Cheesecake salata alla zucca e pistacchi, aria di festa

cheesecake salata alla zucca e pistacchi
Commenti: 0 - Stampa

Buon Natale 2019 con Exquisa!

Oggi vi propongo la Cheesecake salata alla zucca e pistacchi. Anche questo 2019 è volato via in un secondo ed è tempo di bilanci. Siete andati in crisi come il governo giallo-verde o tutto è filato fino alla fine per il verso giusto? C’è un modo semplice ma essenziale per rimetterci in pace col mondo, in vista della fine dell’anno vecchio e l’arrivo dell’anno nuovo, ed è ovviamente un trucchetto da sperimentare tra i fornelli.

Pensare al menù di Natale, magari anche un pochetto in anticipo, ci aiuta a liberarci dalla stanchezza e dai cattivi pensieri. Infondo, a Natale e non solo, tutto ciò che conta è riunirsi con tutta la famiglia attorno ad una bella tavola imbandita e godere del tempo assieme, in spensieratezza. Cercando sempre idee originali per non deludere mai i nostri ospiti nei giorni di festa, quest’anno abbiamo pensato ad una cheesecake salata con zucca in agrodolce e crumble di pistacchi.

Il rapporto tra dolce, salato ed agro, abbracciato dalla cremosità del formaggio, su di un letto di cracker e burro, compone un quadro di sapori eccezionale. Tanti elementi, tanti colori, tante differenze, ma alla fine tutti questi ingredienti vi sembrano nati per stare assieme! In particolare, il collante ideale di questo piatto è il formaggio cremoso senza lattosio Exquisa che diventa la base di formaggio essenziale per una cheesecake salata davvero originale. Con un formaggio senza lattosio, leggerezza e gusto sono assicurati per il pranzo di Natale!

Non la solita cheesecake

Vi basterà proporre una cheesecake salata e non come dolce ma come primo piatto per ottenere un sicuro effetto sorpresa! Al primo assaggio, conquisterete tutti e le diffidenze saranno ben superate! La base croccante di cracker salati ben si presta ad esaltare il cuore cremoso di formaggio senza lattosio.

Nel ripieno potreste anche sbizzarrirvi con le aggiunte, ma ve lo assicuriamo già solo i fagiolini si prestano bene. Il bello è lasciare come protagonista la zucca, col suo gusto peculiare agro-dolce, ed il particolarissimo crumble di pistacchi. Un piatto chic e casereccio che saprà portare l’allegria a tavola!

cheesecake salata alla zucca e pistacchi

Un Natale originale con la cheesecake salata con zucca

Stanchi delle solite proposte tradizionali? Con la cheesecake salta con zucca in agrodolce e crumble di pistacchi abbiamo composto un piatto originale e diverso dal solito.

Una nota di novità tra le portate del Natale. A pranzo, tra diverse pietanze, sicuramente si farà notare e già solo di questo possiamo dirci più che soddisfatti. Poi completerà tutto l’assaggio ed i complimenti degli ospiti!

Ed ecco la ricetta della cheesecake salata con zucca in agrodolce e crumble di pistacchi:

Ingredienti per 6 persone:

  • 600 gr. di formaggio cremoso senza lattosio Exquisa,
  • 150 gr. di cracker salati consentiti,
  • 70 gr. di burro chiarificato,
  • 400 gr. di zucca,
  • 500 ml. d’acqua,
  • 100 ml. di aceto di mele,
  • 10 gr. di zucchero,
  • 200 gr. di fagiolini,
  • 100 ml. di panna consentita,
  • 10 gr. di colla di pesce,
  • 1 gr. di curcuma,
  • 2 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva,
  • q. b. di sale e pepe

Per il crumble:

  • 50 gr. di farina di riso
  • 50 gr. di farina di mais
  • 70 gr. di burro chiarificato
  • 40 gr. di pistacchi salati sgusciati
  • 20 gr. di Grana Padano grattugiato

Preparazione:

Prendete i cracker, tritateli e metteteli in una coppa, assieme al burro ammorbidito. Impastate il tutto assieme e versate in uno stampo. Schiacciate il composto e lasciatelo in frigo a compattarsi per circa un’ora.

Ricavate delle fettine sottili di zucca, aiutandovi con la mandolina. In una casseruola, portate a bollore, acqua, aceto e zucchero.

Spegnete il fuoco ed immergete la zucca nell’acqua bollente, lasciandola in immersione a raffreddarsi. Lavate i fagiolini, tagliateli a pezzetti e poneteli in cottura in una padella con un giro d’olio e del sale.

Saranno sufficienti circa 5 minuti per scottare i fagiolini. Per il crumble, unite la farina di riso con quella di mais. Versate il burro ammorbidito a pomata ed aggiungete i pistacchi tritati ed il Grana Padano con un pizzico di sale e pepe. Potete anche utilizzare il burro fuso a bagnomaria.

Impastate e stendete il composto su di una placca da forno, mettendola in cottura per circa 20 minuti a 180°. In un pentolino, scaldate la panna e scioglietevi la colla di pesce (precedentemente ammollata).

Per il cuore della cheesecake, lavorate il formaggio assieme a curcuma, panna, fagiolini e sale. Versate il composto sulla base e rimettete il tutto in frigorifero.

Prima di servire la cheesecake, rimuovetela dallo stampo e disponetela su di un piatto. Adagiate le fettine di zucca scolate e completate con le briciole di crumble ai pistacchi. Buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pate di pernice rossa con polenta

Patè di pernice rossa con polenta, un ottimo...

Patè di pernice rossa su crostini di polenta, un antipasto gourmet Il patè di pernice rossa su crostini di polenta è una pietanza molto particolare. In primis, perché è realizzata con una carne...

Stella di Natale

Stella di Natale, il dolce perfetto per le...

Perché è così speciale il nostro dolce Stella di Natale? La Stella di Natale non è una torta come le altre. Lo potete notare già dalla foto e dalla sua forma particolare con un impatto visivo...

Cappone ripieno al tartufo

Cappone ripieno al tartufo, un secondo da ristorante

Perché il cappone ripieno al tartufo è così speciale? Il cappone ripieno al tartufo non è un secondo piatto come gli altri. Le ragioni per affermarlo sono numerose, in primis perché prevede...

Torta Albero di Natale

Torta Albero di Natale al profumo di menta

Torta Albero di Natale, un dessert al profumo di menta La nostra mente è sempre propensa alle festività ed eccoci a fantasticare su questa torta albero di Natale. Nessun simbolo potrà essere mai...

Spaghetti con bottarga di pesce

Spaghetti con bottarga di pesce per un cenone...

Spaghetti con bottarga di pesce spada, ingredienti di qualità per una ricetta semplice Gli spaghetti con bottarga di pesce spada rappresentano un primo piatto degno dei cenoni di Natale più...

Carrubine

Carrubine, il tipico dolcetto natalizio

Cosa sono le carrubine? Le carrubine sono dei dolcetti deliziosi, perfetti per ogni occasione ma indicati soprattutto a Natale, quando la voglia di dolci raggiunge il suo apice e ci si può...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


24-12-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti