Ciambelle rustiche allo sherry, un’ottima idea per Natale

Ciambelle rustiche allo sherry
Stampa

Ciambelle rustiche allo sherry profumate ai semi di anice, un dolce d’altri tempi

Le ciambelle rustiche allo sherry profumate ai semi di anice sono un’ottima idea per un Natale all’insegna della tradizione, che offra abbinamenti dal sapore “antico” in una prospettiva di un’equilibrata rivisitazione. Dall’esterno le ciambelle rustiche rievocano un modo di intendere la cucina genuino, legato al passato e artigianale. Le ciambelle, infatti, vanno formate a mano, senza utilizzare stampi o altri supporti. Il punto di forza di questa ricetta però risiede nel gusto, che è incredibilmente corposo e frutto della presenza di tantissimi ingredienti. Il riferimento è, tra gli altri, allo sherry e all’anice, che aggiungono un tocco di creatività ed eleganza.

Le ciambelle rustiche allo sherry profumate ai semi di anice sono anche relativamente semplici da preparare. Si tratta di creare un impasto da tanti ingredienti seguendo un ordine preciso. Gli unici elementi di difficoltà sono dati dalla formazione delle ciambelle, che deve essere fatta “a mano”, e dalla cottura. Fate molta attenzione al tempo di cottura: in genere bastano 10 minuti, anzi non si dovrebbe andare oltre, anche perché rischiate di ritrovarvi con delle ciambelle fastidiosamente dure, anziché gradevolmente croccanti. In ogni caso, seguite fedelmente la ricetta per non sbagliare.

Le peculiarità dello zucchero di canna Demerara

Uno degli ingredienti più particolari di queste ciambelle rustiche allo sherry è lo zucchero di canna Demerara. No, non è una marca, bensì una specialità, una tipologia di zucchero originario del sud America. Può essere considerato a tutti gli effetti uno zucchero aromatizzato. Va detto, però, che l’aroma è completamente naturale, e non viene aggiunto artificialmente in fase di trattamento. E’ uno zucchero che gioca un ruolo da protagonista, e che non si limita ad addolcire.

Ciambelle rustiche allo sherry

Per quanto riguarda le caratteristiche nutrizionali, lo zucchero Demerara non si distacca molto dallo zucchero normale, quello bianco. Rimane comunque un alimento (fisiologicamente) calorico e che rischia di incidere anche sui livelli della glicemia. Non a caso lo zucchero Demerara viene impiegato durante la realizzazione dell’impasto, che in questo modo acquisisce la necessaria dolcezza risultando contestualmente insaporito.

Le speciali farine delle ciambelle rustiche allo sherry

La lista degli ingredienti delle ciambelle rustiche allo sherry prosegue con le farine. Esatto, al plurale. Per questa ricetta ho pensato a tre farine molto diverse tra di loro, ma accomunate da un elemento: l’assenza totale di glutine. In questo modo possono essere consumate anche dagli intolleranti a questa sostanza e dai celiaci. La loro presenza è comunque dettata anche dalla volontà di offrire un gusto diverso, e ovviamente gradevole, dunque possono essere consumate da chiunque.

Nello specifico, per realizzare queste ciambelle rustiche allo sherry è necessario utilizzare la farina di tapioca, la farina di grano saraceno e la farina di riso. Le prime due sono farine esotiche che vengono spesso classificate come super-food. Il motivo? Semplice, la completezza dei valori nutrizionali. Oltre a fornire un certo apporto di carboidrati, contengono molti sali minerali e persino proteine. Per quanto riguarda la farina di riso, essa spicca per la quantità minima di grassi, ma anche per un gusto più delicato, con qualche sentore dolce che risulta gradevole a qualsiasi palato.

Ecco la ricetta delle ciambelle rustiche allo sherry profumate ai semi di anice:

Ingredienti per 60 pezzi:

  • 310 gr. di farina di riso;
  • 210 gr. di farina grano saraceno;
  • 230 gr. di zucchero di canna Demerara;
  • 60 gr. di farina di tapioca;
  • 160 gr. di olio extravergine di oliva dal gusto delicato;
  • 160 gr. di sherry;
  • 15 gr. di semi di anice;
  • 1 pizzico sale fino;
  • 1 pizzico di anice stellato macinato;
  • ½ cucchiaino di bicarbonato di sodio.

Preparazione:

Per la preparazione delle ciambelle rustiche allo sherry prendete una ciotola e mettete lo zucchero, l’olio extravergine d’oliva, il sale e lo sherry, poi amalgamate per bene il tutto. A questo punto aggiungete le farine già miscelate con le spezie e il bicarbonato. Mescolate ancora fino a ricavate un composto soffice e malleabile. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente e trasferitela in frigo affinché riposi per circa 30 minuti. Nel frattempo preriscaldate il forno a 170 gradi, ponendolo in modalità statica. Poi coprite due leccarde con della carta da forno.

Trascorsa mezz’ora, riprendete l’impasto dal frigo e formate con esso delle ciambelline. Per farlo prelevate un poco di impasto, realizzate un vermicello dallo spessore di 1,5 cm e poi chiudetelo formando un cerchio dal diametro di 4 cm. Continuate così fino a esaurire l’impasto (dovreste ricavare sulle 50 o 60 ciambelline circa). Adagiate le ciambelline sulla leccarda, stando attenti a distanziarle l’una dall’altra, e cuocete per massimo dieci minuti. Fate attenzione, se prolungate la cottura rischiate di renderle davvero dure, mentre dovrebbero essere semplicemente croccanti. Una volta pronte, sfornatele e fatele raffreddare. Potete utilizzare le ciambelline come regalo di natale, magari all’interno di un bel cesto natalizio! Sono ottime da inzuppare nel vino liquoroso o semplicemente nel latte la mattina.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


02-12-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti