Menù di Natale: consigli per intolleranti al lattosio e celiaci

La magia del menù di Natale

Il menù di Natale è una vera istituzione, un trionfo di gusto e di amore per la cucina che oggi vi propongo presentandovi alcune ricette che, spero davvero, possano conquistarvi e farvi venire voglia di mettervi ai fornelli!

Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero

Meraviglioso antipasto, questo gazpacho è un concentrato di salute e di sapori. Il suo principale ingrediente, l’avocado, è fonte inesauribile di vitamina A ed è un ottimo alleato della digestione. Lo stesso beneficio è legato allo zenzero, che con il suo inconfondibile sapore crea un contrasto davvero speciale con la delicatezza del gambero.

Crema di avocado e gamberi

Alternativa interessante al piatto presentato sopra, questo antipasto è sano ma anche bello da presentare in tavola grazie all’abbinamento cromatico tra il rosa del gambero e il verde della crema di avocado.

Cocktail analcolico di zenzero e cannella

Per iniziare il pranzo di Natale, niente è meglio di un cocktail analcolico per conciliare la digestione. Per questo menù ho deciso di prepararne uno a base di zenzero e cannella, ideale per cominciare al meglio il percorso di scoperta degli altri piatti grazie a un mix tra due ingredienti speciali. Lo zenzero, infatti, stimola l’avvio del processo digestivo, mentre la cannella agisce più a fondo, ossia a livello gastroenterico.

Gnudi agli spinaci

Con questo primo vi porto alla scoperta della miglior cucina toscana. Gli gnudi agli spinaci sono un primo piatto tradizionale gustosissimo! Il loro nome, che significa nudo, spoglio, è legato all’assenza di una sfoglia che ricopre il ripieno.

Quaglie ripiene di frutta secca e cavolfiore al forno

Questo secondo è caratterizzato dall’alto livello di digeribilità della carne di quaglia. Come sceglierla? Controllando che sia di colore rosa chiaro e priva di umidità. In generale, consiglio di evitare l’acquisto di quaglie con carne molle.

Carciofi ripieni di pesto alle erbe ed agrumi

Vera chicca per intenditori, questo secondo è un concentrato di sapori contrastanti. La sua unicità è legata al pesto, che unisce il gusto del basilico all’aspro dell’arancia e del pompelmo rosa. Provare per credere! Vi stupirà questo mix!

Patè di funghi e nocciole

Ideale per stuzzicare tra una portata e l’altra, questo paté è uno straordinario concentrato di proteine. Soprattutto è caratterizzato da una sapore importante che vi conquisterà al primo assaggio! Fa molto bene alla salute in quanto le nocciole, come dimostrano diversi studi, sono caratterizzate da benefici per il cuore!

Mini pie di pistacchi, pere e gorgonzola

Straordinario incontro tra la forza del gorgonzola e il sapore delicato delle pere, queste mini pie sono una piccola coccola per il palato, da gustare prima dell’arrivo dei dolci più importanti. Ah, grazie alla pasta brisé gluten free possono essere proposte anche ai celiaci.

Stollen

Vero trionfo di colori e sapori, questo dolce tedesco è famoso per il suo tenore speziato e ha sempre un posto d’onore sulle tavole di Natale. Vista la presenza di frutta secca, lo Stollen si può definire come un meraviglioso mix di gusto e benefici per la salute ,in particolare per il cuore.

Tronchetto di Natale

In questo caso abbiamo a che fare con un vero classico del pranzo di Natale. La storia del tronchetto è da legare ai tempi in cui il ceppo di legno era l’unico modo per riscaldarsi durante i rigidi inverni. Nello specifico, il dolce è legato a una tradizione secondo la quale il capofamiglia, la vigilia di Natale, doveva bruciare un tronco nel camino, le cui ceneri, ardendo fino al giorno dell’Epifania, rappresentavano un auspicio positivo per il raccolto dell’anno seguente.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *