bg header
logo_print

Fusilli con panna e pomodorini: una ricetta veloce e gustosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Fusilli con panna pomodorini e champignon
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.2/5 (6 Recensioni)

La semplicità in tavola con i fusilli con panna e pomodorini

I fusilli con panna e pomodorini sono l’esempio perfetto di come la semplicità in cucina possa tradursi in un piatto squisito. Questa ricetta, priva di complessità tecniche, si presta a essere realizzata velocemente, rendendola ideale per ogni occasione, da un pranzo familiare a una cena improvvisata tra amici.

Gli ingredienti di questo piatto sono tra i più apprezzati: la pancetta saporita, i champignon delicati, i pomodorini freschi e la panna cremosa. Questa combinazione non solo delizia il palato, ma crea anche un equilibrio di sapori e texture che soddisfa tutti i gusti.

La preparazione dei fusilli con questa salsa è rapida e diretta. Si inizia soffriggendo la pancetta fino a renderla croccante, quindi si aggiungono i champignon e i pomodorini, lasciando che i loro sapori si fondano insieme. Infine, la panna viene incorporata per dare cremosità al piatto. Il risultato è un sughetto aromatico che avvolge perfettamente la pasta.

Ogni volta che questo piatto viene servito, si crea un’atmosfera di convivialità e gioia. Il profumo del sughetto di funghi e pancetta si diffonde in tutta la casa, stuzzicando l’appetito e promettendo un pasto delizioso.

I fusilli con panna, pomodorini, champignon e pancetta dimostrano che non è necessario complicare le cose in cucina per ottenere un risultato eccellente. Questa ricetta, con la sua semplicità e ricchezza di sapori, è una vera celebrazione del piacere di mangiare bene, rendendola una scelta perfetta per ogni momento in cui si desidera portare l’allegria a tavola.

Ricetta fusilli con panna e pomodorini

Preparazione fusilli con panna e pomodorini

  • Pulite i funghi con cura e tagliateli a fettine. Lavate i pomodorini e tagliateli a spicchi. Sbucciate poi la cipolla e tritatela finemente, mettetela poi a rosolare in una padella antiaderente con un giro d’olio.
  • Aggiungete alla cipolla anche le listarelle di pancetta e, appena si saranno dorate, aggiungete i funghi.
  • Cuocete il tutto per circa 10 o 15 minuti, aspettando fino a che l’acqua di cottura non si sarà completamente asciugata.
  • A questo punto versate il vino bianco, aggiungete i pomodorini e lasciate sfumare. Infine, quando anche il vino sarà completamente evaporato, unite la panna da cucina e mescolate il tutto per un paio di minuti.
  • Nel frattempo, in una pentola con acqua bollente lievemente salata, lessate i fusilli e scolateli al dente, versandoli poi nella padella con la salsina.
  • Lasciate che gli ingredienti s’insaporiscano per un paio di minuti, saldando il tutto in padella, a fuoco basso.
  • Unite, se gradito, un po’ di formaggio. La pasta a questo punto sarà pronta per essere servita. Buon appetito!

Ingredienti fusilli con panna e pomodorini

  • 400 gr. di fusilli consentiti
  • 150 gr. di pancetta tagliata a fette spesse
  • 200 gr. di funghi champignons
  • 1 cipolla piccola
  • 8 pomodorini
  • 1 confezione di panna da cucina senza lattosio
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 4 cucchiai di Parmigiano Reggiano stagionato 36 mesi
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • un pizzico di sale e pepe

Fusilli con panna e pomodorini, un primo piatto per autunno-inverno

Con questi fusilli con panna e pomodorini vi proponiamo un primo piatto che letteralmente vi obbligherà a leccarvi i baffi! Questo primo, ricco, calorico ed avvolgente, è un piatto ideale per le stagioni più fredde. Autunno ed inverno richiedono talvolta pietanze maggiormente ricche e piatti caldi da assaporare, ecco dunque questa prelibatezza che risponde precisamente a tali esigenze!

È pur vero che i funghi champignon siano oramai reperibili tutto l’anno nei supermercati, tuttavia la composizione nel suo complesso sembrerebbe prestarsi meglio ad autunno ed inverno. Con questi ingredienti, essenziali e facili da reperire, andremo a comporre un piatto straordinariamente gustoso, cremoso e saporito. Pochi minuti di preparazione, difficoltà assenti, risultato garantito! Riuscite a desiderare di meglio per pranzo? Con una composizione così golosa, questa ricetta si presta bene anche ad un menù da condividere con gli amici, per un’occasione speciale.

Piatto ricco mi ci ficco!

Inutile negarlo, l’abbinata pancetta e panna di questo piatto non è esattamente tra le più light. Se per un giorno vorrete concedervi ai piaceri della gola, ecco il piatto giusto per cadere in tentazione! Preparando i fusilli con panna e pomodorini comporrete un piatto ricco e saporito, certo sarà anche un piatto calorico, ma anche tanto buono quanto energizzante. I funghi champignon controbilanciano l’apporto calorico essendo dal canto loro piuttosto leggeri ma ricchi di proteine. Poveri di grassi ma ricchi di minerali, quali zinco, potassio, selenio e fosforo.

Fusilli con panna, pomodorini e champignon

Inoltre, i funghi champignon contengono moltissime vitamine soprattutto del gruppo B e D. Grazie alla loro composizione, i funghi possono contribuire a regolarizzare il funzionamento dell’intestino ed a migliorare il metabolismo di zuccheri e grassi. È particolarmente interessante sottolineare che l’assunzione di funghi champignon possa aiutare anche il sistema immunitario, il contenimento del colesterolo e ridurre l’insorgenza delle allergie. Un apporto di tutto rispetto potremmo dire per un ingrediente così versatile, buono, semplice e relativamente economico.

Funghi Champignon: un ingrediente versatile in cucina

I funghi champignon sono tra i funghi più conosciuti e utilizzati in cucina. Versatili e dal sapore delicato, si adattano a una vasta gamma di ricette, dalla semplice frittata ai piatti più elaborati come risotti e stufati. Originari dell’Europa e del Nord America, questi funghi hanno conquistato le tavole di tutto il mondo grazie alla loro disponibilità tutto l’anno e alla facilità di preparazione.

I champignon non sono solo gustosi, ma anche ricchi di benefici nutrizionali. Contengono poche calorie, sono una buona fonte di proteine vegetali, vitamine del gruppo B, e minerali come il potassio e il selenio. Inoltre, sono una delle poche fonti alimentari naturali di vitamina D, essenziale per la salute delle ossa e del sistema immunitario.

In cucina, i champignon possono essere cucinati in molti modi. Possono essere grigliati, saltati, bolliti, o aggiunti crudi nelle insalate. La loro consistenza carnosa e il sapore neutro li rendono ideali per assorbire gli aromi di altri ingredienti, rendendoli perfetti per esperimenti culinari.

Prima di cucinarli, è importante pulire i champignon con cura, spazzolandoli leggermente o passandoli rapidamente sotto l’acqua corrente, senza lasciarli in ammollo. Vanno conservati in frigorifero, preferibilmente in un contenitore aperto o in un sacchetto di carta, per mantenerli freschi più a lungo.

I funghi champignon sono coltivati in un ambiente controllato, il che li rende una scelta sostenibile. La loro coltivazione richiede meno acqua e spazio rispetto ad altre colture, e poiché possono crescere su materiali organici riciclati, contribuiscono alla riduzione dei rifiuti.

I funghi champignon sono un ingrediente indispensabile in qualsiasi cucina. Con la loro versatilità, il profilo nutrizionale ricco e la facilità di preparazione, sono perfetti per arricchire una vasta gamma di piatti, rendendo ogni pasto più gustoso e salutare. Che sia in una ricetta semplice o in un piatto gourmet, i champignon sono sempre una scelta vincente.

Cosa sapere sulla pancetta

La presenza della pancetta nei fusilli con panna e pomodorini potrebbe suscitare qualche perplessità nei più salutisti. La pancetta è considerata come un insaccato tra i più grassi in assoluto, e quindi dannoso per la salute. Che sia grassa non ci possono essere dubbi, infatti la percentuale di lipidi supera abbondantemente il 30%. Ciò fa lievitare l’apporto calorico oltre le 300 kcal per 100 grammi, tuttavia che la pancetta sia dannosa se ne può discutere. Di certo, se la pancetta viene consumata con prudenza e una volta ogni tanto, impreziosisce i piatti, mette di buon umore e non genera conseguenze sulla linea.

Per il resto, le proprietà nutrizionali della pancetta sono simili a quelle delle carni rosse stagionate, infatti spicca per l’abbondanza di proteine, per la presenza di vitamine del gruppo B, per il potassio e per il magnesio.

In occasione di questa ricetta la pancetta va tagliata a dadini e aggiunta sul soffritto di cipolla, prima di integrare i funghi, i pomodorini e la panna.

Il sublime tocco dei pomodorini nei fusilli con panna

I pomodorini giocano un ruolo fondamentale nella pasta dei fusilli con pomodoro e panna. Garantiscono  un tocco di colore rosso vivace e apportano note acidule e delicate allo stesso tempo. D’altronde, è proprio la delicatezza la loro caratteristica distintiva, almeno in confronto ai pomodori utilizzati per il sugo o per l’insalata.

I pomodorini vanno aggiunti in una fase avanzata della ricetta e rimangono in cottura per pochi minuti. Questo permette loro di rimanere integri, cedendo un po’ di succhi e garantendo morbidezza al piatto. I pomodorini aggiungono poco o nulla all’apporto calorico del piatto, infatti siamo sulle 30 kcal per 100 grammi. Un valore confortante se si pensa all’abbondanza di vitamina C e licopene, un formidabile antiossidante presente nei pomodorini.

La presenza dei pomodorini consente anche un certo margine di movimento in fase di guarnizione, infatti sono molte le erbe aromatiche che si sposano con questo ingrediente. Per esempio si può aggiungere il basilico per donare al piatto freschezza e aroma, nonché un bel verde brillante. Stesso discorso per la salvia, che è un po’ più amara. Tuttavia, vi consiglio di prestare attenzione all’equilibrio dei sapori, soprattutto per la presenza della panna.

Fusilli con panna e pomodorini: una ricetta a prova di intolleranze?

I fusilli con panna e pomodorini possono essere consumati da chi soffre di celiachia e intolleranza al lattosio? Di base no, infatti i fusilli sono un tipo di pasta che viene spesso preparata con semola di grano duro. Invece, gli intolleranti al lattosio possono avere problemi a causa della presenza della panna.

Per fortuna la soluzione è dietro l’angolo. I celiaci, per esempio, potrebbero usare un tipo di pasta realizzata con farine gluten-free. A tal proposito c’è solo l’imbarazzo della scelta tra farina di riso (una farina delicata), farina di grano saraceno (leggermente dolce e rustica), farina di teff (nocciolata) e molto altro ancora.

Gli intolleranti al lattosio, invece, potrebbero usare una normale panna delattosata, che si trova senza difficoltà nei supermercati. Il sapore è sostanzialmente identico alla panna originale, sebbene sia un po’ più dolce. Il processo di rimozione del lattosio è in realtà un processo di scissione, infatti il lattosio viene diviso in due zuccheri semplici e più facili da rilevare al palato.

Infine, brutte notizie per gli allergici e i sensibili al nichel. Sia i funghi che i pomodorini contengono parecchio nichel e non possono essere sostituiti senza stravolgere completamente la ricetta.

FAQ sui fusilli con panna e pomodorini

Che tipo di pasta sono i fusilli?

I fusilli sono un tipo di pasta realizzata in genere con semola a grano duro, inoltre hanno una forma particolare simile ad una molla e dotata di due spire. I fusilli trattengono molto bene il sugo e sprigionano gradevoli sensazioni al palato.

Come condire i fusilli?

I fusilli possono essere conditi sia con il sugo, quindi con un condimento denso e regolare, sia con condimenti più solidi. La loro peculiare forma, ricca di rientranze, è perfetta per entrambe le soluzioni. In questo caso ho optato per i pomodorini, i funghi e la pancetta, il tutto legato da un po’ di panna.

Quanto tempo cuociono i fusilli?

Il tempo di cottura per i fusilli è in genere di 11 minuti, tuttavia dipende dal grado di consistenza desiderato e anche dal metodo di produzione. In genere è necessario fare riferimento al tempo riportato in confezione, avendo cura di sottrarre due minuti se si desidera la pasta molto al dente.

Dove nascono i fusilli?

I fusilli sono originari del sud Italia, in particolare delle zone a cavallo tra la Campania e il Molise. Tuttavia, gli storici credono che siano di derivazione araba.

Ricette con funghi ne abbiamo? Certo che si!

4.2/5 (6 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...