa distinguersi. La scelta e l’abbinamento degli ingredienti, regala a questa cheesecake un gusto esotico, speciale ed inconsueto. Certo, il cocco prevale ma il poter assaporare gli alchechengi assieme offre note di sapore ancor più particolari.

Quando prevedete di avere ospiti a casa, il giorno prima, in tutta tranquillità, potrete dedicarvi alla preparazione del vostro dessert. La cheesecake al cocco ed alchechengi avrà così tutto il tempo di riposare in frigo, insaporirsi e rendere al meglio. Se volete prendere per la gola una persona amante del cocco, con questa ricetta la conquisterete sicuramente!

Le differenze tra latte di cocco e latte vaccino

La farcitura della cheesecake al cocco e alchechengi è particolare in quanto viene realizzata con ingredienti diversi dal solito. Troviamo il formaggio spalmabile e il latte che sostituisce la panna. Non si tratta di un latte qualsiasi, bensì del latte di cocco. E’ una scelta pensata per chi soffre di intolleranza al lattosio in quanto si tratta di una bevanda totalmente vegetale, ma anche per chi vuole conferire al dolce un tocco esotico e gradevole al palato.

Vale la pena chiedersi quali siano le differenze tra latte di cocco e latte vaccino. Ebbene, le differenze sono numerose e tutte significative. A partire dal sapore, che nel latte di cocco è molto vicino a quello della polpa di cocco. Stesso discorso per le proprietà nutrizionali. A tal proposito manca la vitamina D, che viene rimpiazzata dalla vitamina C. Il calcio, invece, è presente ma in quantità minime. In compenso troviamo dosi importanti di potassio e grassi benefici in quanto di origine vegetale.

Un’altra differenza sostanziale risiede nell’apporto calorico, che è molto più elevato in quanto si attesta sulle 200 kcal per 100 grammi (o millilitri). Nonostante ciò vale la pena integrare il latte di cocco nelle ricette.

Come utilizzare la colla di pesce per la cheesecake al cocco e alchechengi

La cheesecake al cocco e alchechengi è considerata come il dolce più semplice da preparare. In effetti si tratta solo di assemblare gli ingredienti senza la necessità di creare un impasto tipo frolla o pan di Spagna. L’unica difficoltà, se così si può chiamare, riguarda la gestione della colla di pesce, che richiede qualche accorgimento.

In primo luogo la colla di pesce va reidratata in acqua fredda. Una volta che si è ammorbidita va poi strizzata e sciolta in una componente liquida. Se la componente liquida è di modesta entità, la soluzione va posta sul fuoco per qualche istante per favorire l’amalgama. Dopodiché si integra questa amalgama nel composto che funge da farcitura.

In questo caso la componente liquida è importante vista la presenza del latte di cocco, dunque basta semplicemente aggiungere la colla di pesce reidratata nella soluzione che darà vita alla farcitura.

Come scegliere il formaggio fresco per la cheesecake al cocco e alchechengi

Come abbiamo visto, la cheesecake al cocco e alchechengi apporta molte innovazioni, ma allo stesso tempo rispecchia lo spirito della ricetta originale. A dimostrarlo è il ruolo che ricopre il formaggio cremoso, che impatta molto sul risultato finale sia in termini di texture che di sapore. La presenza del formaggio cremoso potrebbe far storcere il naso a chi soffre di intolleranza al lattosio.

E’ possibile però sostituire il formaggio cremoso con una variante delattosata. Al supermercato trovate molti prodotti che possono fare al caso vostro, ma vi consiglio di puntare sulle grandi marche. Solo in questo modo, infatti, il formaggio cremoso risulterà quasi uguale alla versione originale.

Il processo di eliminazione del lattosio è del tutto naturale, basta aggiungere l’enzima lattasi nel latte, in questo modo il lattosio si scinde in due zuccheri semplici digeribili da tutti. L’unica variazione di gusto nei prodotti dellattosati può riguardare una maggiore dolcezza, un effetto dovuto proprio al processo di delattosamento a cui vengono sottoposti. Per il resto non si avvertono differenze di sorta, nemmeno dal punto di vista nutrizionale.

FAQ sulla cheesecake al cocco e alchechengi

Quanto tempo si mantiene la cheesecake?

Se la temperatura è bassa e costante, la cheesecake dura in frigorifero al massimo per due giorni. Dopodiché si cominciano ad avvertire sgradevoli sentori aciduli, un segnale di degradazione degli ingredienti a base di latte.

Cosa mettere sopra la cheesecake?

Dipende ovviamente dalla ricetta, in genere sulla cheesecake si mette per una glassa, una composta alla frutta o la frutta fresca. Lo scopo è quello di conferire ulteriore gusto alla torta, aggiungendo qualche elemento scenografico. La cheesecake che vi presento oggi va coperta con alcuni alchechengi e con abbondante cocco rapè.

Come fare la cheesecake senza lo stampo a cerniera?

Il consiglio da seguire, se non disponete di uno stampo a cerniera, è di utilizzare uno stampo classico non troppo alto, posizionando un foglio abbastanza grande di carta forno. In questo modo un po’ di carta forno uscirà dai bordi e potrete utilizzarla per sfilare la torta senza rovinarla.

Ricette di cheesecake ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crema al cioccolato bianco e nocciole

Crema al cioccolato bianco e nocciole, uno spalmabile...

Un focus sul cioccolato bianco Vale la pena approfondire il discorso sul cioccolato bianco, che è il vero protagonista di questa crema pasticcera al cioccolato, ma è anche un alimento molto...

Budino al limone e zafferano

Budino al limone e zafferano, un dolce elegante...

Quale latte utilizzare nel budino al limone? Il latte è una componente fondamentale di questo budino al limone e zafferano, come nella maggior parte dei budini o dei dolci al cucchiaio. Quale tipo...

Tartellette con crema pasticcera all’arancia

Tartellette con crema pasticcera all’arancia, una delizia

Come preparare la crema pasticcera Ma il vero punto di forza di queste tartellette è la crema pasticcera all’arancia. Si tratta di una versione particolare, che si inserisce nel solco delle creme...