bg header
logo_print

Tanti auguri con un menù e con la gelatina alla melagrana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Gelatina alla melagrana e cannella
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (4 Recensioni)

Ed anche oggi penso a voi, buon Natale a tutti!

Cari amici sono super elettrizzata e vorrei potervi abbracciare tutti, uno per uno, per augurarvi uno strepitoso Natale e tanta felicità e salute! Vi auguro di raccogliere tutti i vostri cari quest’oggi attorno ad una ricca tavolata e di poter godere assieme del tempo, del calore e dell’amore che solo il Natale ci sa regalare! Possano queste ore trascorrere liete e che siano utili per scaricare ogni tensione o preoccupazione che quest’anno può averci lasciato! Per mio carattere, ormai lo sapete, tendo ad essere sempre ottimista. Non c’è cosa poi che mi renda più felice delle feste in famiglia e queste sono le giornate giuste per scatenare tutto il meglio di me, anche ai fornelli, perché no!

Colgo l’occasione per ringraziarvi, di vero cuore, per tutto il sostegno che mi avete manifestato anche quest’anno, seguendomi in questo piccolo mondo, facendo sentire la vostra voce sui social e venendomi a trovare nei vari eventi cui ho partecipato quest’anno! Grazie, grazie e ancora grazie! La nostra comune lotta contro le intolleranze alimentari e la nostra passione per la buona cucina possa essere una stella guida anche per gli anni a venire!

Tirate fuori la vostra tovaglia rossa preferita, allestite la più bella, elegante ed allegra delle tavolate ed i giochi da tavolo più divertenti! Il Natale è alle porte e riserviamogli un posto d’onore nella nostra casa! Avete già scelto il menù? Noo?? Siete proprio degli irriducibili del last minute! Tranquilli però, lo sapete che la vostra Nonna Paperina preferita è previdente! Ci penso io a trovare i suggerimenti giusti per il menù di Natale e delle prossime festività!

Ricetta natale

Preparazione natale

Per preparare la gelatina alla melagrana iniziate lavando la mela, poi tagliatela a fette, rimuovete la buccia e il torsolo. Grattugiate la polpa finemente in modo da ottenere una purea, in alternativa potete usare il mixer, azionandolo fino a quando non avrete eliminato anche i pezzetti più piccoli. Passate il succo di melagrana in un colino a maglie strette, in modo da eliminare le impurità. Versate il succo così setacciato in un pentolino antiaderente. Versate anche la purea di mela, lo zucchero di canna, le stecche di cannella, e un pezzetto di scorza d’arancia. Accendete il fuoco e portate a ebollizione. Abbassate la fiamma e cuocete a fuoco lento, mescolando in continuazione e togliendo l’eventuale schiuma che si formerà in superficie. Continuate così fino a quando il composto non si sarà trasformato in gelatina.

In genere sono necessari 40 minuti, anche se dipende da numerosi fattori. Per capire quando la gelatina è pronta, fate riferimento alla prova del piattino. Scegliete un piatto piano, raffreddatelo a dovere (riponendolo in freezer per circa 10 minuti) e versateci un po’ di gelatina bollente. Se la gelatina si rapprende, allora è pronta, se invece scivola via, mantenendo lo stato liquido o semi-liquido, allora necessita ancora di un po’ di tempo. Ad ogni modo, una volta che la gelatina è cotta, togliete la scorza e le stecche di cannella. Poi mettete la gelatina in vasetti già sterilizzati lasciando un centimetro dal bordo. Sigillate ermeticamente e capovolgete per ricreare il sottovuoto. Lasciateli così per un giorno. I vasetti che avete realizzato possono essere un gradito regalo, basta confezionarli con della stoffa ed un nastro adatto, come da immagine.

Ingredienti natale

  • Per due vasetti
  • 600 ml. succo di melagrana
  • 360 gr. di zucchero di canna
  • 2 stecche di cannella piccole
  • 1 scorza d’arancia bio non trattata
  • 1 mela dolce grossa.

Cominciamo dagli antipasti!

Prima di darvi la ricetta della gelatina alla melagrana e cannella qualche idea per un ottimo menù. Se ancora siete alla ricerca del last minute per il vostro menù di Natale adatto a golosi ed intolleranti al lattosio o celiaci, ho preparato qui quel che fa al caso vostro! Cominciamo ovviamente con una carrellata d’idee per l’antipasto. Che ne dite, per esempio, delle stelline di sfoglia ripiene di cotechino? Vedrete, saranno semplici da preparare ma gustosissime! Potrete prepararle in pochissimo tempo e finiranno in men che non si dica, sarà il classico antipasto da “uno tira l’altro” che piace a tutti e che non stanca mai!

Un’altra idea particolarmente semplice e sfiziosa sono i canapè. Potrete comporre il vostro antipasto con crostini e farciture di ogni tipo e potrete scegliere tra un vasto assortimento di possibilità, tra mare, terra, frutta e verdure. E che dire magari della cheesecake con zucca e granella di pistacchi, dei cestini farciti o delle composizioni di pasta sfoglia? Largo alla fantasia!

Al bando le diete, oggi è Natale!

Con l’occasione di porvi i miei migliori auguri per un felice e Santo Natale, quest’oggi desidero regalarvi i miei suggerimenti last minute per i menù delle prossime festività. Passiamo dunque in rassegna le possibilità che possiamo portare a tavola. Che ne dite di un buon risotto? Preferite della pasta? O magari una deliziosa pasta fresca all’uovo fatta in casa con un ripieno super goloso a base di carne? Un’idea su tutte ve la propongo, ossia gli gnocchetti di Babbo Natale: belli, buoni e semplicissimi da preparare con il condimento a base di pollo e pomodorini.

Ma neanche il tempo di preparare il primo e mangiarlo che già abbiamo voglia di pensare ai secondi. Ed anche in questo ci possono essere tante idee per sbizzarrirci! Una leccornia su tutte: la polenta morbida all’uovo con fonduta e tartufo. Che buona!! E per palati ancor più raffinati, un buon petto d’anatra profumata all’arancia ed al Cointreau. Oppure, se a Natale non possono mancare le portate di mare, che ne dite di una sublime, ricca e peccaminosa aragosta alla catalana?

Dulcis in fundo un tocco di dolcezza immancabile!

Ed anche a Natale uno dei momenti più attesi è sempre quello del dolce a fine pasto. Non importa quanto abbiamo mangiato, quanto ci si possa sentire sazi, gonfi o stanchi. Non importa nemmeno l’ansia di aprire i regali o il piacere di andare a messa. Prima che venga servito il dessert non si muove nessuno, ed anche a casa vostra è così, ne sono certa! Il dessert occupa un posto speciale nei nostri cuori, anche in occasione del Santo Natale. Ecco perché non possiamo accontentarci di un dolce qualsiasi!

Per decorare ulteriormente la tavolata di festa l’ideale è la torta di Babbo Natale al formaggio fresco Exquisa, col bel faccione di Santa Claus tutto da mangiare. E come dessert, merenda o colazione, le conchiglie al cacao di Natale sono una leccornia senza glutine e senza lattosio davvero imperdibile! Ad ognuno il suo dessert! Preferite dei Pandorini al teff, arancia e noce moscata? O magari uno sfizioso Dolce tronchetto con pere candite e whiskey? Gustare questi dolci, vicino all’albero di Natale e con tutti i miei cari vicino sarà la degna conclusione di una meravigliosa giornata. Vi lascio dunque ai vostri fornelli ed a questo 25 Dicembre col più caldo ed affettuoso degli abbracci!

NATALE

Un’idea per un regalo culinario

La gelatina alla melagrana e cannella è una deliziosa gelatina da fare in casa e da utilizzare nelle occasioni speciali. Per esempio, può essere impiegata per addensare le farcie dei dolci (pensiamo alla cheesecake) o sempre in pasticceria per produrre delle splendide coperture. La gelatina alla melagrana sostituisce quella acquistata, ma lo fa aggiungendo un tocco di sapore in più, che certamente impatta in modo positivo sulle preparazioni cui viene applicata.

La gelatina alla melagrana e cannella è semplice da fare? In genere sì, ma è necessario conoscere tutti i passaggi, che a volte non sono proprio intuitivi. In ogni caso, se rispetterete fedelmente la ricetta che a breve vi darò, il risultato sarà eccellente. L’unica difficoltà, va detto, è capire quando la gelatina è effettivamente pronta. Per capirlo, fate la prova del piattino: riponete un po’ di gelatina in un piatto molto freddo, anzi congelato se possibile. Se la gelatina una volta a contatto con il piatto non scivola ma si rapprende subito, allora è pronta.

Insospettabili benefici della cannella

La cannella gioca un ruolo di fondamentale importanza nella ricetta della gelatina alla melagrana e cannella, come suggerisce il nome. Nello specifico, viene inserita nel pentolino dove si cuocerà la frutta. Ovviamente, dopo la “cottura” la cannella va tolta (anche perché è sotto forma di stecche) e lo stesso vale per gli altri sapori che nel frattempo sono stati inseriti (ad esempio la scorza di limone).

La cannella è una spezia preziosa, molto reperibile e spesso data per scontata. Ha un aroma tutto suo, ma ha anche un certo potere dolcificante. Inoltre, è ricca di proprietà nutrizionali, come testimonia l’abbondante presenza di antiossidanti, che fanno bene al cuore e aiutano a prevenire i tumori. Come tutte le spezie, ha qualche un risvolto terapeutico. Per esempio, è in grado di regolare gli zuccheri nel sangue (buona notizia per i diabetici) ed è persino capace di fungere da blando antinfiammatorio. La cannella, infine, è considerata dalla tradizione come un rimedio per l’infertilità, l’artrite e altre patologie.

La melagrana, un frutto squisito e dalle ottime proprietà

La melagrana, utilizzata nella preparazione della gelatina, è un frutto squisito e relativamente semplice da reperire. E’ presente sul nostro territorio da tanto tempo, ma è considerato ancora un frutto esotico. La melagrana si fa apprezzare per il gusto particolare, tra il dolce e l’acidulo, ma anche per le caratteristiche nutrizionali. Per esempio contiene molta vitamina C, che rafforza il sistema immunitario. Da questo punto di vista, se la cava quasi meglio delle arance. Ovviamente contiene anche tantissime fibre, dunque agevola la digestione.

La melagrana, poi, contiene una quantità elevata di antiossidanti, che agiscono sull’organismo su tre livelli, e di fenoli. Il frutto è inoltre ricco di sali minerali, e in particolare di potassio. In questa ricetta, la melagrana viene trasformata in succo e filtrata attentamente. Tra le altre vitamine, infine, troviamo la E, che agisce sull’organismo in modo protettivo, e nello specifico come antibatterico e antimicotico. In alcune culture la melagrana è conosciuta anche come rimedio naturale contro la diarrea, la dissenteria, i parassiti, le emorroidi e persino qualche infezione.

Perché la scorza d’arancia deve essere biologica?

La ricetta della gelatina alla melagrana suggerisce l’impiego della scorza d’arancia. Questa viene aggiunta al succo di melagrana ben filtrato, insieme alla purea di mela e agli altri aromi. Ma badate bene, la scorza di arancia deve essere biologica. Ciò significa che deve essere coltivata senza l’uso di pesticidi o altre sostanze che favoriscono lo sviluppo ma possono causare qualche problema a livello di genuinità. Il motivo è semplice, queste sostanze tendono a permanere non tanto nella polpa, quanto nella buccia.

Il ruolo di questo ingrediente nella ricetta è essenziale in quanto conferisce un tocco aromatico e allo stesso tempo amarognolo alla preparazione. Un dettaglio non da poco se si considera che, di base, la gelatina alla melagrana assume un carattere sia amarognolo che acidulo. In conclusione potremmo affermare che la scorza d’arancia svolge una funzione di equilibrio in termini organolettici.

Idee per un menù delle feste ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostini di foie gras

Crostini di foie gras, l’antipasto elegante per Capodanno

Perché è meglio usare la baguette? Quale pane utilizzare per i crostini di foie gras? Stiamo parlando di una specialità francese, dunque la baguette è d’obbligo, tra l’altro la baguette si...

Punch natalizio al cocco

Punch natalizio al cocco, la bevanda per le...

Cosa sapere sul latte di cocco Buona parte del sapore di questo punch alcolico natalizio è dato proprio dal latte di cocco. Le sue note morbide e dolci emergono in modo preponderante, ma sono...

Nocchiata

Nocchiata, il dolce natalizio della cucina romana

Quale frutta secca usare per la nocchiata? La ricetta della nocchiata, benché molto antica, è declinata in diverse varianti. L’elemento di differenziazione più importante è proprio la frutta...