bg header

Le crostate: un delizioso viaggio in 10 ricette golose

CROSTATE

Crostate buonissime e per tutti i gusti

Le crostate sono tra i dolci più amati da grandi e piccoli. Evocano un immaginario romantico, che a sua volta richiama ai pranzi in famiglia e alle merende in compagnia di parenti e amici. Se a tutto ciò si aggiunge la facilità di preparazione – che è tale anche nelle versioni più stravaganti – si intuisce il perché del loro successo, che ha attraversato indenne i secoli e l’evoluzione delle abitudini gastronomiche.

Eppure quello delle crostate è un mondo sfaccettato, che vive di intuizioni e di fantasia. Sono delle ricette divertenti e creative, a partire dalla base di pasta frolla fino ad arrivare al ripieno, in questo modo si da vita a dei dolci deliziosi e belli da vedere.

In questo articolo voglio evidenziare proprio questi aspetti, infatti trovate alcune delle mie crostate preferite. Alcune sono tradizionali, altre puntano sulla stravaganza del ripieno, altre ancora spiccano per la rapidità di preparazione.

Le crostate tradizionali, un mondo da scoprire

Inizio questo argomento partendo proprio dalle crostate tradizionali, che fanno parte della gastronomie regionali, replicando in maniera fedele il canovaccio della pasta frolla arricchita da una confettura o da una marmellata. Questi dolci sono all’apparenza semplici, ma deliziano con i loro sapori variegati e con i colori brillanti.

Ovviamente esistono anche crostate gluten free, d’altronde è sufficiente sostituire la farina di grano con una farina senza glutine, come la farina di riso, di fonio o di grano saraceno, per ottenere un dolce squisito e sicuro per i celiaci.

Crostata con confettura di ciliegie: una ricetta a prova di celiachia

Crostata con confettura di ciliegieLa crostata con confettura di ciliegie è la più classica delle confetture. Ad una frolla friabile ma stabile fa da contraltare una confettura che spicca per la sua dolcezza. Stiamo parlando di una crostata irresistibile, che fa leva su uno dei frutti più amati in assoluto.

La crostata con confettura di ciliegie che trovate sul sito spicca per la sua compatibilità con chi soffre di celiachia. Infatti, è una crostata realizzata con la farina di riso (che si caratterizza per la sua delicatezza) e con la farina di quinoa, che propone una nota leguminosa capace di garantire una certa rusticità.

Crostata con la nutella: una crostata semplice e amata da tutti

La crostata con la nutella è una crostata tradizionale molto semplice. Per realizzare la crostata alla nutella non dovrete fare altro che preparare la pasta frolla, stenderla, cuocerla e arricchirla con la nutella. Ovviamente la nutella può essere sostituita con una più artigianale crema alla nocciole, magari realizzata con le nocciole delle Langhe Piemontesi.

La crostata alla nutella che trovate tra le mie ricette si fregia di una guarnizione semplice ma d’impatto, ottenuta con la granella di nocciole. Essa dona al dolce una maggiore profondità organolettica e introduce un gradevole elemento croccante.

Crostata amalfitana: uno dei dolci più apprezzati

Crostata amalfitanaLa crostata amalfitana è una delle crostate più buone in assoluto, ma anche una delle più difficili da realizzare. Si differenzia dalle altre perché propone una base in pasta sablè, inoltre vanta un ripieno davvero unico, fatto di crema pasticcera e amarene sciroppate.

Ma vi assicuro, è una crostata che vale davvero la pena preparare. La dolcezza delicata della crema pasticcera si sposa alla perfezione con quella più intensa delle amarene. Inoltre, la morbidezza della base completa il gusto, regalando gradevoli sensazioni al palato.

Le crostate con ripieni particolari

Proseguo con le ricette proponendovi delle crostate più stravaganti, che puntano tutto su un ripieno alquanto elaborato. Troverete crostate con frutta esotica, o alquanto dolci nonostante la presenza di elementi aciduli. Infine vedremo delle ricette con accostamenti davvero inediti.

Costata di sorgo e bacche di goji

Crostata di sorgo e bacche di gojiLa crostata di sorgo e bacche di goji è una crostata fuori dal comune in ogni suo aspetto. La base è realizzata con la farina di sorgo, che si fa apprezzare non solo per l’assenza di glutine ma anche per il carattere rustico. Il ripieno, invece, è composto da una più comune confettura di lamponi, accompagnata dalle bacche di goji. Questo tipo di bacche sono degli alimenti rari e preziosi, che spiccano per la dolcezza, per l’aroma e per i richiami esotici.

La guarnizione, infine, è affidata anche alla frutta di stagione. Scegliete pure quella che preferite, trasformerete questa deliziosa crostata in un tripudio di colori e sapori.

Crostata senza cottura alla menta e cioccolato

La crostata senza cottura è una preparazione che pesca a piene mani tra le ricette delle cheesecake, dando vita ad un dolce che stupisce per gli abbinamenti arditi, per i colori vivaci e per un profilo organolettico davvero inedito.

La crostata è senza cottura in quanto viene realizzata con i biscotti al cioccolato, che vanno sbriciolati e mescolati al burro fuso. Ovviamente, per velocizzare la preparazione potete usare il frullatore.

Per quanto concerne il ripieno, è frutto dell’unione di panna, latte, zucchero e sciroppo alla menta. Il ripieno può essere all’occorrenza addensato con la gelatina, in questo modo risulta molto simile alle cheesecake propriamente dette, a maggior ragione se si considera che la crostata deve riposare in frigo per qualche ora prima del servizio.

Crostata con gelée di mirtilli: un dolce raffinato per le occasioni

Crostata con gelèe di mirtilliLa crostata con gelée di mirtilli spicca per l’aspetto elegante e per il carattere raffinato. Potremmo quasi definirla una crostata gourmet, che farebbe bella mostra di sé nei migliori ristoranti.

Come avrete già intuito il suo punto di forza risiede nel ripieno, che è composto dalla cosiddetta gelée, una preparazione che si ottiene addensando un succo di frutta mediante gelatina o colla di pesce. In questo caso l’ingrediente principale è proprio il mirtillo. Nonostante queste peculiarità, la crostata con gelée di mirtilli non è difficile da preparare, risulta solo un po’ laboriosa.

Crostata con pere e cioccolato: un dolce per fare bella figura

Torta con pere e cioccolatoLa crostata con pere e cioccolato è un dolce molto interessante che coniuga tradizione e sperimentazione. Il primo particolare aspetto è dato dalla frolla, che è arricchita dalla presenza della crema pasticcera. Il secondo aspetto da prendere in considerazione è la presenza delle pere, che per l’occasione vengono caramellate nello zucchero di canna.

Il sapore della crema pasticcera, del cioccolato e delle pere si amalgama alla perfezione per formare un ripieno eccentrico, che stupisce ad ogni assaggio. In definitiva è una crostata da sfoderare nelle migliori occasioni, quando fare bella figura è un imperativo.

Crostate: una carrellata di ricette facili

Concludo questo articolo con le crostate facili, ossia con delle ricette che spiccano per la rapidità di preparazione. Nella maggior parte dei casi compare la frutta, non come guarnizione ma come vero e proprio ripieno.

Crostata al mango

Crostata al mangoLa crostata al mango è una ricetta veloce da realizzare in quanto è dotata di un ripieno semplice. Questo dolce chiama in causa la crema pasticcera in una versione light, che non prevede l’impiego di farina ma solo un po’ di amido. Al posto della farina troviamo la panna, che aggiunge un sapore di latte e una nota ancora più dolce.

A fungere da protagonista, tuttavia, è il mango. Il frutto viene posto alla fine a mo’ di guarnizione, attirando l’attenzione dei più golosi. Per l’occasione vi consiglio di tagliare il mango a fette regolari e disporlo a raggiera, in modo da creare l’effetto “petali di fiore”.

Crostata con ananas e pistacchio: un dolce semplice e gustoso

Crostata con ananas e pistacchioLa crostata con anans e pistacchio è molto semplice da realizzare, ma a suo modo complessa visto che integra l’ananas, un frutto che raramente fa capolino nelle ricette di pasticceria. Il ripieno è dato anche in questo caso da una crema pasticcera semplificata, che fa a meno dell’uovo. In compenso, il ripieno viene arricchito da abbondante succo di ananas.

La guarnizione, infine, è affidata all’ananas fresco, che può essere sostituito da quello sciroppato o da quello candito.

Crostata con le nespole: un perfetto mix tra confettura e frutta fresca

Crostata di nespoleConcludo con una crostata che valorizza un frutto della tradizione, che viene associato alle ricette più antiche: la crostata alle nespole. Le nespole sono a metà strada tra prugne e albicocche, e possono offrire molto in pasticceria. A dimostrarlo è proprio questo dolce, che offre un elegante mix confettura-frutta fresca.

Anche in questo caso ho optato per una base a prova di celiaco, realizzata con le farine di riso e di mais, che sono le più utilizzate da chi non può assumere glutine. Questo tipo di farine messe insieme rendono bene quanto la farina di grano.

FAQ sulle crostate

Che differenza c’è tra torta e crostata?

La differenza principale tra torta e crostata risiede nella base. Nel primo caso è morbida e corrisponde spesso al pan di Spagna. Nel secondo caso è più dura o per meglio dire friabile, in quanto viene realizzata con la frolla. Inoltre, la crostata vanta spesso la proverbiale copertura “a griglia”.

Che teglia usare per fare la crostata?

Per preparare la crostata è sufficiente una teglia in metallo circolare. La più indicata è la teglia microforata, che spicca per la capacità di distribuire uniformemente il calore.

Che cosa è lo stampo furbo?

Lo stampo furbo è uno stampo particolare, il cui fondo contiene un incavo. In questo modo la frolla viene modellata per accogliere meglio la farcitura. Una volta cotta, la frolla va poi capovolta.

Che tipo di farina usare per la crostata?

Per le crostate si possono usare molte tipologie di farine. Si va dalla classica farina 00 a quelle integrali, passando ovviamente per le farine senza glutine: farina di riso, di mais, di grano saraceno, farina di teff, di fonio, di sorgo e molte altre ancora.

Come si toglie la crostata dallo stampo?

Spesso è sufficiente aspettare qualche minuto per rimuovere senza problemi la crostata dallo stampo. In alternativa è possibile ungere il fondo della teglia con un po’ di olio e di burro.

Quanto tempo si conserva una crostata?

La crostata si conserva per 3-4 giorni. Per quanto concerne il luogo di conservazione dipende dal ripieno. Se il ripieno è composto da frutta fresca le crostate vanno conservate in frigo, altrimenti vanno conservate a temperatura ambiente. In ogni caso devono essere ben coperte.

Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

copertina torte fredde

Le torte fredde: utili consigli per dei dolci...

Torte fredde, un must della pasticceria occidentale Le torte fredde sono perfette in estate e ottime anche d'inverno. Morbide, gustose e facili da preparare. E’ con entusiasmo che vi propongo un...

eventi senza glutine

Come organizzare eventi senza glutine: consigli e soluzioni

Organizzare eventi senza glutine è veramente così difficile? Organizzare eventi senza glutine, in casa o in una sala ricevimenti, può rappresentare una sfida per un celiaco. Il motivo è sempre...

le lumache

Ricette con le lumache: una guida per cucinarle...

Ricette con le lumache, delle ricette gourmet da gustare Oggi vi propongo una guida completa sulla lumache. Vi parlerò del ruolo che le lumache possono giocare in cucina, di come trattarle, pulirle...

logo_print