Petto d’anatra all’arancia profumata al cointreau , campione di raffinatezza!

Viaggio alla scoperta di un super piatto: petto d’anatra profumata al cointreau

Le festività natalizie rappresentano un’occasione unica per passare più tempo in cucina, dietro ai nostri amati fornelli. Nel tepore della nostra casa, in compagnia di amici e/o familiari possiamo divertirci a provare creazioni originali e dal sapore particolare… Proprio per questo oggi vi propongo la ricetta del petto d’anatra profumata al cointreau, una ricercatezza raffinata, una prelibatezza al palato che saprà sorprendervi e regalarvi forti emozioni sensoriali!

Anatra, che l’energia sia con voi!

Il termine “anatra” si riferisce a diversi uccelli della famiglia Anatidi. Sia l’anatra selvatica (Anas platyrhynchos), sia l’anatra domestica (che discende dall’anatra selvatica) possono essere consumate; nonostante questo, attualmente, la maggior parte della carne di anatra che troviamo in commercio origina da animali allevati.

Dovete sapere che l’anatra ha carni molto pregiate, grasse, molto energetiche e molto impiegate e apprezzate specialmente nella cucina cinese e francese. Non solo, grazie al buon contenuto di ferro questa carne può inoltre essere consigliata alle persone anemiche.

Poiché questa carne non è magrissima può essere più difficile da digerire. La carne di anatra allevata è in generale più grassa dell’anatra selvatica; quest’ultima ha tuttavia un sapore più robusto e una consistenza meno tenera. In generale, la parte più pregiata è il petto, ma anche le cosce sono molto gustose.

Petto d’anatra all'arancia profumata al cointreau

Arance, concentrato di vitamina C ma non solo…

Considerato che l’anatra è ottima arrostita e specialmente negli abbinamenti con la frutta, soprattutto con gli agrumi, per il vostro menù delle feste ho pensato di curare una ricetta semplice e veloce ma altrettanto sfiziosa e ghiotta.

Adatta proprio a tutti i palati, è un incontro di sapori tra cui emerge l’arancia profumata al cointreau. Vediamo, ora, insieme alcune caratteristiche di questo frutto portentoso e di stagione. Ricchissima di vitamina C, l’arancia innalza la resistenza del corpo umano contro i vari agenti chimici, fisici e ambientali, soprattutto d’inverno.

Aumentando le difese immunitarie contro virus e batteri, previene i disturbi cardiovascolari e ha un’azione antistress. L’arancia rallenta forme degenerative tumorali, grazie alla forte azione antiossidante esercitata sui radicali liberi.

Infine, assicurano un controllo attivo contro i radicali acidi, che altro non sono che sostanze chimiche tossiche prodotte da un’errata alimentazione.

Ed ecco la ricetta del petto d’anatra profumata al cointreau

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 petti di anatra
  • 1 scalogno
  • 2 arance
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 bicchierino di cointreau
  • q.b. di sale, pepe

Preparazione

Per preparare il petto d’anatra profumata al cointreau, occorre per prima cosa salare e pepare i petti di anatra e in un soutè rosolare tutti i lati; quando saranno rosolati perfettamente unite lo scalogno e le arance tagliate a tocchetti tenendo 4 fette per la guarnizione finale e cuocete a fuoco lento tenendo comunque la cottura media.

Bagnate con il cointreau e sfumate. Lasciate riposare per qualche minuto, tagliate a losanga e impiattate mettendo mezzo petto per porzione.

Buon appetito!

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *