logo_print

Smoothie bowl al mango, dessert colorato e gustoso

Smoothie bowl al mango
Stampa

Smoothie bowl al mango e banana, non il solito dessert

La smoothie bowl al mango e banana è un dessert molto semplice da preparare, bello da vedere e buono da gustare. E’ realizzato quasi esclusivamente con la frutta, quindi è salutare. E’ ideale per i mesi estivi, ma ciò non toglie che possa essere consumato con soddisfazione anche negli altri periodi dell’anno (l’importante è utilizzare frutta di stagione). La smoothie bowl è anche un dessert alla portata di tutti, dal momento che la ricetta è veramente facile, quasi banale. La resa visiva e organolettica però è eccellente. Il merito va ovviamente alla lista degli ingredienti, che non lascia nulla al caso.

Uno dei protagonisti della ricetta è il mango, un frutto esotico molto consumato anche in Italia. E’ coltivato nei paesi tropicali, ma disponibile tutto l’anno. Tra le tante caratteristiche positive del mango spicca l’elevata concentrazione di vitamina A, sostanza che come molti sanno fa bene alla vista (e non solo). Contiene anche tanta vitamina C, e da questo punto di vista non ha nulla da invidiare agli agrumi. Il mango è famoso anche per le sue capacità debolmente lassative, per il contrasto alla ritenzione idrica e anche per il grande apporto di fibre, che regolarizzano il metabolismo e attenuano la stipsi.

Banana, un frutto sottovalutato dalle eccellenti proprietà

Uno degli ingredienti principali della smoothie bowl con mango è la banana. E’ un frutto tra i più consumati dagli italiani, anche se nel nostro paese “circola” solamente una delle tante varianti. Oltre che per il gusto, la banana si fa apprezzare anche per le caratteristiche nutrizionali. Il riferimento è all’apporto di potassio eccezionale: una sola banana fornisce il 30% del fabbisogno di potassio quotidiano. Tra parentesi, il potassio è un elemento fondamentale per la rigenerazione cellulare, per la salute dell’apparato cardiocircolatorio e di quello muscolo-scheletrico.

Smoothie bowl al mango

La banana è anche un’eccellente fonte di vitamine. Nello specifico apporta molta vitamina B2, che si caratterizza per le proprietà depurative, come anche la vitamina B6 che regola la produzione di ormoni. Le banane si caratterizzano anche per la quantità di fibre, che come ho già specificato rappresentano un toccasana per il metabolismo. Le banane, si dice, sono un frutto grasso. E’ davvero così? E’ vero, l’apporto calorico è superiore in media agli altri frutti, ma non contiene molti grassi. Le dosi consigliate per questa ricetta, però, sono abbastanza ridotte, dunque non si corre nessun rischio per la propria linea: la smoothie bowl rimane un dessert dietetico.

I tanti pregi del cioccolato fondente

Il cioccolato fondente gioca un ruolo importante nella ricetta della smoothie bowl al mango. In particolare, viene applicato “da grattugiato” a fine preparazione in modo che possa incidere sul gusto, ma anche dal punto di vista visivo, quasi a mo’ di decorazione. Il cioccolato fondente, come molti sanno, è un prodotto salutare, certamente più salutare del cioccolato al latte. E’ povero di zuccheri, ma ricco di antiossidanti, i quali generano un effetto positivo sull’apparato cardiocircolatorio. Paradossalmente, è più calorico della cioccolata “normale” in quanto contiene più cacao (anche burro di cacao), che è più grasso del latte o degli altri componenti che vengono in genere inseriti a integrazione delle altre tipologie di cioccolata.

Il cioccolato fondente fa bene all’umore. Stimola, infatti, il rilascio di endorfine, sostanze deputate alla sensazione del piacere. Il cioccolato fondente, poi, è ricco di acido oleico, un grasso che contribuisce ad abbassare il livello del colesterolo cattivo, e dunque a prevenire le malattie cardiovascolari. Per quanto riguarda l’apporto calorico, inutile nasconderlo, il cioccolato fondente si pone su livelli elevati. Certo dipende dalla quantità di cacao, ma parliamo sempre, e come minimo, di 500 kcal per 100 grammi. Il consiglio, dunque, è di non abusarne; non a caso la quantità richiesta per questa ricetta è davvero minima.

Ecco la ricetta della smoothie bowl al mango e banana:

Ingredienti per 3/4 persone:

  • 2 mango tagliati a dadini;
  • 2 banane tagliate a pezzettini;
  • 1 dl di succo d’arancia;
  • 2 cucchiai di semi di canapa;
  • 125 gr. di more;
  • 2 frutti della passione;
  • 30 gr. di chips di cocco;
  • 20 gr. di cioccolato fondente 72%.

Preparazione:

Per la preparazione della smoothie bowl iniziate lavando il mango, poi sbucciatelo e riducetelo a dadini. Fate lo stesso con la banana. Ora spremete l’arancia e mettete da parte il succo. Passate poi alle more, lavatele e tagliatele in due. Infine estraete la polpa dai frutti della passione, sminuzzate il cioccolato servendovi di una grattuggia e tostate lievemente le chips di cocco. Inserite nel frullatore le banane tagliate, circa tre quarti di mango, due cucchiai di semi di canapa e il succo d’arancia, poi frullate fino ad ottenere una crema omogenea e abbastanza densa. Versate il composto appena frullato nelle bowl (ciotole) e adagiate sopra la polpa dei frutti della passione, il mango rimasto (ovvero un quarto), il cioccolato grattugiato, le more tagliate e le chips di cocco tostate. Se potete riproducete l’effetto che trovate nell’immagine.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


18-04-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti