bg header
logo_print

Carrè di agnello al forno, un secondo elegante

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

carre di agnello al forno
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Pasqua
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 40 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.3/5 (17 Recensioni)

Carrè di agnello, un taglio pregiato

Il carrè di agnello al forno con patate è un secondo piatto tradizionale, ma allo stesso tempo elegante. Gioca tutto sulla qualità della carne e sull’effetto degli aromi, che in effetti si fa sentire. Il protagonista è ovviamente il carrè di agnello, un taglio abbastanza pregiato, ma non per questo costoso. Comprende la zona centrale del torace, dunque la lombata, la pancetta e le costole. La presenza dell’osso, inoltre, impatta sul sapore, che è in un certo senso “rustico”. Per quanto concerne la carne di agnello, va evidenziato il sapore leggermente dolciastro e allo stesso tempo aromatico. A dispetto di quanto si pensa, viste le dimensioni contenute dell’animale, quella di agnello è una carne rossa, quindi è comunque nutriente e leggera.

L’apporto di proteine è importante, e non sfigura al cospetto del suino, del manzo e di altri tipi di carne. Contiene dosi significative di ferro, una sostanza che cura l’ossigenazione del sangue, e di vitamine del gruppo B. L’apporto calorico è modesto e si aggira sulle 110 calorie, d’altronde i grassi non vanno oltre il 2,5%.

Ricetta carrè di agnello al forno con patate

Preparazione carrè di agnello al forno

Per preparare il carrè agnello al forno iniziate pelando le patate, poi lavatele e tagliate a tocchetti. Mettetele in acqua 5 minuti per far perdere un po’ di amido e farle risultare più croccanti, poi asciugatele e disponetele in una teglia, meglio se rivestita di carta da forno. Conditele con abbondante olio, con le erbe aromatiche, con due spicchi d’aglio interi e con un po’ di sale. Girate bene per condire in modo uniforme, infine mettete in forno preriscaldato a 200°. Nel frattempo mettete la carne su un’altra teglia, sempre rivestita di carta da forno, effettuando dei piccoli tagli con la punta di un coltello per inserire dei pezzi d’aglio.

Aggiungete qualche rametto di rosmarino, un po’ di sale, una spolverata di pepe macinato e abbondante olio. Infine, spalmate il condimento su tutta la carne in modo omogeneo. Dopo circa 15 minuti di cottura delle patate, alzate la temperatura a 220° e infornate anche il carré di agnello. Per avere la certezza di una cottura ottimale utilizzate un termometro a sonda. Se volete una cottura al sangue, la temperatura interna della carne deve essere di 55 gradi, per una cottura media dovrete avere 60 gradi, invece se desiderate una carne ben cotta la temperatura dovrà essere di 65 gradi.

Intanto mescolate le patate con un cucchiaio e lasciate cuocere il tutto per altri 20 minuti. Poi sfornate, lasciate riposare qualche minuto e servite nei piatti di portata nappando con il fondo di cottura. Il carrè di agnello al forno può essere conservato per 2 giorni in frigorifero all’interno di un contenitore ermetico chiuso. In questo caso è sconsigliabile congelarlo.

Ingredienti carrè di agnello al forno

  • 1 kg. e mezzo di carrè di agnello
  • 1 kg. di patate
  • 4 spicchi di aglio rosso di Sulmona
  • qualche rametto di timo e di rosmarino
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • q. b. di sale e di pepe.

Come preparare le patate novelle?

Le patate novelle rappresentano il contorno ideale per il carre di agnello al forno. Per inciso, il termine “novelle” non indica una varietà a sé stante, bensì delle patate raccolte quando non sono del tutto sviluppate. In genere hanno un sapore più delicato e dolce, nonché un profilo nutrizionale leggermente diverso. Presentano dosi più elevate di sali minerali, anche perché necessitano di terreni molto ricchi per poter esprimere un buon valore energetico. L’apporto calorico è comunque più contenuto: le patate normali arrivano a 80 kcal per 100 grammi, le novelle raramente superano i 70.

Contengono abbastanza amido, per cui è consigliabile immergerle per parecchi minuti nell’acqua, prima di cuocerle. Solo allora possono essere accolte nel forno e sprigionare tutta la loro croccantezza. Il condimento per le patate novelle al forno è semplice ed efficace: un po’ di olio, un po’ di aglio e qualche erba aromatica.

carre agnello patate ver

Le peculiarità dell’aglio rosso di Sulmona

Come cucinare il carrè di agnello? I secondi al forno in genere prevedono come condimento l’aglio. Questo carrè di agnello arrosto non fa eccezione, infatti il famoso bulbo viene applicato tanto sulla carne quanto sul contorno. La lista degli ingredienti, però, suggerisce un aglio diverso, l’aglio Rosso di Sulmona. Come è evidente dal nome, proviene dall’omonima città dell’Abruzzo, famosa anche per altre tipicità gastronomiche e agroalimentari. Quali sono le peculiarità dell’aglio Rosso di Sulmona? In primo luogo è ricco di antocianine, sostanze responsabili del colore rosso e presenti in molti alimenti rosso-violacei. Per inciso, le antocianine aiutano a prevenire il tumore, oltre a giovare all’organismo a più livelli.

Per il resto, presenta le medesime proprietà nutrizionali delle altre varietà di aglio: è ricco di calcio, zinco e vitamina C. Il sapore è molto riconoscibile in quanto è ancora più pungente, forte e aromatico del solito. Anche le dimensioni sono imponenti, in genere doppie rispetto al normale aglio bianco. La cottura in forno ne smorza l’intensità, ma conserva lo splendido aroma.

Timo e rosmarino, degli aromi insostituibili

Il timo e il rosmarino giocano un ruolo fondamentale nella ricetta del carrè di agnello al forno con patate, infatti intervengono sia nella preparazione del contorno sia nella cottura dell’agnello. D’altronde, sono da sempre apprezzati per la loro versatilità, come dimostra la presenza in buona parte dei piatti della cucina italiana e non. Il timo e il rosmarino si abbinano perfettamente l’uno all’altro. Il rosmarino è decisamente aromatico e quasi pungente, mentre il timo ha un sapore più delicato, che in certi casi ricorda in parte il limone.

Il timo e il rosmarino sono due specie aromatiche, e in quanto tali presentano delle proprietà nutrizionali tali da sfociare in ambito curativo. Di certo, aiutano a digerire e riequilibrano la flora intestinale. In secondo luogo, aiutano ad attenuare il dolore non legato a problematiche di tipo infettivo. Non è un caso che queste erbe vengano utilizzate per preparare tisane e decotti, e in particolare il timo. Per inciso, il timo può essere coltivato con relativa facilità anche in balcone.

Ricette con agnello ne abbiamo? Certo che si!

4.3/5 (17 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Treccia dolce con uvetta e canditi

Treccia dolce con uvetta e canditi, un dolce...

Uvetta e frutta candita, ingredienti perfetti per il pan brioche L’uvetta (o uva sultanina) e la frutta candita sono presenze ricorrenti non solo nella treccia dolce con uvetta e frutta candita ma...

Ciambella con ganache al cioccolato

Ciambella con ganache al cioccolato, un dolce delizioso

Un impasto leggero e gluten-free per la nostra ciambella con ganache al cioccolato L’impasto della ciambella con ganache al cioccolato bianco è facile da realizzare. Si tratta infatti di...

Torta di tramezzini

Torta di tramezzini, un’idea originale per le feste

Una ricca farcitura a base di pesce La torta di tramezzini conta su molte farciture che hanno in comune una base di pesce. Il primo strato è valorizzato dall’hummus di pomodoro e dal carpaccio di...