Lombata di agnello alle erbe e salsa al vin brûlé

lombata di agnello alle erbe
Commenti: 0 - Stampa

L’immancabile agnello per Pasqua

Originalità, cucina raffinata e tradizione si riuniscono per preparare questa lombata di agnello gratinata alle erbe, salva al vin brûlé e purè di sedano rapa alla curcuma. Per il pranzo di Pasqua, quest’anno, abbiamo scelto di rielaborare una delle materie prime immancabili di questa ricorrenza, l’agnello appunto. Pur non seguendo un regime vegano o vegetariano, riteniamo sia giusto consumare agnello a Pasqua responsabilmente, evitando gli sprechi e rispettando la vita sacrificata per la nostra alimentazione.

La questione è certamente delicata, dibattuta e probabilmente, in ogni caso, inadatta ad un sito di ricette, ci teniamo tuttavia a sottolineare, che un giorno di festa come la Pasqua possa essere ancor meglio celebrato avendo maggior consapevolezza. Consapevolezza che nel nostro piccolo possiamo determinare un cambiamento importante, rispetto per la natura e per gli animali, non solo per noi stessi, fiducia sul fatto che anche una piccola rinuncia personale possa essere determinante. Il consumo di carne è utile al nostro organismo ma dobbiamo essere grati ed evitarne abusi ed esagerazioni.

La cura dei dettagli per accompagnare questa raffinata lombata di agnello

La tavolata di un giorno di festa richiede qualche formalità ed accortezza in più. Con questa lombata di agnello gratinata alle erbe, salsa al vin brûlé e purè di sedano rapa alla curcuma la particolarità risiede anche nei dettagli. Come contorno a questo taglio pregiato, abbiamo deciso di porre una deliziosa e genuina purea di sedano rapa insaporita e colorata alla curcuma.

Ma le note di colore non ci sembravano sufficienti, così abbiamo prodotto una salsa al vin brûlé, profumata di erbe aromatiche, perfetta per rendere ancor più succosa la carne della lombata. I vostri commensali, inevitabilmente, non potranno far a meno di notare l’eleganza, la raffinatezza ed il gusto di questo secondo, una vera delizia che saprà essere una nota chic per il nostro menù.

lombata di agnello alle erbe

Aria di festa per la tavola di Pasqua

Come ogni anno, torna uno dei nostri periodi preferiti. Immediatamente dopo il Natale, la Pasqua è uno di quei momenti attesissimi, dove ci si riunisce e ci si ritrova in un abbraccio. Non importa se la quotidianità e le necessità della vita ci costringano tal volta in luoghi lontani, nei giorni di festa gli affetti si ritrovano e si stringono attorno ad una ricca tavolata.

Il nostra, gradito, compito è proprio quello di rendere la tavolata all’altezza dell’occasione. A nostro avviso, preparando la lombata di agnello gratinata alle erbe, salsa al vin brûlé e purè di sedano rapa alla curcuma l’obbiettivo è centrato. 

Ed ecco la ricetta della lombata di agnello gratinata alle erbe, salsa al vin brûlé e purea di sedano rapa alla curcuma:

 Ingredienti per 6 persone:

  • 800 gr. di lombata di agnello
  • 70 gr. di burro chiarificato
  • q. b. di sale

Purea di sedano rapa

  • 80 gr. di cipolla
  • 500 gr. di sedano rapa
  • q. b. di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di curcuma in polvere

per la gratinatura

  • 100 gr. di pan carré consentito
  • 1 mazzo di erbe aromatiche (timo, maggiorana, finocchietto)
  • 80 gr. di burro chiarificato

per la salsa al vin brulè

  • 300 ml. di vino rosso corposo
  • 30 gr. di miele di acacia
  • 2 chiodi di garofano
  • 1 stecca di cannella
  • 2 anice stellato

Preparazione:

Pulite e tritate la cipolla, poi mettetela in una pentola con un po’ d’olio a brasare. Unite alla cottura il sedano rapa dopo averlo sbucciato e tagliato a cubetti. Ricoprite il tutto con del brodo e regolate di sale. Una volta portato a cottura, aggiungete la curcuma e frullate. Private il pane della crosta e frullatelo assieme alle erbe aromatiche ed al burro. Avvolgete gli ingredienti nella carta stagnola, ricavando un cilindro. Mettete l’incarto in frigo affinché possa indurirsi.

In una padella alta, versate il vino assieme al miele, alla cannella, l’anice stellato ed i chiodi di garofano. Lasciate in cottura fino a che il vino non riduce la metà del suo volume iniziale, quindi filtrate. Porzionate la carne in sei parti, salate e rosolate i pezzetti con il burro alle erbe. Servite la carne, una volta gratinata, con il ristretto al vino. Accompagnate il tutto con la purea di sedano rapa.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

uova ripiene light

Uova ripiene light, un antipasto per la Pasqua

Uova ripiene light, un antipasto bello da vedere e buono da gustare Le uova ripiene light sono un ottimo antipasto pasquale e sono molto facili da preparare. Le uova sono uno degli alimenti simbolo...

Malloreddus con carciofi e uova

Malloreddus con carciofi e uova, per una Pasqua...

Malloreddus con carciofi e uova, una ricetta che sa di Sardegna I malloreddus con carciofi e uova si inseriscono nel solco della migliore tradizione locale. Sono, infatti, un piatto che parla della...

Cream tart di Pasqua

Cream tart di Pasqua, una versione agrumata

Cream tart di Pasqua, una pasta frolla speciale La cream tart è un classico della cucina francese. Uno dei suoi punti di forza è la versatilità, infatti esistono molte varianti, che giocano sia...

Semifreddo al caffe

Semifreddo al caffè, un dolce ideale per Pasqua

Semifreddo al caffè e anice, un dolce perfetto Il semifreddo al caffè e anice è un dolce elegante, da preparare per le grandi occasioni. Il semifreddo al caffè è un dessert o un dolce al...

Tasca di vitello ripiena

Tasca di vitello ripiena, un buon secondo per...

Tasca di vitello ripiena, secondo corposo ma moderatamente leggero La tasca di vitello ripiena è un secondo ideale per le grandi occasioni. Io consiglio di prepararlo a Pasqua, al posto del...

Uova di Pasqua decorate

Uova di Pasqua decorate, come farle in casa

Uova di Pasqua decorate, fatte in casa sono ancora più buone. Chi l’ha detto che le uova di Pasqua decorate vadano necessariamente comprate? In realtà, è possibile farle in casa, con i normali...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


03-04-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti