bg header
logo_print

Bowl con salmone affumicato, una mix davvero azzeccato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Bowl con salmone affumicato
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 00 ore 25 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (8 Recensioni)

Bowl con salmone affumicato, un’insalatona ricca di sapori e colori

La bowl con salmone affumicato è un piatto unico che vi stupirà per l’abbondanza di colori e di sapori. La lista degli ingredienti, pur non essendo molto lunga, spicca per varietà. Comprende infatti pesce, frutta, legumi, soia ed erbe aromatiche. Ciononostante, tutti i sapori interagiscano in modo equilibrato, dando vita a un pasto per tutti i palati, buono e valido sia come pranzo che come cena. E’ infatti una ricetta completa, che comprende carboidrati (offerti dal riso), proteine (date dal salmone), grassi, vitamine, sali minerali e anche antiossidanti. A incidere parecchio sono anche i germogli di soia e i fagiolini, che danno un tocco rustico e aromatico. Per quanto appartengano entrambi alla famiglia dei legumi, sono molto diversi in termini di proprietà nutrizionali.

Ricetta bowl con salmone affumicato

Preparazione bowl con salmone affumicato

Per preparare la bowl con salmone affumicato iniziate dal riso. Lavatelo per almeno tre volte sotto l’acqua del rubinetto, poi immergetelo in acqua per mezz’ora. Fate bollire 450 ml. di acqua in una pentola e versateci il riso. Aggiungete il sale, applicate il coperchio e alzate la fiamma. Dopo tre minuti portate la fiamma al minimo e proseguite la cottura per 10 minuti. Poi spegnete il fuoco e aspettate che il riso si raffreddi con il coperchio messo. Infine scolatelo e lavatelo ancora in acqua fredda, per poi versarlo in un’insalatiera.

Ora occupatevi dei fagiolini. Portate a bollore l’acqua in una pentola e versateci i fagiolini. Cuocete a fiamma moderata per 5 minuti dalla ripresa del bollore, in modo che diventino morbidi e croccanti. Intanto lavate i germogli di soia e cuoceteli a vapore per 2-3 minuti, in modo che si ammorbidiscano. Mi raccomando la soia è già salata di suo, quindi non aggiungete il sale. Poi tagliate il salmone a listarelle, mentre il mango fatelo a fettine. Adesso componete la bowl. Versate una base di riso, poi adagiate il salmone e le fette di mango tutto attorno. Infine aggiungete i fagiolini e i germogli di soia. Completate con le foglie di basilico, l’olio di lime e lo zenzero. Servite e buon appetito.

Ingredienti bowl con salmone affumicato

  • 300 gr. di riso Basmati
  • 300 gr. di salmone affumicato
  • 1 mango
  • 80 gr. di germogli di soia
  • q. b. di basilico
  • 80 gr. di fagiolini
  • q. b. di olio di lime e zenzero
  • q. b. di sale.

I germogli di soia, in particolare, si fanno apprezzare per la presenza di grassi benefici, che impattano sulla salute del cuore. Ricco è anche l’apporto di vitamine e sali minerali, dato dai fagiolini. Per quanto concerne il riso, vi consiglio di utilizzare il riso Basmati. Questo tipo di riso si caratterizza per i chicchi grandi, sodi e croccanti, che rimangono tali anche dopo la cottura. E’ il perfetto riso di accompagnamento, che assorbe pochi liquidi e mantiene una sua precisa identità. Per quanto riguarda il salmone, invece, vi consiglio di utilizzare quello affumicato, che non richiede alcuna cottura, ma rispetta le peculiarità organolettiche del pesce.

Le proprietà nutrizionali del salmone

Proprio il salmone affumicato è il protagonista di questa bowl. Il suo sapore emerge chiaramente in mezzo a tutti gli altri ingredienti e impatta anche sul lato estetico. Col suo arancione brillante valorizza una ricetta che fa della resa visiva e del gusto i suoi tratti migliori. Nondimeno, il salmone affumicato offre molto sul piano nutrizionale. Il riferimento è innanzitutto alle proteine, che non fanno rimpiangere persino le carni rosse più sostanziose. Il salmone affumicato contiene anche tanti sali minerali, come il fosforo, che supporta le abilità mentali (concentrazione e memoria in primis). Stesso discorso per la vitamina D, una sostanza rara ma che impatta profondamente sulle performance del sistema immunitario.

Il salmone è un pesce grasso, infatti il suo apporto calorico supera le 200 kcal per 100 grammi. La buona notizia è che i suoi grassi sono buoni in quanto fanno bene al cuore e aiutano a mantenere basso il colesterolo cattivo. In occasione di questa ricetta il salmone, essendo già pronto al consumo, va semplicemente tagliato a listarelle e disposto a mo’ di contorno all’interno della bowl. Il salmone affumicato contiene lattosio? Assolutamente no!

Un focus sul mango

Tra i punti di forza di questa bowl con salmone affumicato c’è la capacità di far interagire tra di loro ingredienti che sembrano lontani l’uno dall’altro. Il riferimento è alla presenza del mango, che non sfigura, ma anzi si fa valorizzare dal pesce e dai legumi. Il mango è un frutto squisito, dolce e leggermente acidulo, a metà strada tra la pesca e l’ananas. Dunque conferisce un sapore lievemente agrodolce al piatto, nondimeno vanta delle ottime proprietà nutrizionali. Il riferimento è alla vitamina C, che è un habitué della frutta. La vitamina C giova al sistema immunitario e aiuta ad assorbire il ferro. Non a caso viene integrata nelle diete dedicate agli anemici.

Il mango contiene molti sali minerali, tra cui spicca il potassio, una sostanza molto versatile che impatta sul sistema cardiovascolare. Per quanto concerne l’apporto calorico siamo su livelli bassi: 50 kcal per 100 grammi, praticamente un record per la frutta tropicale.

Come cuocere il riso?

Come tante altre bowl, anche questa bowl con salmone affumicato vanta un base in cereale. Per la precisione è realizzata con il riso Basmati. Il riso Basmati è la varietà migliore, in quanto interagisce con gli altri ingredienti, pur mantenendo la sua identità e senza assorbire i liquidi. Tuttavia, affinché dia il meglio di sé, deve essere cotto con perizia, seguendo alcuni accorgimenti. Il primo consiste nel rimuovere più amido possibile, sciacquandolo più volte sotto l’acqua corrente e mettendolo in ammollo per mezz’ora.

Per quanto concerne la cottura, essa deve avvenire in acqua già bollente per una decina di minuti, l’acqua va salata dopo aver versato il riso. La cottura deve continuare anche a fuoco spento, con il coperchio applicato. In questo modo il riso risulterà ben cotto, croccante e morbido allo stesso tempo.

Ricette con salmone ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (8 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di ceci ed elicriso

Insalata di ceci ed elicriso, un piatto raffinato...

I ceci, dei legumi perfetti Vale la pena parlare dei ceci, che insieme all’elicriso sono i protagonisti di questa deliziosa insalata. Potremmo definire i ceci come dei legumi perfetti, infatti...

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Bowl con capesante

Bowl con capesante, come valorizzare il celebre mollusco

Le proprietà del riso venere Il riso gioca un ruolo di fondamentale importanza per la bowl con capesante, infatti funge da base e allo stesso tempo da fonte di carboidrati. Il consiglio è di...