Il menù perfetto per una Pasqua senza glutine

pasqua senza glutine
Commenti: 0 - Stampa

Cosa cucinare per una Pasqua senza glutine?

Per una Pasqua senza glutine le alternativa sono due, o realizzare i piatti della tradizione con opportune modifiche, oppure proporre qualcosa di nuovo. Oggi vorrei convincervi a preparare qualcosa di nuovo. E’ per questo motivo che vi propongo un menù forse insolito per le festività pasquali, ma comunque capace di mettere allegria e soddisfare vista e palato.

Piatti non troppo pesanti, in alcuni casi veramente leggeri (sebbene “abbondare” durante le feste sia consentito) ma soprattutti salutari. Ovviamente, senza glutine . Nei prossimi paragrafi vi presenterò varie scelte per un menù completo: antipasti, primi, secondi e dolci. Vi descriverò ben undici portate, rimandandovi poi alle ricette per esteso.

Gli antipasti per un pranzo di Pasqua senza glutine

torta pasqualinaPer un menù di Pasqua senza glutine vi propongo due antipasti corposi e due torte salate. La prima è la torta pasqualina con ricotta e cime di rapa. Va realizzata con la farina integrale (sceglietene una senza glutine) e si distingue per una ripieno davvero sostanzioso: cime di rapa, cipolla, ricotta, latte, uova, parmigiano, olio, sale, pepe e maggiorana. E’ una torta salata deliziosa, da gustare sia fredda che calda!

La seconda torta salata è in verità un ciambellone: il ciambellone salato con fiocchi Ciambellone salato ai fiocchi di lattedi latte. La sua peculiarità sta nelle farine, che sono di riso e amaranto. Due sapori diversi che si valorizzano a vicenda. La farcitura è molto cremosa, e realizzata con i fiocchi di latte , con gli asparagi e le uova. Essendo una ciambella da fuori sembra un dolce, il ché certamente procura un effetto sorpresa molto gradito.

Gusto e creatività per dei primi davvero speciali

Anolini in brodoRimanendo sempre sui piatti senza glutine, per quanto riguarda i primi per Pasqua vi propongo una specialità della cucina lombarda, un timballo e una vellutata cremosa. Una delle specialità sono gli anolini tipici del cremonese. Propongo una variante ripiena con carne di manzo, grana padano, uova, carote, cipolle, sedano e tanto altro. Per realizzare gli anolini dovete semplicemente procuravi uova e farina, ovviamente consiglio di optare per farine senza glutine se soffrite di intolleranze e celiachia.

Un altro primo interessante è il timballo di grano saraceno con zenzero, carne timballo di grano saraceno con zenzerosalada e dadi di zucca. Il grano viene qui trattato proprio come se fosse il riso. I chicchi del saraceno, infatti, reggono la cottura proprio come i chicchi di riso. Per inciso, la carne salada è una carne di bovino adulto essiccata o fatta a salamoia, che può essere consumata anche cruda (spesso al carpaccio). E’ una ricetta che merita, anche perché il grano saraceno è considerato un super-food!

Crema di asparagi con uova in camiciaInfine, vi propongo una deliziosa crema di asparagi, morbida e croccante allo stesso tempo! La croccantezza è data dal pancarrè tostato e anche dal prosciutto. La cremosità, invece, è data dagli asparagi, dai porri e dalle patate. Tutti gli ingredienti hanno gradi di cottura diversi, quindi la ricetta è un po’ laboriosa. Tuttavia, non è affatto difficile e il risultato finale è spettacolare, gustoso e colorato!

Alcuni secondi leggeri per le festività pasquali

Ora vi propongo un po’ di secondi sfiziosi per una Pasqua senza glutine, ho in serbo tortino di carciofiper voi quattro pietanze. La prima della serie è il tortino di carciofi, una delizia che esalta le meraviglie della terra (non essendo presente la carne). Un piatto che fa dell’impatto visivo uno dei tratti principali, dal momento che vi sembrerà di aver preparato una pietanza gourmet! Il sapore è corposo anche perché gli ingredienti sono davvero tanti: patate, spinaci, carciofi, provolone, latte, noce moscata, maggiorana e molto altro ancora.

polpette con ripieno a sorpresaA Pasqua non possono mancare le polpette, e nemmeno nel mio menù. Qui ve le propongo con le patate. Il piatto si chiama infatti polpette ripiene di patate novelle. L’idea è originale, dal momento che è abbastanza raro consumare delle polpette farcite in questo modo. Preciso che il metodo di cottura è quello al forno, dunque sono anche abbastanza leggere nonostante l’abbondanza di ingredienti.

Un secondo che potrebbe apparire classico ma che non lo è affatto, è la lombata di lombata di agnello alle erbeagnello alle erbe e salsa vin brulè. L’agnello è una carne tipicamente pasquale, ma in questo piatto viene rivisitata in senso agrodolce, vista la presenza del vino rosso (il cui ruolo non si limita alla sfumatura). E’ anche un secondo parecchio speziato, benché equilibrato, in quanto richiede la cannella, l’anice stellato, i chiodi di garofano e tante altre erbe aromatiche.

Filetto d’orata in crosta di patateSe invece preferite il pesce vi propongo il filetto di orata in crosta di patate. Un secondo molto leggero, anche abbastanza classico, se non fosse appunto per la crosta di patate. Questa si preparare semplicemente grattugiando le patate sopra l’orata, e “fissandole” attraverso una breve rosolatura in fase di precottura.

I dolci per una Pasqua senza glutine fatta di colori e brio

Per quanto riguarda i dolci, che a Pasqua non possono mancare, propongo tre ricette senza glutine. La prima è abbastanza leggera e anche semplice da meringa senza lattosiopreparare: la meringa morbida con salsa alla vaniglia e frutti di bosco. Si tratta appunto di una “meringa” valorizzata con la salsa alla vaniglia e con i frutti di bosco, un dolce davvero soffice e gustoso.

Zuccotto al pistacchio e fragole

Vi propongo anche un dolce più complesso: le canapine al profumo di limone. Sono dei morbidi dolcetti realizzati con la farina di canapa, arricchite con lo yogurt, il burro di cacao e valorizzate da semi di canapa posti come decorazione. E’ un dolce che, sono sicura, né voi né la vostra famiglia ha mai assaggiato.

Infine, vi propongo una mini-torta, ovvero lo zuccotto al pistacchio e fragole, una delizia morbidissima che si realizza con una manciata di ingredienti. Gli ingredienti sono alquanto particolari: dal latte alla panna senza lattosio, dalla farina di riso a quella di pistacchio. La parte “fruttosa” è ricchissima, e si fregia delle fragole e delle arance di prima qualità. Buona Pasqua a tutti!

Dulcis in fundo Torta con panna e fragole  

La nostra mente vaga già alla Santa Pasqua 2020 ed a tutte le possibili ricette che potremmo preparare per l’occasione. Per il dolce, una delle nostre portate preferite, abbiamo scelto quest’anno una base classica e vincente. Con panna, fragole e pan di Spagna, serviamo un dolce della tradizione, accompagnandolo però con delle note d’originalità. Assaggiando la nostra torta di Pasqua con panna, fragole e granella di pistacchipotrete apprezzare un gradevolissimo equilibrio di sapori. La bagna alla scorza d’arancia, idrata il pan di Spagna al punto giusto, arricchendolo con un aroma in più. E che dire della granella di pistacchi? Verde, decorativa, croccante e buona, lascia un’impronta decisiva sul dolce.

pasqua senza glutine

La scelta di preparare un dolce con ingredienti consentiti e la farina mix tutti i dolci La Veronese, rende questa torta perfetta per tutti ed anche in caso di celiachia. Questa delizia, infatti, è una sfiziosità senza glutine che potrà essere gustata in serenità da tutti i commensali. Se ve lo state chiedendo, il Bel Paese Mix, utilizzato come miscela base di questa preparazione, è un mix di farine gluten free, pre-dosate ed ottimizzate per la preparazione dei dolci.
Con l’acquisto di un unico prodotto, potremo disporre di tutti i migliori ingredienti, necessari per rendere eccellenti le prestazioni dell’impasto ed il suo sapore.

Dolce pronto !

Quest’anno abbiamo voluto portare a tavola un dolce tradizionale e classico, ma che mostrasse a tutti chiaramente il proprio carattere. Questa torta con panna montata, fragole e granella di pistacchi ci è sembrata l’idea giusta per Pasqua, così da sfruttare le prime fragole raccolte ad aprile.

Come è noto, le fragole sono di stagione con i primi caldi, quindi proprio a cominciare da aprile, ma soprattutto tra maggio e giugno. In questa torta le fragole sono le vere protagoniste, un tocco di colore e sapore che si sposa bene con la croccantezza dei pistacchi e la morbidezza avvolgente della panna.

Ed ecco la ricetta della torta con panna e fragole:

 Ingredienti per 6 persone:

 Per la farcitura:

  • 700 gr. di panna delattosata
  • 250 gr. di fragole
  • 50 gr. di granella di pistacchi

Per lo sciroppo:

  • 100 gr. d’acqua
  • 60 gr. di zucchero
  • b. di buccia di un arancio

Preparazione:

 Nella vasca di una planetaria, mettete le uova con lo zucchero e sbattetele con un braccio a frusta a velocità media per circa 4-5 minuti. Aggiungete pian piano le farine ed il sale. Unite la vanillina e continuate a montare il tutto per altri 6 minuti. Trascorso il tempo indicato, otterrete un composto morbido e vaporoso. Imburrate ed infarinate una teglia bordo alto (con un diametro di circa 24 cm) oppure foderatela con della carta forno. Versate il composto nella teglia e mettete il tutto a cuocere in un forno ventilato per circa 20 minuti. Trascorso il tempo indicato, spegnete il forno e lasciate la teglia a raffreddare per almeno 10 minuti con lo sportello aperto. Riprendete poi la teglia dal forno e lasciate il pan di Spagna a raffreddarsi a temperatura ambiente. Dedicatevi allo sciroppo. Mettete a bollire dell’acqua con lo zucchero e della buccia d’arancio. Lasciate a fiamma vivace per circa 15 minuti fino a che non si addensa il tutto.

Passate alla preparazione della panna e montatela sbattendo energicamente con le fruste. Appena pronta, trasferite la panna in una terrina. Lavate le fragole ed eliminate quelle eventualmente danneggiate; tagliatele poi in quattro pezzi nel senso della lunghezza. Tagliate ora a metà il pan di Spagna ed inumiditelo con lo sciroppo all’arancia. Disponete la panna sulla base e cospargete con la metà delle fragole. Lasciate da parte metà della panna. Mettete la panna rimasta in un sac à poche con il bocchettone a stella ed usate per decorate la torta con dei ciuffi di panna, intermezzati con delle fragole. Spolverate a piacere con la granella di pistacchi.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Merenda per i ragazzi

La merenda per i ragazzi, ecco le soluzioni...

La merenda pomeridiana non è solo un piacere. La merenda è da sempre considerata un piacere. Per gli adulti può arricchire un momento di pausa dal lavoro o, se fatta molto tardi, sancire la fine...

frigorifero

Il frigorifero, come conservare bene i cibi e...

Come conservare gli alimenti freschi in frigorifero. Per ottenere una buona conservazione degli alimenti freschi in frigorifero, occorre riporli negli scomparti o ripiani più adatti, tenendo...

pancakes di avocado

Tutto sul pancake, curiosità storiche e varianti

Il pancake, un dolce americano dalle origini greche I pancake sono un po’ il simbolo della cucina americana. D’altronde affollano da sempre film e serie TV, e sono entrati anche...

Colazione iperproteica

Colazione iperproteica, una alternativa al cappuccino

Cosa si intende per colazione iperproteica? Avete mai sentito parlare di colazione iperproteica? Se non conoscete il significato, sappiate che è esattamente ciò che suggerisce il nome, ossia una...

Cucina cilena

Cucina cilena, ricette e curiosità di una tradizione...

Un approfondimento sulla cucina cilena Oggi vorrei introdurvi alla cucina cilena, una cucina che spesso non riceve gli onori che merita in quanto è offuscata da altre tradizioni gastronomiche,...

festa del papa

Festa del papà con un menu perfetto

Una ricorrenza da celebrare in allegria La Festa del Papà è una ricorrenza carica di significati, è l’occasione per dichiarare l’affetto che si prova per il proprio padre, ma anche per...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


04-04-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti