Pomodori verdi sott’olio, un classico per la dispensa

Pomodori verdi sott olio
Commenti: 2 - Stampa

Pomodori verdi sott’olio , un classico per la dispensa. Coi primi freddi i pomodori non maturano più. Però in cucina si possono ugualmente utilizzare in modi diversi. Si può fare la confettura ma si possono conservare in vasi per l’inverno.

E’ una  preparazione buonissima e sfiziosa che è anche molto semplice da realizzare, anche se non siete alle prime armi con le conserve.La preparazione di questa ricetta è un po’ lunga ma è quasi tutto tempo di riposo tra un passaggio e l’altro quindi nel frattempo potete dedicarvi ad altre attività.

Li faceva sempre mia suocera e io non so perché non li ho mai preparati e non gli ho mai dato importanza. Sicuramente per pigrizia, visti i passaggi da fare, perché in realtà non sono per niente difficili da fare. Decisamente laboriosi, ma non difficili!

Pomodori verdi per i tuoi antipasti

Parlare di questi pomodori verdi sott’olio ci permette di soffermarci sulle proprietà benefiche di una verdura fondamentale per la salute. Quali sono? Tra le più importanti possiamo ricordare la presenza del licopene, una sostanza che fa la differenza quando si tratta di prevenire il cancro.

Pomodori verdi sott'olio

I pomodori stimolano inoltre la produzione di carnitina, un amminoacido che contribuisce a ottimizzare lo smaltimento dei lipidi. I pomodori sono utili anche per prevenire l’osteoporosi e per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue.

A cosa abbinare questa conserva?

Questi pomodori verdi sott’olio sono perfetti per dare carattere ai piatti che si portano in tavola! Ottimi per i celiaci e per gli intolleranti al lattosio, fanno davvero la differenza quando si tratta d’insaporire un formaggio, specie se moto stagionato e quindi particolarmente saporito.

Per portare in tavola delle preparazioni adatte a chi ha problemi d’intolleranza al lattosio non è necessario strafare. A volte basta aprire la dispensa per rendersi conto di avere la possibilità di giocare a livello creativo. A me la cucina piace proprio per questo e da quando ho scoperto di essere intollerante forse di più!

Non si finisce mai d’imparare e ogni occasione è buona per scoprire nuovi abbinamenti e per ingegnarsi per presentare qualcosa di speciale. Oggi vi propongo questi pomodori verdi sott olio . Non vi resta che raccogliere tutti gli ingredienti per prepararli e correre in cucina!

Basta davvero poco per dare vita a una prelibatezza che vi farà fare un figurone con i vostri ospiti. Provare per credere! Sarà un vero successo!

Ed ecco la ricetta dei Pomodori verdi sott’olio

Ingredienti per 4 vasi:

  • 1 kg. di pomodori verdi, sodi e sani
  • 1/2 kg. di cipolle bianche
  • q.b. sale grosso
  • q.b. aceto bianco
  • 1 lt. di olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • peperoncino a piacere

Preparazione

Lavate ed asciugate al sole i pomodori verdi. Tagliateli a tocchetti piccoli e metteteli in una ciotola e cospargeteli di sale grosso. Lasciateli riposare un minimo di 3/4 ore, in modo che perdano l’acqua in eccesso.

A questo punto scolateli dall’acqua che avranno dato.Pelate le cipolle e tagliate a dadini

Versate pomodori e cipolle in una grossa insalatiera e ricopriteli di aceto bianco e lasciateli a macerare per una giornata intera.

Il giorno successivo scolati dall’aceto, mettete in barattoli sterilizzati, alternandoli con spicchi di aglio ed eventualmente  il peperoncino tagliato a piccoli pezzettini. Ricoprite di olio d’oliva fino a ricoprirli e chiudete ermeticamente i barattoli.

Lasciate riposare i barattoli per circa 2 mesi in un luogo fresco ed al buio prima della consumazione.

Il sistema di conservazione dei pomodori abbina l’aceto e l’olio per garantire che l’alimento venga depurato e sterilizzato perfettamente e possa quindi essere conservato senza il rischio che si formino tossine dannose per l’organismo. Come per tutte le preparazioni di questo genere, è comunque basilare la pulizia preliminare del prodotto.

4.2/5 (6 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Pomodori verdi sott’olio, un classico per la dispensa

  • Ven 27 Ago 2021 | Maurizio ha detto:

    Sei un fenomeno ! Co cipolle, che buono!!!

    • Sab 28 Ago 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Grazie Maurizio, è una ricetta tramandata dalla nonna Anna.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gelatina di ribes

Gelatina di ribes, un alleato in cucina

Gelatina di ribes, usi e applicazioni La gelatina di ribes rosso può essere preparata tranquillamente in casa, dal momento che richiede giusto un paio di ingredienti e non pone in essere...

Uva spina sotto spirito

Uva spina sotto spirito, una preparazione versatile

Uva spina sotto spirito, una preparazione dai tanti usi L’uva spina sotto spirito è la classica ricetta della nonna, ossia una conserva fatta in casa che fa riferimento alla migliore tradizione...

Confettura di uva spina

Confettura di uva spina, una confettura buona e...

Confettura di uva spina, una confettura fuori dal comune La confettura di uva spina è una confettura fuori dal comune. Il motivo risiede nelle peculiarità dell’ingrediente principale, ossia...

aglio marinato

Aglio marinato, una conserva buona e digeribile

Aglio marinato, un’idea utile L’aglio marinato è una splendida idea per una conserva diversa dal solito. Quando si parla di conserva si fa spesso riferimento ai pomodori, melanzane e ortaggi...

Cetrioli sotto aceto

Cetrioli sotto aceto con erbe aromatiche, un’idea sfiziosa

Cetrioli sotto aceto con erbe aromatiche, un contorno sfizioso I cetrioli sotto aceto con erbe aromatiche sono una splendida idea per un contorno rapido, saporito e leggero. La ricetta è molto...

Limoni confit

Limoni confit, come valorizzare un celebre agrume

Limoni confit, un’idea della cucina marocchina I limoni confit, o limoni sotto sale, rappresentano un unicum in questa categoria. Con il termine confit si intende in realtà un metodo di cottura...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


15-09-2012
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti