bg header
logo_print

Bowl con mozzarelline e melone, un’ottima combinazione

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Bowl con mozzarelline e melone
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 20 min
cottura
Cottura: 00 ore 40 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Bowl con mozzarelline e melone, un’insalata davvero particolare

La bowl con mozzarelline e melone è un piatto fresco, davvero gustoso e facile da preparare, tuttavia può essere considerata come una via di mezzo tra un’insalata estiva corposa e un pasto completo. D’altronde, apporta tutti i nutrienti necessari per un’alimentazione equilibrata. I carboidrati sono forniti dall’amaranto o dalla quinoa (potete scegliere voi), invece le proteine sono date dalla mousse e dalle mozzarelline, che forniscono anche i grassi. Vitamine e sali minerali, infine, sono apportate dalla frutta. I sapori che emergono più prepotentemente sono quelli dei cereali. La scelta tra l’amaranto e la quinoa è a vostra discrezione, ma sappiate che l’amaranto trasmette sentori più rustici, mentre quelli della quinoa sono un po’ più esotici e complessi.

Amaranto e quinoa vengono considerati dei cereali, ma in realtà sono dei “pseudo-cereali”, infatti appartengono a un’altra famiglia, imparentata a sua volta con i legumi. La loro caratteristica principale, ad ogni modo, è l’assenza di glutine, per questo motivo vengono spesso consumati dai celiaci in alternativa al grano e alla farina. Entrambi spiccano per l’abbondanza di fibre, vitamine e sali minerali. In più, però, la quinoa abbonda di proteine, a tal punto da essere considerata un superfood. A livello calorico, invece, si attestano sui livelli dei cereali classici, dunque superano abbondantemente le 300 kcal per 100 grammi.

Ricetta bowl con mozzarelline

Preparazione bowl con mozzarelline

Per preparare la bowl con mozzarelline e melone iniziate dall’amaranto. Cuocete l’amaranto (o la quinoa) in acqua bollente poco salata (l’acque deve essere il doppio rispetto al loro volume). Il tempo di cottura dovrebbe attestarsi sui 40 minuti, al termine del quale lasciate riposare per 10 minuti affinché il cereale aumenti di volume. Terminato questo processo, sciacquate il cereale sotto l’acqua corrente, in modo da sgranarlo più facilmente ed eliminare il gel che si sarà formato in fase di cottura.

Ora occupatevi degli altri ingredienti. Sbucciate il melone, togliete i semi e i filamenti interni, poi riducete la polpa a cubetti regolari. Sbucciate il kiwi e riducetelo a dadini. Infine, lavate i mirtilli, asciugateli per bene e sgocciolate le mozzarelline. Ora componete la bowl, inserite tutti gli ingredienti e aggiungete l’hummus e l’olio di semi di canapa. Infine, guarnite con i semi di canapa ed è pronto per essere portata in tavola!. Se non trovate l’olio di semi di canapa potete sostituirlo con l’ olio extravergine di oliva

Ingredienti bowl con mozzarelline

  • 300 gr. di amaranto o quinoa
  • mezzo melone bianco
  • 2 kiwi
  • 200 gr. di mozzarelline di bufala consentite
  • 80 gr. di mirtilli freschi
  • una confezione di Hummus di Ceci&erbe Noa
  • un cucchiaio di semi di canapa
  • 3 cucchiai di olio di semi di canapa.

Una mousse davvero speciale

L’altro ingrediente che emerge chiaramente da questa bowl con mozzarelline è l’hummus. Per la precisione si tratta dell’hummus ceci ed erbe Noa di Exquisa. E’ un prodotto ricco di ingredienti di ottima qualità e alquanto genuini. La lista comprende ovviamente i ceci, ma anche i pomodori secchi, le erbe aromatiche e il sesamo. Il sapore è equilibrato e corposo allo stesso tempo, capace di abbinarsi tanto con gli ortaggi e le verdure quanto con la frutta (come avviene in questo caso).

L’hummus di ceci ed erbe aromatiche Noa non contiene conservanti, inoltre è indicato per chi soffre di celiachia o sensibilità al glutine, in quanto è privo di questa sostanza. E’ anche senza lattosio. E’ perfetto anche per i vegani, poiché contiene solo alimenti di origine vegetale. L’apporto calorico, infine, non è eccessivo: un etto di hummus viaggia sulle 230 kcal. I grassi contenuti rappresentano il 16% della sua struttura e sono per lo più benefici in quanto giovano al cuore e alla circolazione.

Bowl con mozzarelline e melone (3)

I pregi della mozzarella di bufala

Le mozzarelline di bufala impreziosiscono questa bowl e, in un certo senso, restituiscono un carattere mediterraneo, arricchito da ingredienti esotici come l’amaranto e la quinoa. Con tutta probabilità, quella di bufala è la migliore mozzarella in circolazione, un vanto della tradizione casearia campana e simbolo del made in Italy. Rispetto alle altre mozzarelle, la differenza al palato si sente in quanto è più morbida, più succosa e sa più di latte.

Le proprietà nutrizionali della mozzarella di bufala sono importanti. Troviamo, infatti, una buona quantità di proteine, di calcio e di fosforo; questi ultimi giovano ai denti e alle attività cerebrali. La mozzarella di bufala, poi, contiene dosi importanti di vitamina D, una sostanza fondamentale per mantenere in saluta il sistema immunitario. L’apporto calorico della mozzarella di bufala è identico a quello di altri latticini della medesima categoria. Si attesta, per la precisione, sulle 270 kcal per 100 grammi.

Quale frutta usare per questa bowl?

La bowl con mozzarelline è ricca anche di frutta. Nello specifico, la lista degli ingredienti comprende il melone, il kiwi e i mirtilli. Il melone è uno dei frutti più amati in quanto dolce, ma anche saporito e molto versatile, a tal punto da poter essere abbinato a ingredienti salati. E’ anche ricco di principi nutritivi, come la vitamina C, il potassio, il calcio, il fosforo e il magnesio, sostanze essenziali per mantenere in perfetta forma il nostro organismo. Nonostante la quantità di zuccheri, il melone è poco calorico, un dettaglio non da poco per un frutto che, almeno all’apparenza, presenta origini esotiche.

Il discorso è simile per il kiwi, che presenta un profilo nutrizionale quasi identico. In più, però, offre una quantità di fibre fuori dall’ordinario, capaci di giovare all’apparato digerente e bilanciare la flora intestinale. Per questo motivo, il kiwi è indicato digerire al meglio e risolvere moderati episodi di stitichezza. Per quanto concerne i mirtilli, anch’essi sono ricchi di potassio e di vitamina C. In più, però, contengono molti antiossidanti, delle sostanze che aiutano a prevenire il cancro. Sto parlando delle antocianine, che sono responsabili del colore viola e rossastro. Non a caso, sono presenti  anche nelle melanzane e nel radicchio.

Ricette di bowl ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di Camembert e mele

Insalata di Camembert e mele, un piatto dolce...

Un focus sul Camembert Il vero protagonista di questa insalata è il Camembert. Questo formaggio in crosta bianca cambia le carte in tavola, valorizzando con la sua “delicata sapidità” la...

Insalata di lenticchie con radicchio

Insalata di lenticchie con radicchio, un ottimo primo...

Quali lenticchie utilizzare? Le protagoniste di questa insalata sono le lenticchie. A tal proposito quale tipo di lenticchia usare? In commercio troviamo le lenticchie verdi, bianche, gialle e...

Insalata di gallina con Skyr

Insalata di gallina con Skyr, una ricetta davvero...

Le principali caratteristiche dello Skyr Questa insalata di gallina presenta numerose peculiarità, a partire dal ruolo ricoperto dalla carne di gallina, che di rado si trova nei contorni. A seguire...