Cannella: spezia intramontabile dal sapore deciso

Cannella
Commenti: 0 - Stampa

La cannella, un aroma che profuma di storia.

Cannella: la spezia intramontabile dal sapore deciso. Un profumo, un gusto ed un odore dolce e deciso contraddistinguono una delle spezie più usate, tra tutte forse quella intramontabile, riconoscibile ad occhi chiusi.

Inconfondibile è anche il suo colore brullo, che si aggira sulle tonalità del marroncino e dell’ocra  è  per noi disponibile in polvere o in piccoli bastoncini.

Si estrae da piante diverse della famiglia delle Lauraceae, quella tipica dello Sri Lanka dal colore nocciola chiaro e un sapore delicato che ha una qualità decisamente superiore a quella originaria della Cina, dall’aroma più aspro e dalle tinte brune.

La cannella, come molte spezie che si usano in cucina e non solo, ha origini antichissime. La cita perfino Plinio il Vecchio in uno dei suoi scritti come aroma alquanto costoso.

Gli Arabi che la fecero conoscere agli occidentali portandola sui nostri mercati, la descrivevano come una spezia del mistero proponendola a costi decisamente alti. Nell’antica Roma era la spezia afrodisiaca per eccellenza, tanto che nel Cinquecento il suo effetto erotico fu sancito da diversi trattati medici. Ancora oggi che la cannella viene usata in cucina tra dolce e salato ma anche come ingrediente salutare  alleato del nostro corpo.

La cannella, un rimedio naturale tra antico e moderno

Le proprietà terapeutiche ed i benefici offerti dalla cannella sono molti, diversi ed efficaci, conosciuti fin dall’antichità. La cannella si usava, infatti, già nell’Antico Egitto e nell’Antica Roma come rimedio naturale.

Tra gli usi più frequenti quello contro raffreddore, influenza e diarrea grazie alla sua azione antimicrobica e astringente. I suoi effetti sono paragonati ad un antibiotico naturale, attivo anche contro i funghi. La cannella, inoltre, secondo alcuni studi, aiuterebbe a combattere anche la fame nervosa e per questo è consigliato come valido condimento.

Cannella

Ricca di principi attivi in grado di ridurre i trigliceridi e il colesterolo LDL (cattivo), è un potente antiossidante naturale, candidandosi anche come alleato per la prevenzione delle malattie cardiache e dei tumori. Secondo recenti studi, la cannella sarebbe anche indicata per chi è affetto da diabete di tipo 2. Il motivo?

Al suo interno un particolare polifenolo dall’azione simile a quella dell’insulina. Nella medicina cinese la cannella viene usata anche per alleviare i disturbi al freddo e i dolori mestruali grazie al suo effetto riscaldante.

Tra dolce e salato è un vero must in cucina

Dal sapore molto particolare, dolce e anche un po’ piccante è uno di quelli ingredienti must che in una cucina che si rispetti non possono mai mancare. Di rilievo lo è per certo nelle preparazioni dolci: tra torte, biscotti, marmellate, caramelle e creme. In ogni ricetta la cannella regala un tocco particolare: è elemento fondamentale nella torta di mele e nello strudel ma insapora anche i gelati, la macedonia di frutta e finanche la ricotta, con un gustoso contrasto tra dolce e salato. Anche molte bevande si rendono riconoscibili grazie all’aroma della cannella come il vin brulé, la sangria, i liquori e anche la cioccolata calda.

Trova posto anche nelle ricette salate: insaporitore di brodo di pesce o carne, ma soprattutto nei risotti e nei piatti agrodolci. Per la cucina orientale una nota speziata alla cannella si trova nella carne come nelle salse salate, senza dimenticare che la cannella è una delle basi del curry. Molto utilizzata, inoltre, per preparare ottime tisane.

liquore di clementine alla cannella

L’idea regalo per ogni occasione: il liquore di clementine alla cannella…

Se state cercando il regalo perfetto per un parente o un amico, potete anche pensare a una bevanda fai-da-te e, proprio per questo, oggi vi propongo il liquore di clementine alla cannella. Essendo il drink perfetto per accompagnare i dolci e non solo, in quanto è molto ricco di gusto e lascia sul palato un sapore inconfondibile, è ottimo anche per il consumo personale: è l’ideale da servire in qualsiasi occasione!

Pertanto, il liquore di clementine alla cannella non è solo un dono eccellente, è persino una bevanda da tenere sempre a portata di mano e che possiamo preparare tranquillamente a casa. Se quindi avete la passione per la cucina e in particolare per la preparazione di drink sfiziosi, questa è l’occasione per realizzare qualcosa di unico!

I suoi ingredienti sono terapeutici e nutrizionali

Prima di cominciare a preparare questo delizioso liquore di clementine alla cannella, è bene informarsi sulle caratteristiche degli ingredienti con il quale viene realizzato. La ricetta originale prevede l’uso di alimenti non trattati e quindi perfetti per beneficiare delle loro molteplici proprietà, sia da un punto di vista organolettico che nutrizionale. Pertanto, facendo la scelta giusta durante la spesa, potrete contare non solo su un gusto unico, ma anche su un toccasana per la digestione e per allontanare i malanni (soprattutto invernali).

Le clementine sono infatti agrumi ricchi di vitamina C, potassio e altri micro e macronutrienti essenziali per la salute; possono rafforzare il sistema immunitario e regalare un sapore decisamente gradevole a ogni bevanda. L’altra protagonista del liquore di clementine alla cannella, ovvero quest’ultima, è molto preziosa, ma è anche un antiossidante naturale, ideale contro il colesterolo. Vanta poi notevoli proprietà antimicrobiche e astringenti, che sicuramente non possiamo sottovalutare.

Liquore di clementine alla cannella: fatto in casa… è molto meglio!

Chiaramente, acquistare questa bevanda non sarà facile. Infatti, è difficile da reperire e, ad ogni modo, potrete incappare in coloranti e conservanti che di certo non fanno bene all’organismo. Perciò, la scelta migliore è sempre quella di preparare il liquore di clementine alla cannella con le vostre mani! Fin dal primo assaggio, vi lascerà senza parole: voi e i vostri ospiti vi accorgerete subito di aver a che fare con un drink davvero incredibile!

Potrete rimanere affascinati dal liquore di clementine alla cannella già durante la preparazione, ma soprattutto quando aprirete la bottiglia poco prima di servirlo… il suo profumo vi conquisterà insieme alla sua bellissima colorazione. Non potrete fare a meno di innamorarvene… provare per credere!

Ingredienti per 2 bottiglie

  • 500 ml di alcool 96%,
  • 8 clementine non trattate,
  • 2 stecche di cannella,
  • 350 gr. di zucchero semolato,
  • 500 ml di acqua naturale

Preparazione

Lavate e asciugate le clementine. Togliete la buccia alle clementine utilizzano un pelapatate facendo a non arrivare all’albedo (pellicina bianca) .Versate l’alcool in un contenitore a chiusura ermetica, unite le bucce di clementine e le stecche di cannella. Chiudete il contenitore e fate riposare al buio per circa 10/15 giorni. Trascorso il tempo di riposo, versate l’acqua e lo zucchero in un tegame, portate ad ebollizione e fate sobbollire per 5 minuti; poi togliete dal fuoco e fate raffreddare.

Versate l’alcool con le clementine nello sciroppo di zucchero, mescolate bene e filtrate.Versate il liquore nelle bottiglie, etichettate e fate riposare circa 15 giorni prima di servire.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carne di coniglio

La carne di coniglio, un’alternativa a pollo e...

Un approfondimento sulla carne di coniglio La carne di coniglio fa da sempre parte della tradizione culinaria italiana. Se ben trattata, è un' ottima carne squisita, morbida e adatta alle...

camomilla essicata e al naturale

Camomilla essiccata e al naturale, proprietà e usi

Le principali caratteristiche della camomilla Oggi vi voglio parlare della camomilla essiccata e al naturale, una delle piante officinali più apprezzate e conosciute, nonché un alleato preziosa di...

santolina

La santolina, una pianta aromatica dai mille usi

La santolina dal punto di vista botanico La santolina, o crespolina che dir si voglia, è una pianta arbustiva molto diffusa nei paesi che si affacciano sul mediterraneo. Si presenta con un fusto...

fiordaliso

Il fiordaliso, una pianta da utilizzare in cucina

Le principali caratteristiche del fiordaliso Oggi voglio parlarvi di una pianta speciale, che regala alcuni tra i fiori più belli da vedere, ossia il fiordaliso. Il nome, così elegante e soave,...

Datteri Mazafati

I datteri, uno dei frutti più buoni e...

Un po' di storia sul dattero Oggi parliamo dei datteri, uno dei frutti più particolari in assoluto. Sono particolari dal momento che fanno riferimento alla cultura araba e mediorientale, e per...

Formaggi vegetali,

Formaggi vegetali, non solo per i vegani

Cosa sono i formaggi vegetali? Per alcuni non dovrebbero essere nemmeno chiamati formaggi, per altri sono invece un’alternativa addirittura preferibile ai formaggi tradizionali. I formaggi...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


17-06-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti