Idee per la Festa di San Patrizio o Saint Patrick’s Day

Festa di San Patrizio
Stampa

Festa di San Patrizio o Saint Patrick’s Day, non solo una festa irlandese

Quale migliore occasione dalla festa di San Patrizio, Saint Patrick’s Day, per fare la conoscenza della cucina irlandese? Una cucina certo diversa dalla nostra, ma che può regalare molte soddisfazioni anche ad un palato “mediterraneo”, ecco perché vi voglio proporre un menù unico per la festa di San Patrizio. La tradizione “irish” si caratterizza per la presenza di molte varianti di torta salata, che però vengono concepite in un modo particolare. La farcitura, per esempio, è molto abbondante e contiene quasi sempre la carne. Un altro tratto tipico della cucina irlandese è l’importanza conferita alle zuppe, che sono molto corpose e non di rado fungono da pasto unico. Come non citare, poi, uno degli “ingredienti” simbolo dell’Irlanda, ovvero la birra scura. Lungi dall’essere solo una bevanda, è anche la protagonista di molti piatti.

Di seguito vi presento alcuni piatti della cucina irlandese, occasionalmente rivisitati per renderli più affini al palato italiano e compatibili con i regimi dietetici degli intolleranti. Possono essere preparati ad ogni occasione, ma possono comporre un menù delizioso per il Saint Patrick’s Day. Si tratta di una festa marcatamente irlandese, ma ormai diffusa un po’ in tutto il mondo, apprezzata per la goliardia che la caratterizza e per il clima di allegria che genera. La festa ha un’origine religiosa, infatti celebra San Patrizio, il vescovo che nel lontano VI secolo ha evangelizzato gli irlandesi.

Primi, secondi e piatti unici per il Saint Patrick’s Day

ColcannonIniziamo il nostro menù per Saint Patrick’s Day seguendo un criterio all’italiana, ovvero iniziando con un primo, per poi passare ai secondi e ai piatti unici. Se parliamo di primo, è impossibile non citare il Colcannon, la zuppa irlandese per eccellenza, così amata da essere preparata anche in occasione di altre ricorrenze (come Halloween). E’ apprezzata sia per il gusto che per i valori nutrizionali, contiene, infatti, alcuni ingredienti “preziosi” come la verza e le patate. Ad ogni modo è essenzialmente una zuppa al latte, dal momento che ne va inserito almeno un bicchiere ogni quattro porzioni.

Un piatto che può fungere da primo è la fonduta alla birra, una ricetta che ricorda le nostre fondute, per quanto contenga un ingrediente particolare, ossia la birra scura. Essa viene aggiunta al mix di formaggi poco prima di passare alla cottura. Tra parentesi, i formaggi che propongo in questa ricetta sono tutti senza lattosio, oltre che squisiti.irish stew

Passando ai secondi, è impossibile non citare l’irish stew, ovvero lo stufato di agnello. Si tratta di una ricetta classica che condivide molto con gli stufati all’italiana, ma che racchiude tutto lo spirito irlandese. La protagonista, ovviamente, è la carne d’agnello, che viene cotta a lungo insieme alle patate, alle cipolle e alle carote, fino a diventare un tutt’uno con questi ingredienti.

Alcune torte salate, ideali per la Festa di San Patrizio o Saint Patrick’s Day

E’ ora il turno delle torte salate per Saint Patrick’s Day, che a dire il vero, vista l’abbondanza delle farcitura, possono essere considerate dei pasticci. Una delle più buone in assoluto è la Shepherd‘s pie’s, la torta del pastore. Essa è realizzata con la carne di manzo macinata, valorizzata dalla particolarissima e “anglosassone” salsa Worcester. La copertura è realizzata, invece, con la purea di patate, che rappresenta un elemento di discontinuità rispetto alla maggior parte delle torte salate.Torta di manzo alla birra scura

Una “pie” più tradizionale è la torta di manzo alla birra scura. In questa ricetta si presenta con la pasta sfoglia, che racchiude un corposo ripieno realizzato con polpa di manzo e pomodoro. La particolarità, almeno per i palati italiani, è l’importanza conferita alla birra scura, che valorizza gli ingredienti e dona loro un gradevole sentore amarognolo.

Dolci e bevande, come concludere in bellezza la festa

In un menù perfetto per Saint Patrick’s Day non possono mancare i dolci. D’altronde, la cucina irlandese si fregia anche di una buona pasticceria. A dimostrarlo sono le cupcake presenti in tantissime varianti. Qui vi presento una variante con banana, mela e sorgo, molto semplice da preparare, gustosa e dal buon impatto visivo. Un ruolo importante gioca la decorazione, che va realizzata con la pasta da zucchero, possibilmente di colore verde in modo da riprodurre i motivi che rievocano la cultura irlandese.

Trifle

Un dolce tipico dell’Irlanda, per quanto alcuni credano sia originario della Francia, è il trifle. Esso è realizzato con una crema pasticciera tutto sommato classica, valorizzata da fragole e succo di limone. Un dolce allo stesso tempo dal sapore corposo e molto fresco, che può essere consumato anche a merenda.

Concludo con un consiglio “lato bevande”. Mi riferisco al Baileys, l’irish cream per eccellenza apprezzato in tutto il mondo. In particolare vi consiglio l’Almande Baileys Vegan, realizzato senza prodotti di origine animale e naturalmente privo di glutine e lattosio. Nell’articolo dedicato all’Almande Baileys vi riporto la ricette di tre cocktail ideati dal famoso bartender Gabriele Stillitani. Tre cocktail semplici da preparare ma che vi faranno fare bella figura con i vostri commensali.

E pe finire … Un dolce che non può mancare per il Saint Patrick’s Day, e che in un certo senso rappresenta questo evento, è la Cake. Si tratta di una torta realizzata con uova, zucchero di canna, luppolo macinato e due tipi di farine dalle eccellenti proprietà, come quella di lenticchie rosse e di castagne. La bagna è ottenuta con malto di riso e birra consentita, invece per il ripieno e la decorazione troviamo la panna consentita, i marroni a pezzi ed il formaggio spalmabile consentito. Il tutto è ricoperto con pasta di zucchero verde che riproduce gli elementi tipici di questa festa come il trifoglio, il cappello e la croce celtica.

La Cake per San Patrick , come suggerisce il nome, è il dolce ideale per festeggiare questa ricorrenza irlandese. Una ricorrenza che, partendo dall’isola britannica, si è ormai diffusa in tutto il mondo e non solo nei paesi caratterizzati da una forte presenza irlandese. Il motivo è semplice: pur nascendo come una festività religiosa, la ricorrenza ha assunto toni goliardici, diventando un’occasione per stare assieme e in allegria, magari sorseggiando della buona birra. Spirito, questo, che si ritrova anche nella torta per la festa di San Patrizio, che è un dolce “allegro”, colorato e realizzato anche con la birra.

La birra, infatti, viene impiegata per la bagna, e sostituisce i tradizionali alcolici. Il risultato è molto interessante, e si distingue dalle bagne preparate in genere per i dolci con il pan di Spagna. Il consiglio è di utilizzare la birra senza glutine, in modo che il dolce possa risultare compatibile con i regimi alimentari di chi soffre di intolleranza a questa sostanza e dei celiaci.

Cake San Patrrick

Il segreto della Cake per San Patrick

Il vero segreto della Cake per San Patrick, però, non risiede né nella bagna né nel pan di Spagna (di cui parleremo nel prossimo paragrafo), bensì nel formaggio Exquisa Fresco cremoso  senza lattosio. Si tratta di un prodotto particolare. In primis, perché è di certificata qualità, realizzata con la migliore materia prima, inoltre è gustoso e relativamente poco calorico. Secondariamente perché è senza lattosio, in modo che possa essere consumato anche dagli intolleranti a questa sostanza.

Non dovete pensare alla rimozione del lattosio come a un qualcosa di chimico. Anche perché più che di rimozione si parla di scissione. Infatti il lattosio viene scisso in galattosio e glucosio, processo che avviene nell’intestino, ma che risulta difficile per gli intolleranti al lattosio. Semplicemente, in fase di produzione, la materia prima viene sottoposta all’enzima lattasi. Il formaggio spalmabile senza lattosio di Exquisa è la dimostrazione della capacità di questa azienda di coniugare il mangiar bene con il mangiar sano, il tutto in una prospettiva di accessibilità.

Le speciali farine utilizzate nella nostra preparazione

Uno dei punti di forza della Cake per San Patrick è il pan di Spagna, che è realizzato con farine speciali: quella di castagne e quella di lenticchie. Entrambe hanno almeno una particolarità, ossia sono senza glutine, dunque possono essere consumate sia dagli intolleranti al glutine sia dai celiaci. Per il resto, si caratterizzano anche per importanti proprietà nutrizionali.

La farina di lenticchie, per esempio, si distingue per un elevato contenuto proteico e di carboidrati, rispetto alle farine attualmente in circolazione; ha inoltre un’importante azione diuretica. La farina di castagne, invece, si caratterizza per l’apporto di grassi “buoni”, e in particolare di acidi grassi omega tre, che tra le altre cose prevengono le malattie cardiovascolari e contribuiscono a mettere al riparo il cervello dal declino cognitivo.

Cupcake con mela e banana

Se preferite potete preparare i Cupcakes con mela e banana

Il cupcake con mela e banana è un dolcetto monoporzione molto semplice da preparare. E’ adatto per ogni occasiona, ma può anche essere considerato un dolce adatto proprio al Saint Patrick’s Day, se si opta per una decorazione a tema. Esso è data dalla pasta da zucchero, che per l’occasione dovrebbe essere tinta di verde, colore simbolo della ricorrenza e, più in generale, dell’Irlanda. Ad ogni modo, questo cupcake spicca per gusto e valori nutrizionali, caratteristica niente affatto scontata quando si parla di dolci. Il merito va alla scelta degli ingredienti, che non lasciano nulla al caso. E’ presente la farina di sorgo, adatta in particolar modo ai celiaci in quanto non contiene glutine, come anche la mela e la banana

Tutta la bontà della farina di sorgo

Ho pensato a questo cupcake con mela e banana come ad una ricetta riservata al Saint’s Patrick Day, ma anche come a un dolce adatto al consumo da parte dei celiaci e degli intolleranti al glutine. Infatti, al posto della farina classica contiene la farina di sorgo, che è totalmente gluten-free. Questo tipo di cereale viene coltivato soprattutto in Estremo Oriente e vanta numerosi pregi. E’ altamente digeribile grazie alle buone concentrazioni di fibre, inoltre è ricco di vitamine e sali minerali. In particolare contiene ferro, calcio, potassio, vitamina B3 e vitamina E.

Il sorgo è anche un’ottima fonte di antiossidanti naturali, che possono svolgere un’importante funzione anticancro. Per quanto concerne l’apporto calorico siamo su livelli leggermente inferiori ad altre farine, nello specifico un etto di farina di sorgo apporta 327 kcal. La farina di sorgo si caratterizza per le buone capacità panificatorie, a differenza di altre farine alternative (come quella di riso). In questa cupcake la farina va aggiunta alla “maionese”, realizzata con sale, uova e olio, per poi essere frullata insieme agli altri ingredienti. Siamo di fronte, quindi, ad una ricetta estremamente semplice e alla portata di chi non ha mai realizzato un dolce in vita sua.

Ecco la ricetta dei Cupcake con mela e banana:

Ingredienti per circa 15 cupcakes:

  • 140 gr. di banane mature,
  • 100 gr. di mela qualità renetta cotta al forno,
  • 140 gr. di uova,
  • 240 gr. di zucchero,
  • 60 gr. di olio di semi di girasole,
  • 4 gr. di lievito,
  • 200 gr. di farina di sorgo,
  • q. b. di pasta di zucchero,
  • 40 gr. di amido di riso.

Preparazione:

Per la preparazione del cupcake con mela e banana iniziate versando le uova, il sale e l’olio di semi in un contenitore abbastanza alto. Poi frullate con il frullatore ad immersione fino a creare una specie di maionese. Unite le banane e gli altri ingredienti, poi frullate ancora fino ad ottenere un composto dalla texture omogenea.

Distribuite il composto negli stampi da cupcake, infine cuocete al forno a 180 gradi per circa 25 minuti. Per concludere, decorate con la pasta da zucchero come meglio credete. Il consiglio è di abbondare “con il verde”, in modo da creare dei cupcake a tema che rievocano l’Irlanda e la festa di San Patrizio.

Ecco la ricetta della Cake per San Patrick:

Ingredienti:

Per il pan di Spagna:

  • 300 gr. di uova intere;
  • 150 gr. di zucchero di canna;
  • 100 gr di farina di castagne;
  • 100 gr. di farina di lenticchie rosse;
  • 2 gr. di luppolo macinato.

Per la bagna:

  • 100 gr. di acqua;
  • 50 gr. di malto di riso;
  • 30 gr. di birra consentita.

Per il ripieno e la decorazione:

Preparazione:

Per la preparazione della Cake per San Patrick iniziate preparando il pan di Spagna. Montate a velocità media le uova, lo zucchero di canna ed il luppolo macinato fino a ricavarne una montata spumosa simile ad un pan di Spagna (il volume deve risultare raddoppiato). Per regolarvi, fate la prova della frusta: se il composto lascia un filo che rimane sospeso sulla frusta, allora il preparato è pronto. Aggiungete con gradualità le farine di castagne e lenticchie già setacciate. Poi posizionate il composto nello stampo, già oliato e infarinato, e cuocete immediatamente al forno per 10-15 minuti; il forno deve essere preriscaldato a 180 gradi. Nel frattempo occupatevi della bagna: molto semplicemente portate ad ebollizione tutti gli ingredienti posti in un pentolino, poi fate raffreddare.

Infine occupatevi del ripieno, che fungerà anche da decorazione: mescolate il formaggio e la panna, e montate come se doveste preparare una panna montata. Adesso componete il dolce. Dividete il pan di spagna in un due parti, di cui una fungerà da base. Inzuppate la base di pan di Spagna nella bagna e posizionate un po’ di ripieno, arricchendo la superficie con i marroni tagliati a pezzettini. Posizionate l’altra parte del pan di Spagna e bagnate anch’essa con la bagna. Fate raffreddare in frigorifero per qualche ora. Trascorso il tempo necessario, tirare la torta fuori dal frigo e stendete un po’ di ripieno su tutta la superficie della torta, poi stendete la pasta da zucchero per coprire la torta, fino a raggiungere uno spessore di 0,3 cm. In questa fase potete, sempre con la pasta di zucchero, decorare a piacere.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


16-03-2021
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti