bg header
logo_print

Spaghetti con fagiolini e coriandolo: un primo da gustare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Spaghetti con fagiolini e coriandolo
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (48 Recensioni)

Il pregio principale degli spaghetti con fagiolini e coriandolo

Gli spaghetti con fagiolini e coriandolo sono un primo piatto molto gustoso, sano e facile da preparare. Possono essere considerati come l’unione di due tradizioni, quella italiana e quella orientale. A rappresentare la prima sono ovviamente gli spaghetti. A rappresentare la seconda è invece il ruolo di primo piano conferito alle verdure. Il risultato è una pietanza che, pur nella sua estrema semplicità, eccelle sotto ogni punto di vista: è buona, vanta ottime proprietà nutritive e persino bella da vedere (anche grazie all’assetto cromatico abbastanza complesso).

A rappresentare la cucina orientale è anche il discreto uso delle spezie. Il riferimento è, ovviamente, al curry e al coriandolo. Il primo è una spezia composita, ovvero un mix tra più ingredienti; il secondo deriva da una pianta che pur originaria del Mediterraneo è diventata il simbolo della tradizione gastronomica dell’Estremo Oriente.

Ricetta spaghetti con fagiolini

Preparazione spaghetti con fagiolini

  • Mettete a bollire l’acqua in una pentola, giunta a ebollizione salatela e aggiungete gli spaghetti. Fate lessare i fagiolini, dopodiché scolateli e tagliateli a dadini.
  • In una padella con dell’olio caldo fate appassire i cipollotti, dopo aggiungete le carote tagliate a listarelle.
  • Passati 5-10 minuti, aggiungete le zucchine anch’esse tagliate a listarelle e fate cuocere per altri 5 minuti. Infine aggiungete anche i fagiolini lessati.
  • Scolate gli spaghetti tenendo da parte un po’ di acqua di cottura in cui sciogliere il curry. Versate gli spaghetti in padella insieme alle verdure e aggiungete l’acqua “al curry”.
  • Fate saltare per un paio di minuti e integrate con del coriandolo sminuzzato. Mescolate e servite.

Ingredienti spaghetti con fagiolini

  • 320 gr. di spaghetti consentiti
  • 4 carote
  • 4 zucchine
  • 2 cipollotti bianchi
  • 1 cucchiaio abbondante di curry
  • 300 gr. di fagiolini
  • qualche foglia di coriandolo fresco
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale

Il ruolo del curry negli spaghetti con fagiolini e coriandolo

Come già anticipato, il curry riveste un ruolo importante negli spaghetti con fagiolini. Il curry è in realtà un mix di spezie, in genere contiene cumino, cannella, chiodi di garofano, coriandolo, fieno greco, noce moscata, zafferano, pepe nero, peperoncino e curcuma. E’ proprio quest’ultimo ingrediente a conferire al curry il classico colore arancione. In base alla quantità di peperoncino si distinguono due varietà di curry: il mild, che è leggermente piccante; e lo sweet, che a dispetto del nome è abbastanza piccante.

Spaghetti all’orientale

Il curry viene utilizzato soprattutto per insaporire le carni bianche, come quelle del pollo, ma viene impiegato anche sui primi piatti come tocco finale per conferire del gusto in più (come nel caso degli spaghetti all’orientale). Del curry, però, stupiscono le proprietà nutrizionali, che a volte sfociano addirittura nell’azione terapeutica. Il curry infatti è un antinfiammatorio naturale, contiene molte sostanze antiossidanti, agevola la funzionalità dell’apparato digerente, allevia la nausea e il vomito, contribuisce a tenere sotto controllo il colesterolo, accelera il metabolismo attraverso l’azione del peperoncino e dello zenzero, i quali aumentano la temperatura corporea.

Le proprietà del coriandolo

Il coriandolo nasce nella zona Mediterranea ma il suo uso si sviluppa soprattutto in Asia orientale, dove è uno degli ingredienti più utilizzato. Esteriormente assomiglia molto al prezzemolo, ma il gusto è completamente diverso. E’ più delicato e niente affatto coprente (a differenza del prezzemolo), con un sentore piccante.

Il coriandolo si usa soprattutto per insaporire la carne e il pesce, ma è in grado di valorizzare anche le verdure, specie se cotte (come nel caso degli spaghetti all’orientale). Presenta alcune interessanti proprietà. Nello specifico contribuisce a combattere i problemi digestivi, il meteorismo, il colon irritabile, la diarrea e il mal di testa. Infine, aiuta a smaltire i metalli pesanti presenti nell’organismo.

Carote e zucchine, un abbinamento delicato per gli spaghetti con fagiolini

I fagiolini sono gli ingredienti principali di questa ricetta, ma anche alle carote e alle zucchine viene conferita una certa importanza. Questi ultimi ingredienti danno colore agli spaghetti con fagiolini, oltre ad apportare gusto, nutrimento e leggerezza. Insieme formano un abbinamento molto utilizzato che rende parecchio. La dolcezza intrinseca delle carote si sposa alla perfezione con la delicatezza delle zucchine.

Ovviamente questi ingredienti impattano anche sul profilo nutrizionale della ricetta, infatti sono ricchi di vitamina C, che fa bene al sistema immunitario. In aggiunta le carote sono ricche di vitamina A (che fa bene alla pelle alla vista) e di betacarotene, un ottimo antiossidante che stimola proprio l’assorbimento della vitamina A. Le zucchine, invece, sono ricche di liquidi e fibre, che risultano efficaci nel contrastare la ritenzione idrica e la stitichezza.

Infine, sia le carote che le zucchine sono poco caloriche, infatti apportano circa 40 kcal e 15 kcal per 100 grammi.

I fagiolini, una miniera di nutrienti

Vale la pena parlare dei fagiolini, che rappresentano il pezzo forte di questo primo piatto a basa di spaghetti. I fagiolini sono tra i legumi più presenti nella cucina italiana, infatti sono reperibili, facili da coltivare, buoni e leggeri. Il loro sapore è inconfondibile, per quanto si caratterizzi per una delicatezza maggiore rispetto ai fagioli, alle fave, alle lenticchie etc.

I fagiolini spiccano per l’abbondanza di vitamine e sali minerali, tra questi ultimi vanno citati il potassio (coinvolto nella regolazione della pressione del sangue), il calcio (che fa bene alle ossa) e il fosforo, che giova alle capacità cognitive. I fagiolini, inoltre, sono molto ricchi di fibre, dunque aiutano a digerire.

In occasione di questa ricetta i fagiolini vanno lessati, tagliati a dadini piccoli e uniti al condimento di verdure.

Come rendere questa pasta con fagiolini a prova di intolleranze alimentari

Come qualsiasi primo di pasta, anche questo a base di spaghetti e fagiolini è off limits per i celiaci, almeno nella sua versione originale. La pasta, infatti, è in genere realizzata con farina piena di glutine. La soluzione è però a portata di mano, basta utilizzare una pasta con farine senza glutine. La più comune è la pasta di farina di riso e di mais, ma le alternative sono davvero numerose.

Troviamo, infatti, la pasta di grano saraceno, che propone un sapore un po’ più dolce e corposo, capace di abbinarsi al meglio con il condimento di verdure. Ottima è anche la pasta di teff (che spicca per il sapore simile alle nocciole), la pasta con farina di sorgo, di miglio, di fonio etc.

Per quanto concerne gli intolleranti al lattosio non ci sono problemi, questi spaghetti con i fagiolini non impongono l’utilizzo di derivati del latte e formaggi.

FAQ sugli spaghetti con fagiolini

A cosa fanno bene i fagiolini?

I fagiolini sono ricchi di fibre, quindi fanno bene all’apparato digerente. Sono anche ricchi di vitamina C, quindi giovano al sistema immunitario. Infine, contengono molti sali minerali, dunque mantengono l’organismo in salute e donano energia.

Che pasta posso fare con i fagiolini?

I fagiolini possono dare vita a primi di pasta molto vari. Possono essere cotti in umido con la salsa di pomodoro, in modo da arricchire quest’ultima con note rustiche. Inoltre, possono essere saltati in padella o lessati, in modo da fornire un condimento bianco e gustoso. Infine, possono essere frullati per ottenere una crema davvero deliziosa.

Quando non mangiare i fagiolini?

I fagiolini possono essere mangiati sempre e da chiunque. Se si escludono intolleranze specifiche (comunque molto rare) non hanno controindicazioni. Forse un minimo di attenzione in più dovrebbe essere prestata da chi soffre di colon irritabile ad uno stadio avanzato, vista l’abbondanza di fibre (ma ciò vale per tutte le verdure).

Quante calorie ha la pasta e fagiolini?

Le calorie della pasta con i fagiolini dipende dagli ingredienti che si utilizzano e dall’abbondanza delle porzioni. Gli spaghetti con fagiolini che vi presento qui apporta appena 400 kcal a porzione.

Ricette con i fagiolini ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...

Pici con le briciole

Pici con le briciole, il primo rustico della...

I differenti tipi di pici I pici con le briciole sono il simbolo della genuinità e dell’autenticità della cucina toscana, sono realizzati con farina, acqua e sale. L’impasto viene poi tirato a...