Fonduta alla birra, tutto lo spirito del San Patrick Day

Fonduta alla birra
Commenti: 0 - Stampa

Il legame tra la fonduta alla birra e la Festa di San Patrizio

La fonduta alla birra è certamente uno dei piatti simbolo della Festa di San Patrizio. Fiumi di birra ed un numero infinito di brindisi, in Irlanda la festa di San Patrizio si caratterizza per i festeggiamenti vivaci e folcloristici in onore della Repubblica. Ma non solo, il 17 marzo è celebrato anche in cucina e vengono preparati per l’occasione del Saint Patrick’s day i piatti tipici della tradizione irlandese. E lo fonduta di birra è proprio tra questi! Non stupisce che essa sia particolarmente apprezzata in tutto il Paese e se, da un lato, gli irlandesi non ne possono fare a meno, dall’altro lato la fonduta di birra diventa uno dei piatti preferiti anche dai turisti. Per immergersi completamente nell’atmosfera di San Patrizio non è possibile non assaggiare questa pietanza straordinaria.

Formaggi vari, bacon e diversi aromi sono gli ingredienti principali di questo piatto che trova però la protagonista indiscussa ed assoluta nella birra. Del resto in Irlanda i boccali sono quasi sempre pieni e non solo per modo di dire, infatti la birra fa parte della tradizione ed è ideale  per celebrare San Patrizio. Ovviamente, per preparare questa ricetta della fonduta non si fa riferimento alla classica birra che siamo abituati a bere normalmente, ma a quella scura dell’Irlanda. E per il Saint Patrick’s day è proprio la birra ad essere uno degli ingredienti  più gettonati in assoluto. Inoltre, in questo giorno speciale per tutta l’Irlanda, tutto si tinge di verde e ai classici simboli di trifogli e bandiere nazionali si aggiungono anche i boccali pieni di “nettare irlandese”.

Fonduta alla birra, una delizia senza lattosio

La fonduta alla birra è un piatto da servire ancora caldo con il formaggio che fila e deve essere “raccolto” con il pane. Questa ricetta può essere preparata come primo, come secondo ma, anche, come antipasto o contorno in quanto è un piatto molto versatile. Ma la fonduta alla birra è anche un’occasione straordinaria per condividere bellissimi momenti in compagnia degli amici o delle persone più care che, in questo piatto, trovano certamente il miglior punto di incontro in assoluto.

Fonduta alla birra

Come avrete notato dalla lista degli ingredienti, i formaggi sono tutti senza lattosio e questa scelta rende questo piatto perfetto anche per coloro che sono intolleranti. In particolare, la lista degli ingredienti comprende alcuni tra i più buoni formaggi senza lattosio in circolazione: il Tilsiter Bayerland, l’Edamer Bayerland e l’Emmentaler Bayerland. Tutti e tre, ovviamente, nella loro variante lactose-free!

Il ruolo della birra scura

Certamente la birra scura più conosciuta al mondo è la Guinness, utilizzata nella preparazione della fonduta alla birra. Il sapore della Guinness è davvero inconfondibile e, in un certo senso, rivela molto della personalità di questa birra scura. Tra le sue caratteristiche principali, senza dubbio, vi è la sua schiuma che sembra quasi una crema perfettamente compatta e di colore bianco. Questi sono i  dettagli che rivelano l’identikit della birra irlandese per eccellenza. Ma non ci si può fermare qui, un’altra peculiarità che rende immediatamente riconoscibile la Guinness è il suo gusto che regala grandissime emozioni e coinvolge tutti i sensi. Leggermente tendente all’amarognolo, la birra scura è caratterizzata anche da un retrogusto che ripropone note di caffè e di cacao.

Insomma, un  gusto tostato che incanta e fa innamorare. In particolare, se prendiamo a modello la Guinness – che ha portato un po’ di Irlanda in qualsiasi altra parte del mondo – si rintraccia facilmente la motivazione che ha reso questa birra davvero inimitabile. Il segreto è l’acqua cristallina con la quale viene prodotta e grazie alla quale acquisisce un gusto che la etichetta come “irlandese originale”, rendendola perfettamente cremosa e corposa. È invece grazie al processo di tostatura dell’orzo che questa birra assume il suo caratteristico colore scuro, quasi nero che permette di identificarla nell’immediato.

La Guinness è la marca di birra irlandese più famosa e conosciuta in tutto il mondo e viene prodotta in Irlanda dal 1759 dalla Arthur Guinness Son & Co., nella sua fabbrica di Dublino. La guinness ha un aspetto e un sapore inconfondibili. La sua storia leggendaria legata all’Irlanda e a Dublino, insieme al suo modo unico di comunicare, fanno della Guinness un mito assoluto veicolato in ogni angolo del pianeta. In questa ricetta non abbiamo potuto utilizzarla perchè questo famoso marchio non ha ancora pensato ai celiaci. Abbiamo utilizzato una stout nazionale, ma nessuno vieta (se non avete problemi di intolleranze) di utilizzare l’originale per riproporre la ricetta.

Ecco la ricetta della fonduta alla birra:

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 g di bacon a dadini,
  • 200 gr. di Tilsiter Bayerland senza lattosio e a fette,
  • 200 gr. di formaggio Edamer Bayerland senza lattosio a fette,
  • 2 cucchiai di fecola di patate,
  • 200 gr. di formaggio Emmentaler Bayerland senza lattosio a fette,
  • 3 dl. di birra scura consentita,
  • 1 pizzico di noce moscata,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • q. b. di pepe macinato fresco,
  • fette di pane tostato consentite.

Preparazione:

Per la preparazione della fonduta alla birra iniziate facendo il bacon a cubetti. Riscaldate una padella molto ampia e rosolate a fuoco lento il bacon per renderlo croccante. Ora occupatevi della fonduta di formaggi, versate un giro d’olio nel caquelon e imbionditeci l’aglio. A questo punto, spegnete il fuoco. Grattuggiate il formaggio sul coquelon e unite la fecola di patate, mescolando fino ad ottenere una amalgama completa.

Versate la birra poco per volta e un po’ di noce moscata. Portate a bollore mescolando in continuazione e in modo abbastanza intenso. Abbassate la fiamma e fate cuocere fino a quando il formaggio non si sarà totalmente sciolto. Condite la fonduta a piacere e servite accompagnato con del buon pane tostato tagliato a dadini.

5/5 (470 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Zuppa messicana con tortillas

Zuppa messicana con tortillas, una meraviglia piccante

Zuppa messicana con tortillas, un piatto Tex-Mex La zuppa messicana con tortillas è una zuppa molto diversa da quelle della tradizione mediterranea. In primis sono diversi gli ingredienti, infatti...

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

overnight oatmeal

Overnight oatmeal, una colazione molto particolare

Overnight oatmeal, un’idea per una colazione diversa L’overnight oatmeal è una preparazione della tradizione anglosassone, che sta riscuotendo un certo successo pure dalle nostre parti. Anche...

Hawaiian Guava Cake

Hawaiian Guava Cake, un dolce dal sapore esotico

Hawaiian Guava Cake, un dolce tra sperimentazione e tradizione L’Hawaiian Guava Cake è l'ideale per stupire i propri invitati con una torta che, pur conservando caratteristiche della pasticceria...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Pancho cake

Pancho cake, delizioso dolce dalla Russia gluten free

Il pancho cake, un delizioso dolce della tradizione russa La pancho cake è una ricetta della tradizione russa, in realtà frutto della commistione con la cucina francese. Ciò non deve stupire in...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-03-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti