bg header
logo_print

Bowl di riso Venere e verdure, un primo completo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Bowl di riso Venere e verdure
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 25 min
cottura
Cottura: 00 ore 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (26 Recensioni)

I principi nutrizionali della bowl di riso Venere con ratatouille

La bowl di riso Venere con ratatouille di verdure è un primo completo e gustoso. Potremmo considerarlo come un modo diverso di consumare il riso, che si distingue dal classico risotto. Certo, il riso va tostato e non manca la base di verdure rosolate. Tuttavia, in questa ricetta non viene impiegato il brodo vegetale. Inoltre, è servito all’interno delle classiche bowl, quasi come se fosse un’insalata di riso venere. Un altro tratto distintivo, infine, è la presenza del concentrato di pomodoro, che in genere è assente nei risotti. Di questo piatto stupisce non solo il gusto, ma anche l’impatto visivo, dominato dal “nero” del riso. Infatti, per questa ricetta, va impiegata una varietà particolare: il Venere. Il riso Venere fa parte della categoria del riso nero ed è una varietà tutta italiana, che viene coltivata soprattutto nella pianura Padana.

Ricetta bowl di riso venere

Preparazione bowl di riso venere

Per la preparazione della bowl di riso Venere con ratatouille di verdure iniziate cuocendo il riso in 0,6 litri di acqua. Poi tostate il riso in pochissimo olio extravergine di oliva e versate gradualmente l’acqua già calda. Infine cuocete al forno a 200 gradi per 20 minuti con il coperchio applicato. Ora lavate e sbucciate le verdure, tagliate le carote, i peperoni e le zucchine a filetti, mentre il sedano e il porro tagliateli a rondelle. Versate questi ingredienti in una pentola e rosolateli per pochi minuti in poco olio.

Aggiungete il concentrato di pomodoro mescolato a tre cucchiai di acqua. Cuocete così per pochi minuti, poi versate il riso Venere integrando ogni tanto con un po’ di acqua calda. Continuate così per una decina di minuti non dimenticandovi di mescolare spesso. A cottura terminata, regolate di sale, pepe e servite nella bowl.

Ingredienti bowl di riso venere

  • 280 gr. di riso Venere
  • 2 zucchine
  • 2 carote
  • 2 gambi di sedano
  • 1 porro di medie dimensioni
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 peperone rosso e 1 giallo
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • un pizzico di sale e pepe.

Bowl di riso venere, un piatto colorato e salutare

La caratteristica più evidente della bowl di riso Venere con verdure è il colore, che tende appunto al nero. Esso è dovuto alla presenza di antiossidanti, che è maggiore rispetto a qualsiasi altro tipo di riso. Tra parentesi, gli antiossidanti sono considerate delle sostanze anti-cancro, in quanto supportano i meccanismi di rigenerazione cellulare e contrastano gli effetti dei radicali liberi. Rispetto al riso normale, poi, il Venere contiene una quantità di fibre straordinaria, dunque è in grado di supportare i processi digestivi e ridurre i casi di stipsi. Per il resto, è ricco di carboidrati, sali minerali e vitamine. Il riferimento è soprattutto alle vitamine del gruppo B, che contribuiscono ad attenuare l’affaticamento e gli episodi di stress. Il riso nero contiene anche pochi grassi, sicché il suo apporto calorico è inferiore rispetto a quello delle altre varietà.

Gli insospettabili benefici del sedano

Questa bowl di riso Venere è ricca di verdure. Tra queste spicca il sedano, che forma la base “rosolata” su cui viene completata la cottura del riso. Il sedano è un alimento certo abbondantemente consumato, soprattutto quando si prepara il soffritto, ma ad esso non si rende l’onore che merita. E’ infatti preziosissimo, non solo dal punto di vista gastronomico ma anche e soprattutto nutrizionale.

Bowl di riso Venere e verdure

In primis, contiene la luteina, un formidabile antiossidante che esercita una funzione protettiva nei confronti del cervello. In secondo luogo, è davvero ricco di vitamine e sali minerali. Il riferimento è alla conosciutissima vitamina C, che rafforza il sistema immunitario, e alla vitamina K. Il sedano è famoso anche per essere estremamente dietetico. Ovviamente è un falso mito quello secondo cui le calorie che fornisce sono inferiori a quelle necessarie per il suo consumo, ma siamo comunque su livelli estremamente bassi: 20 kcal per 100 grammi.

Le principali differenze tra peperone giallo e peperone rosso

La lista degli ingredienti di questa bowl di riso Venere con ratatouille di verdure comprende anche i peperoni rossi e gialli. Sono ingredienti preziosi, ingiustamente oggetto di pregiudizio. Per esempio, quello secondo cui sarebbero pesanti e difficili da digerire. In alcuni casi, è vero, possono esserlo, ma solo quando sono associati a metodi di cottura “grassi” e quando si conserva la pellicina esterna.

Per il resto, i peperoni sono leggeri, e apportano solo 22 kcal per 100 grammi. Essi, poi, contengono grandi dosi di fibre, potassio, fosforo e vitamina C. Che differenza c’è tra i peperoni gialli e quelli rossi? Ebbene, i primi contengono più betacarotene, mentre i secondi più luteina, un antiossidante contenuto anche nei pomodori. Entrambe le varietà, poi, contengono un terzo antiossidante, la capsicina. Analogamente, i peperoni in generale esercitano proprietà diuretiche, digestive e anti-colesterolo. Insomma, stiamo parlando di alimenti davvero preziosi, che non dovrebbero mancare in nessuna dieta (comprese quelle dimagranti).

Ricette riso venere ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (26 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

kangaroo pie

Il pasticcio di carne che non ti aspetti:...

Cosa sapere sulla carne di canguro Giunti a questo punto è utile parlare della carne di canguro. Tanto per cominciare di cosa sa la carne di canguro? Se pensate a qualche sapore forte e sui...

Focaccia di Recco con stracchino

Focaccia di Recco con stracchino, ecco la ricetta...

Un focus sullo stracchino Lo stracchino è tra gli elementi distintivi della focaccia di Recco, nonché uno dei formaggi più amati in assoluto, simbolo dell’arte casearia del nord Italia. E’...

Torta salata con pere e formaggio

Torta salata con pere e formaggio, una ricetta...

L'umile pera, protagonista dolce e versatile nella nostra torta salata con pere e formaggio cremoso. Questa ricetta è una fusione straordinaria di semplicità e audacia, dove pochi ingredienti...