Natale con i pandorini al teff, arancia e noce moscata

pandorini al teff arancia e noce moscata
Commenti: 0 - Stampa

I pandorini al teff: una sorpresa per tutta la famiglia!

Buon Natale con i pandorini al teff, arancia e noce moscata. Un altro anno è passato veloce, velocissimo, ed è di nuovo quasi Natale! Anche voi non vedete l’ora? L’attesa spasmodica dei regali, il pensiero del menù, parenti ed amici che tornano da ogni dove per poter stare finalmente assieme.

Che meraviglia! Il Natale, comunque la si veda, è un periodo magico e con un clima particolare attorno a sé di grandi aspettative ed emozioni. Anche se abbiamo trascorso momenti brutti e difficoltà tutto l’anno, il periodo delle festività è il momento giusto per resettare tutto e ricominciare da capo! E se, al contrario, abbiamo avuto la fortuna di trascorrere un anno, sereno, felice ed in salute, il Natale è ancor più un momento di raccoglimento, gratitudine e celebrazione.

Abbiamo dunque tutti buoni motivi per attendere con ansia il Natale. In particolare, figli e nipoti devo dirlo, hanno ereditato una discreta propensione ad essere buone forchette. E cosa c’è di meglio del ricchissimo pranzo di Natale per far sfogo alla nostra golosità?

Tra tutte le portate però, quella che davvero si attende maggiormente col fiato sospeso, è proprio il dessert. Non possiamo per questo presentarci con un dolce qualsiasi in un giorno così importante! Vi proponiamo dunque degli speciali Buon Natale con i pandorini al teff, arancia e noce moscata, comodi ed eleganti bocconcini, morbidi e profumatissimi che potrete assaporare da colazione a sera, magari accompagnati da una ricca tazza di cioccolata calda!

pandorini al teff arancia e noce moscata

Oh oh oh… che sapore il Natale con i pandorini al teff

I pandorini al teff, arancia e noce moscata sono delle deliziose preparazioni che rientrano a pieno titolo nei dolci senza glutine e senza lattosio, adatti perciò a tutti e maggiormente digeribili. Alla base di tutto vi è un mix di farina di teff, fecola di patate ed amido di riso.

Se seguite il nostro portale, avrete sicuramente notato che per produrre performanti ricette senza glutine, ci divertiamo a scoprire ingredienti sempre nuovi e diversi. Cogliamo dunque ulteriore occasione per proporvi la farina di teff ed i vantaggi derivanti dall’uso di questo ingrediente, che vi invitiamo a scoprire ed approfondire anche qualora non siate obbligati a farlo per la celiachia.

Buoni anche a colazione

Originariamente abbiamo pensato a questi pandorini al teff, arancia e noce moscata come ad un pratico dessert da fine pasto, fatto appositamente per la stagione invernale ed in particolare per il Santo Natale.

Nonostante questo, però, è chiaro che avere queste dolci tentazioni pronte in casa può essere una facile istigazione a gustarli anche nel corso della giornata, a merenda o a colazione! 

Ed ecco la ricetta dei pandorini al teff:

Ingredienti per 10/12 muffins:

  • 120 gr. di tuorlo
  • 120 gr. di albume
  • 60 gr. di uova intere
  • 130 gr. d’olio di vinacciolo
  • 100 gr. di fruttosio
  • 180 gr. di zucchero di canna
  • 140 gr. di fecola di patate
  • 80 gr. di farina di teff
  • 70 gr. di amido di riso
  • 5 gr. di guar
  • 5 gr. di lievito
  • 1 gr. di sale
  • 200 gr. di arancia candita
  • 3 gr. di noce moscata
  • 30 gr. di Gran Marnier

Preparazione:

Lavorate a ‘mo di maionese i tuorli e le uova, frullandoli con dell’olio di vinacciolo, la noce moscata ed il sale. Unite fruttosio e fecola di patate setacciata. A parte, in una coppetta, montate gli albumi con lo zucchero di canna ed il guar, componendo un impasto simile ad una meringa. Passate al setaccio la farina di teff, l’amido ed il lievito.

Mettete poi a macerare l’arancia candita a pezzetti con il liquore, attendendo un completo assorbimento. Mescolate dunque l’impasto da meringa assieme a quello simile alla maionese, alternando la farina ed i cubetti di arancia candita. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo, poi versatelo negli stampi da muffins ed infornate a 180° per circa 25 minuti. Decorate i singoli muffins con fette d’arancia fresca o disidratata.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pate di pernice rossa con polenta

Patè di pernice rossa con polenta, un ottimo...

Patè di pernice rossa su crostini di polenta, un antipasto gourmet Il patè di pernice rossa su crostini di polenta è una pietanza molto particolare. In primis, perché è realizzata con una carne...

Stella di Natale

Stella di Natale, il dolce perfetto per le...

Perché è così speciale il nostro dolce Stella di Natale? La Stella di Natale non è una torta come le altre. Lo potete notare già dalla foto e dalla sua forma particolare con un impatto visivo...

Cappone ripieno al tartufo

Cappone ripieno al tartufo, un secondo da ristorante

Perché il cappone ripieno al tartufo è così speciale? Il cappone ripieno al tartufo non è un secondo piatto come gli altri. Le ragioni per affermarlo sono numerose, in primis perché prevede...

Torta Albero di Natale

Torta Albero di Natale al profumo di menta

Torta Albero di Natale, un dessert al profumo di menta La nostra mente è sempre propensa alle festività ed eccoci a fantasticare su questa torta albero di Natale. Nessun simbolo potrà essere mai...

Spaghetti con bottarga di pesce

Spaghetti con bottarga di pesce per un cenone...

Spaghetti con bottarga di pesce spada, ingredienti di qualità per una ricetta semplice Gli spaghetti con bottarga di pesce spada rappresentano un primo piatto degno dei cenoni di Natale più...

Carrubine

Carrubine, il tipico dolcetto natalizio

Cosa sono le carrubine? Le carrubine sono dei dolcetti deliziosi, perfetti per ogni occasione ma indicati soprattutto a Natale, quando la voglia di dolci raggiunge il suo apice e ci si può...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


22-12-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti