Colazione irlandese, alcune ricette davvero golose

Colazione irlandese
Stampa

Colazione irlandese, le differenze con la colazione italiana

Il concetto di Irish Breakfast va oltre il suo significato letterale. Non stiamo parlando, infatti, di una generica colazione irlandese, ovvero del modo con cui gli irlandesi preparano e consumano la colazione, bensì di un menù ben codificato, uguale a se stesso da qualche secolo a questa parte, benché si segnalino alcune varianti regionali. Un menù abbondante, che fonde le caratteristiche della classica colazione intercontinentale con le specificità della gastronomia irlandese, che certo non manca di stupire per la diversità non solo rispetto a quella italiana, come è logico, ma anche a quella del Regno Unito. Il riferimento è, in particolare, alla presenza fissa di alcuni ingredienti, come il salmone e il pane di soda.

A parte ciò, la colazione irlandese, o Irish Breakfast se preferite, si caratterizza per una particolare abbondanza. Siamo nell’ambito delle colazioni “complete”, sia dolci che salate, tipiche delle culture che elevano la colazione a pasto principale della giornata. Una concezione radicalmente diversa rispetto a quella mediterranea, che “sposta” il soddisfacimento del fabbisogno quotidiano soprattutto a pranzo e, in misura minore, a cena. Carboidrati, proteine, sali minerali e vitamine, la colazione irlandese apporta tutti questi nutrienti ed è in grado di soddisfare anche il più “mediterraneo” dei palati.

Colazione Irlandese, ingredienti e approcci

Volendo entrare un po’ nel dettaglio, tra gli alimenti tipici della colazione irlandese, che rappresentano una specificità non condivisa da altre culture gastronomiche, è impossibile non citare il Irish soda bread e il salmone. Quante volte avete consumato del salmone a colazione? Immagino poche. Ebbene, agli irlandesi piace molto e fa parte della loro cultura. Si tratta di un’abitudine tutto sommato sana, se si considera l’apporto proteico e di grassi “buoni” (omega tre) che il salmone garantisce.

L’ Irish soda bread, invece, è una specialità irlandese. Si realizza con il bicabornato di sodio, che garantisce una certa morbidezza. In compenso, è realizzato senza lievito, tuttavia è molto difficile trovare questo tipo di pane in Italia. Potete decidere di prepararlo voi in completa autonomia, oppure optare per del pane ai cereali non lievitato, che al palato appare molto simile. Questo pane si accompagna col salmone, con del buon formaggio spalmabile, con verdure a foglia verde o rucola.
Irish soda bread
Per il resto, si segnalano alcune abitudini che forse non sono un’esclusiva dell’Irlanda, ma comunque segnano una profonda differenza con gli approcci mediterranei. Il riferimento, in particolare, è al burro come supporto alla frittura. Niente olio per friggere nella cucina irlandese, bensì burro rigorosamente chiarificato. Anche perché si tratta dell’unica variante in grado di sopportare le alte temperature.

Due ricette salate per una colazione unica

Fagottini della CornovagliaE ora passiamo alle ricette per una buona colazione irlandese. Iniziamo con quelle salate. La prima della lista è il fagottino della Cornovaglia. Molti di voi avranno già storto il naso, infatti la Cornovaglia si trova in Inghilterra! E’ vero, ma è altrettanto vero che questa pietanza è diffusa sia in Cornovaglia che in Irlanda. Ad ogni modo, si tratta di una specie di tortino salato realizzato con pasta sfoglia e trito di manzo, con quest’ultimo che forma un corposo e gustoso ripieno. Spesso e volentieri, il ripieno è valorizzato dalla presenza delle patate.

Un’altra ricetta salata è quella delle bruschette irlandesi, che si realizzano con il già citato bruschette irlandesipane di soda, al quale si aggiunge del buon formaggio spalmabile e il salmone. Esistono molte varianti di questa pietanza, alcune più  leggere altre più corpose. Per esempio, alcuni sostituiscono il formaggio con del burro aromatizzato, magari alla senape e al salmone. Per i puristi, esiste una variante con una salsina particolare, a metà strada tra la tartara e la remoulade. In ogni caso, è concesso un certo margine di discrezione in quanto a scelta degli ingredienti.

Due dolci immancabili per una colazione irlandese

crumpetsSe si parla di dolci della colazione irlandese è impossibile non citare i crumpets. Questi possono essere definiti come i pancake della tradizione irlandese, per quanto siamo diversi come consistenza, infatti in questo caso risultano più morbidi. Vengono valorizzati dal burro e dalla marmellata, che ne rappresentano l’accompagnamento tipico. Esiste comunque una versione salata dei crumpets, che fungono un po’ da finger food. In questo caso, vengono consumati insieme al formaggio, magari il tipico cashel blue (un latticino spalmabile) o il più comune e conosciuto cheddar.

Irish Scones

Infine, vorrei parlare degli Irish Scones. Probabilmente sono i dolci irlandesi più famosi all’estero. Sono davvero particolari in quanto a metà strada tra una faccina e un grosso biscotto, piacciono per la consistenza e per il sapore, che risulta sia corposo che delicato. Gli Irish Scones si consumano a colazione, ma anche a merenda, magari accompagnati da una buona tazza di tè. Sono consumati anche in occasione della Festa di San Patrizio, che è festeggiata anche al di fuori del confini irlandesi (e in Italia).

CONDIVIDI SU
18-03-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti