bg header
logo_print

Irish stew, stufato di agnello dallo spirito coriaceo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

irish stew
Ricette per intolleranti, Cucina Irlandese, St. Patrick
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 02 ore 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4/5 (1 Recensione)

Dopo aver avuto la fortuna di immergermi nelle festività di San Patrizio direttamente in Irlanda, sono tornata con il cuore pieno di ricordi e il palato sazio di delizie.  L’Irish Stew, l’indiscusso protagonista, è solo l’inizio. Durante la mia visita, ho avuto l’opportunità di gustare una vasta gamma di piatti, dai classici come Boxty e Colcannon, alle colazioni sostanziose come l’Irish Breakfast, ai dolci unici come il Barmbrack. Ogni piatto racconta una storia, un aneddoto o una tradizione che rende la cucina irlandese così speciale e autentica.

Cerchero’ di proseguire il mio percorso e prima o poi troverete tutte le ricette dettagliate e storie affascinanti dietro ogni piatto, ma anche aneddoti personali, consigli e come replicare queste delizie a casa vostra.

Preparatevi a un’avventura culinaria attraverso le verdi colline irlandesi, a un viaggio tra i sapori autentici e le tradizioni secolari. Lasciatevi trasportare dal calore di una terra generosa e dalla sua gente accogliente. Sláinte e buon appetito!

Ricetta irish stew o irish stew recipe

Preparazione irish stew

Per la preparazione dell’irish stew iniziate sbucciando le patate e tagliandole grossolanamente. Sciacquate la cipolla, sbucciatela e ricavate delle fette abbastanza spesse. Pelate le carote, lavatele e fatele a rondelle. Infine tagliate l’agnello a pezzi di media grandezza.

Versate tutti questi ingredienti in una pentola sufficientemente grande, iniziando dalle cipolle (non tutte), poi mettete le carote e la carne. Date una regolata di sale, di pepe e aggiungete un po’ di timo. Concludete versando le cipolle restanti, le patate e un altro po’ di timo. A questo punto versate acqua a sufficienza per coprire per bene gli ingredienti. Cuocete a fuoco moderato con il coperchio per circa due ore e mezzo, integrando un po’ di acqua alla bisogna. Servite il piatto non eccessivamente caldo.

Ingredienti irish stew

  • 800 gr. di agnello
  • 700 gr. di patate
  • 5 cipolle
  • 2 carote
  • 1 cucchiaio di timo fresco
  • q. b. di sale
  • q. b. di pepe.

Irish stew, lo stufato irlandese per la festa di San Patrizio

L’irish stew o Stobhach Gaelach è una delle ricette irlandesi tra le più amate in assoluto. Per gli irlandesi doc è uno dei piatti ai quali non si può di certo rinunciare, si tratta di un secondo piatto capace di portare in tavola gusto, benessere e tradizione. L’Irish Stew combina in modo sublime il gusto delicato ma deciso della carne di agnello e quello ricco delle patate, determinando un risultato davvero eccellente. Questo stufato è uno dei piatti tipici che in Irlanda viene preparato in occasione della festa di San Patrizio. Inoltre, la lunga cottura regala una carne tenerissima, accompagnata dalle tradizionali patate, dalle cipolle, dalle carote e da aromi vari che contribuiscono ad insaporire ancor di più la pietanza e a gustare ogni singolo boccone.

Anche se da un lato l’irish stew segue la regola della ricetta che vuole l’agnello protagonista del piatto, dall’altra parte è anche vero che, in origine, a questa carne veniva sostituita quella di montone. Al di là di quelle che possono essere considerate delle costanti, è doveroso far presente che questo piatto succulento può subire delle variazioni a seconda delle regioni irlandesi in cui viene preparato. Ma, in ogni caso, vi è un minimo comune denominatore, ossia l’irish stew deve essere cremoso e la carne deve trasformarsi in un tutt’uno con gli altri ingredienti.

Irish stew, una ricetta popolare dalle mille varianti

L’Irish Stew è uno dei piatti forti della tradizione irlandese e, su questo, non c’è alcun dubbio. E’ un pasto ideale per affrontare le fredde giornate invernali, riscaldando corpo e mente. Nel giorno di San Patrizio questo piatto non può mancare sulle tavole irlandesi, un modo perfetto per onorare questa straordinaria festa è quello di cucinare i piatti della tradizione. L’irish stew è un secondo completo e frutto di una lunga preparazione. Celebrare così il Saint Patrick’s day è davvero un piacere, soprattutto per il palato.

irish stew

Sulla ricetta perfetta ci sono diverse correnti di pensiero, infatti tanti sono i sostenitori della preparazione del piatto a base di carne di montone e patate, ma dall’altra parte c’è chi assegna qualche punto in più alla carne di agnello con l’aggiunta di cipolle e carote. Ma, ancora, c’è chi addirittura aggiunge cereali come il farro oppure verdure varie, proponendo una rivisitazione della ricetta originale targata Ireland.

Le proprietà della carne di agnello

La carne di agnello, utilizzata nel nostro irish stew, non è eccessivamente ricca di grassi saturi ed è un’ottima fonte di proteine, che si caratterizzano per l’elevato valore biologico.  Anche i sali minerali – tra cui ferro e potassio – sono presenti in buona quantità e donano benessere e salute all’organismo, sul quale agiscono in modo benefico.

Questo tipo di carne è un alimento ideale per chi segue un regime alimentare ipocalorico, infatti non contiene né carboidrati né tantomeno fibre, inoltre ha un apporto calorico tutto sommato moderato. Infatti, per ogni 100 grammi consumati, si contano poco meno di 300 calorie. Insomma, si tratta di un alimento che non dovrebbe mai mancare in tavola, soprattutto nel periodo invernale.

L’Irish Stew: una delizia dalle verdi terre d’Irlanda

L’Irish Stew, o stufato irlandese, è uno di quei piatti che evoca la storia e la cultura di un intero paese. Come molte delle migliori ricette tradizionali, è nato dalla necessità e dall’ingegno, combinando ingredienti semplici ma nutrienti disponibili localmente.

La ricetta originale, che affonda le sue radici in tempi antichi, prevedeva l’uso del montone. Questo perché, in passato, la carne di montone era più facilmente accessibile e rappresentava una scelta economica per le famiglie. Tuttavia, col passare del tempo e con i cambiamenti nelle abitudini alimentari, l’agnello, con la sua carne tenera e saporita, è diventato l’ingrediente prediletto per questa preparazione.

La magia dell’Irish Stew risiede nella sua cottura lenta. La carne viene lasciata cuocere a fuoco lento per ore, permettendo non solo di ammorbidirla, ma anche di assorbire tutti i sapori degli ingredienti che la accompagnano. Questo metodo di cottura trasforma gli ingredienti più umili in un piatto ricco e confortante.

E mentre carne, patate e cipolle sono i protagonisti indiscussi di questo stufato, nel corso degli anni, molte variazioni sono nate in diverse parti dell’Irlanda. In alcune versioni, ad esempio, troviamo l’aggiunta di carote, rape o l’orzo perlato, che dona una consistenza particolare allo stufato e lo arricchisce ulteriormente.

Ogni anno, quando arriva il 17 marzo, giorno di San Patrizio, l’Irish Stew diventa il protagonista indiscusso delle tavole irlandesi, ma anche di quelle di chi, in ogni parte del mondo, vuole celebrare la cultura irlandese. È un piatto che, con la sua semplicità e ricchezza, rappresenta al meglio la generosità e la calore del popolo irlandese. Buon appetito e… Sláinte!

Ed ecco alcuni piatti tipici irlandesi

La cucina irlandese, con le sue radici profonde nella tradizione agricola del paese, offre una varietà di piatti sostanziosi e confortanti. Ecco alcuni dei piatti tradizionali più amati dell’Irlanda:

  • Boxty: Si tratta di una sorta di pancake di patate. Viene preparato grattugiando le patate crude e mescolandole con le patate cotte e schiacciate. Questo impasto viene poi fritto fino a diventare croccante all’esterno e morbido all’interno.
  • Coddle: Un stufato di salsicce e pancetta con patate e cipolle, cotto lentamente fino a quando tutti gli ingredienti sono teneri e saporiti.
  • Colcannon: Un purè di patate tradizionale mescolato con cavolo o verza e, a volte, cipolla verde. Spesso viene servito con una noce di burro fusa al centro.
  • Barmbrack: È un pane dolce irlandese, arricchito con uvetta e spezie. Tradizionalmente, viene servito intorno a Halloween con vari oggetti nascosti all’interno, come monete o anelli, utilizzati come sorta di “lettura della fortuna” per chi trova gli oggetti nel proprio pezzo.
  • Black and White Pudding: Salsicce irlandesi a base di sangue (per il Black Pudding) o senza sangue (per il White Pudding), tipicamente fatte con avena, spezie e, nel caso del Black Pudding, sangue di maiale.
  • Soda Bread: È un pane semplice fatto con bicarbonato di sodio come lievito, piuttosto che lievito tradizionale. Ha una crosta croccante e un interno morbido e può essere preparato in varie versioni, sia dolci che salate.
  • Irish Breakfast: Una colazione abbondante composta da salsicce, pancetta, uova, pomodori, funghi, Black e White Pudding e, naturalmente, Soda Bread.
  • Seafood Chowder: Un’abbondante zuppa di pesce a base di vari tipi di pesce e frutti di mare, patate, cipolle e panna.
  • Drisheen: Un pudding nero tradizionale di Cork, simile al Black Pudding ma fatto con il sangue di pecora o mucca e talvolta con l’aggiunta di latte.
  • Carrageen Moss Pudding: Un dolce a base di alga marina chiamata carrageen, latte, zucchero e vaniglia. Ha una consistenza gelatinosa e viene spesso servito con una salsa al lampone o al limone.

Questi sono solo alcuni dei numerosi piatti che compongono la ricca tradizione culinaria irlandese. Se hai l’occasione di visitare l’Irlanda, ti suggerisco di provare quanti più piatti possibile per immergerti veramente nella cultura e nella gastronomia del paese!

Ricette stufati ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...