bg header

Peperoncino: sapete qual è il più piccante al mondo?

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

peperoncino piu piccante

La spezia originaria dell’America del Sud.

Anche se è una spezia molto utilizzata nella dieta mediterranea e in quella italiana, il peperoncino, in realtà, è originario del sud America. Ne esistono di tantissime varietà diverse, con dimensioni e sapori diversi, provenienti da tutte le parti del mondo. Questo ortaggio, infatti, è conosciuto non solo per il suo sapore piccante ma anche per il suo utilizzo nella conservazione di alcuni alimenti.

Il grado di piccantezza del peperoncino è dovuta a una sostanza chiamata “capsaicina”, che può essere misurata attraverso la cosiddetta “Scala di Scoville”. Grazie a questa misurazione, infatti, è stato possibile stilare la top ten dei peperoncini più piccanti che si conoscono, fra cui non rientra il nostro peperoncino calabrese.

Se nel passato veniva considerato un alimento afrodisiaco, attualmente sono state scoperte diverse proprietà benefiche di questa spezia. Oltre a contenere un buon quantitativo di vitamine (ad esempio la A e la C), infatti, la capsaicina aiuterebbe a ridurre il rischio di soffrire di alcune patologie cardiovascolari e avrebbe proprietà antiossidanti. Va consumato con moderazione, soprattutto da chi ha problemi di natura digestiva (ad esempio di reflusso gastroesofageo). In ogni caso, si tratta di un alimento salutare che può rientrare nella nostra dieta quotidiana, a meno che il suo consumo non venga sconsigliato dal medico.

La capsaicina e il grado di piccantezza.

In Italia, con la parola “peperoncino” ci riferiamo generalmente al frutto di una pianta, una particolare spezia dal sapore piccante che prende il nome di Caspicum annum. A livello scientifico però questo tipo di piante comprende sia i peperoni che i peperoncini piccanti e dolci. In questo caso specifico, però, ci riferiamo ai peperoncini piccanti che servono a insaporire moltissimi piatti mediterranei e non.

Questa particolarità di gusto, permette di utilizzarlo in una vasta gamma di pietanze ma anche, come avveniva soprattutto nel passato, per conservare gli alimenti in mancanza del sale.

Peperoncini grado di piccantezza. Ovviamente la piccantezza del peperoncino è differente in base al tipo di pianta scelta ed esistono in commercio una variegata quantità di soluzioni dalle meno piccanti alle più azzardate soluzioni. Andiamo ora a scoprire come è possibile misurare la “piccantezza” di ogni tipologia di peperoncino.

La Scala di Scoville per calcolare la piccantezza

Va detto che inizialmente, in mancanza di strumenti scientifici, questo test si basava sul giudizio di una giuria che valutava i peperoncini attraverso l’estratto mescolato con acqua e zucchero. Si trattava, dunque, di una classificazione piuttosto soggettiva.

Negli ultimi anni, invece, la Scala di Scoville si è trasformata in un metodo di misurazione di gran lunga più oggettivo e scientifico. Attualmente, infatti, vengono calcolati, in maniera meccanica tutti i capsaicinoidi presenti nei peperoncini. L’unità di misura della Scala di Scoville è lo Shu che può oscillare fra 0 (peperoni dolci normali) e i 16 milioni (capsaicina pura).

Carolina Reaper

Ecco la lista dei tipi di peperoncino più piccanti al mondo

Il peperoncino più piccante nel mondo qual è? La Scala dei peperoncini più piccanti non viene solamente utilizzata per la misurazione della piccantezza di questi ortaggi ma anche per calcolare altre sostanze derivate da questo ortaggio. Secondo le ultime stime infatti, i peperoncini più piccanti al mondo, sarebbero dei americani di color rosso vivo denominati “Carolina Reaper”.

Non abbiamo peperoncini italiani nei primi posti della classifica. Uno dei più piccanti è senza dubbio il peperoncino calabrese (ne esistono diverse varietà) che raggiungono i 30.000 Shu. Non è un risultato molto alto e per questo è possibile utilizzarlo in cucina in tantissime preparazioni come la famosa ‘nduja.

Ogni tipo di peperoncino è differente dall’altro. Oltre a essere diversi nella forma e nel colore, infatti, le varie tipologie di peperoncini hanno anche chiaramente un diverso livello di piccantezza.

scala di scoville

I 10 peperoncini più piccanti del mondo

Quante varieta di peperoncino esistono? Varietà di peperoncino piccante ne esistono più di 300 mila. Ecco la classifica dei peperoncini piu piccanti al mondo.

  • Carolina Reaper
  • Trinidad Moruga Scorpion o Red Trinidad;
  • Naga Morich;
  • Naga Bhut Jolokia;
  • Habanero Red Savina;
  • Habanero;
  • Chocolate Habanero;
  • Scotch Bonnet;
  • Rocoto;
  • Cayenne;

Avete mai provato uno di questi peperoncini più piccanti al mondo, oltre a quello calabrese? Non tutti, infatti, come abbiamo visto nel caso del Carolina Reaper, sono realmente adatti a insaporire i cibi a causa della loro piccantezza estrema e vengono così usati a scopo di concorsi o goliardicamente consumati come prova di coraggio.

Ricordate, il peperoncino non deve per forza essere piccantissimo, anzi sono proprio le gradazioni più basse che completano meglio i piatti e così a seconda dei gusti è possibile scegliere fra tantissimi tipologie di peperoncini diversi.

E se mi brucia la bocca?

Il principio attivo che conferisce al peperoncino le sue proprietà di gusto e piccantezza è la capsaicina, le cui proprietà permangono anche dopo la cottura e il congelamento. Se utilizzata in quantità eccessiva, produce una sensazione di bruciore nelle mucose come la bocca. Gli effetti sono solo temporanei. Per far passare rapidamente quella sensazione è utile:

  • Bere latte intero (la caseina del latte neutralizza l’effetto della capsaicina)
  • Mangiare del formaggio, sempre per la caseina presente in modo ancora più concentrato
  • Ingerire zucchero, olio o altre sostanza grasse
  • Masticare del pane (rimuove meccanicamente la capsaicina)
  • Applicare del ghiaccio (diseccita i recettori)

La capsaicina, se viene a contatto, è irritante anche per gli occhi, e in alta concentrazione, per la pelle. Dopo aver toccato i peperoncini arrivo con i rimedi della nonna:

Potete applicare dell’alcol oppure spalmare un po’ di olio di oliva o di olio vegetale, attendete per un paio di minuti circa, quindi lavate le mani con acqua e detersivo dei piatti.  Un altro rimedio possibile è immergere le mani nel latte o in un prodotto caseario come lo yogurt o al limite la panna. Potete fare anche una crema, tipo scrub, con l’amido di mais. Mio marito invece usa il detersivo per i piatti, in quanto tende a sgrassare.

Ti consiglio di lavare le mani anche se non avverti il bruciore, elimina comunque il piccante dalla pelle in quanto potresti toccare gli occhi, le lenti a contatto, la bocca e, dunque, potresti sentire che bruciano. Per verificare eventuali reazioni avverse, puoi provare il peperoncino su un piccolo punto prima di usarlo su tutte le mani.

Ultimo consiglio. fai come me e usa i guanti! Io ho sempre a portata di mano una scatola di guanti monouso in Nitrile che sono quelli utilizzati in medicina tanto per intenderci. Si trovano al supermercato o in ferramenta. In commercio si trovano normalmente anche guanti in lattice, guanti in vinile e guanti in polietilene, ma non è la stessa cosa. La capsaicina riesce a passare attraverso questi materiali, raggiungendo le vostre mani. Le mani calde e sudate sono predisposte ad assorbire il piccante, che poi si infila nei calli e nelle pellicine delle unghie. Non ditemi che non avevo avvisato!!!

La piccantezza alla base di molte ricette

La presenza della “capsaicina”, infatti, quella sostanza che causa il bruciore in bocca, permette di dare un tocco in più in cucina e uno sprint in più nella vita. Grazie al suo potere energizzante ed afrodisiaco è da sempre un icona di sensualità e piacere proibito.

Esistono tantissime tipologie di peperoncini, ognuna con la sua forma, colore, sapore e livello di piccantezza. Se generalmente, attualmente, utilizziamo il peperoncino più come una spezia, nel passato era un ottimo alleato anche per la conservazione degli alimenti.

Non a caso, molte ricette o cibi tradizionali prevedono l’utilizzo di questo ortaggio soprattutto per mantenere in buono stato le pietanze.

peperoncino piccante

Peperoncino: ecco i piatti tradizionali più noti

I peperoncini piccanti possono essere utilizzati in tantissimi altri piatti, compresi i dolci, creando contrasti e combinazioni interessanti. Per poter utilizzare al meglio questa spezia, sarà necessario fare molta attenzione alle dosi ma anche alla tipologia di peperoncino utilizzato. Non tutti, infatti, amano i piatti troppo piccanti

La piccantezza del peperoncino, se utilizzata sapientemente, può esaltare il gusto di tantissimi piatti e pietanze. La tradizione italiana ne è un ottimo esempio, con molte ricette salate in cui si utilizza il peperoncino piccantissimo, dalla ‘nduja calabrese alla peperonata piccante, dall’impepata di cozze alle penne all’arrabbiata.

Ma il peperoncino non è solamente una prerogativa italiana. In tutto il mondo, il peperoncino aiuta a conservare e a dare un migliore sapore a tante ricette tipiche. Dalla Thailandia al Messico, infatti, possiamo trovare una scelta molto ampia di pietanze piccanti. Troviamo, ad esempio, il chutney (India), la enchilada (Messico) o il Tom Yam Kung (Thailandia).

Quando il dessert vuole il suo ingrediente piccante

Se siamo abituati ad aggiungere il peperoncino a tante ricette salse piccanti o ricette salate tradizionali o innovative, siamo più restii a utilizzare il piccante nei dessert. Eppure, il contrasto fra il sapore dolce e piccante è molto piacevole. Probabilmente, uno dei dolci piccanti a cui siamo più abituati è la cioccolata (calda o sotto forma di tavoletta) con l’aggiunta di peperoncino, una bevanda che pare fosse utilizzata già dai Maya.

Ovviamente, il peperoncino piccante può essere utilizzato in tantissimi altri piatti, compresi i dolci, creando contrasti e combinazioni interessanti. Per poter utilizzare al meglio questa spezia, sarà necessario fare molta attenzione alle dosi ma anche alla tipologia di peperoncino utilizzato. Non tutti, infatti, amano i piatti troppo piccanti!

Qualche esempio? La confettura piccante di pereo i muffins al cacao e peperoncino . Queste sono solo alcune idee per dessert innovativi e intensi da elaborare, per tutte quelle persone che non possono fare a meno di un tocco di piccante nella propria vita.

4.8/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

5 commenti su “Peperoncino: sapete qual è il più piccante al mondo?

  • Dom 20 Ott 2019 | Giulio ha detto:

    Preferisco il Noruega scorpion diluito in molto olio

    • Dom 20 Ott 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Grazie per la sua opinione

  • Mar 28 Feb 2023 | Stefano Califano ha detto:

    Io adoro il chocolate habanero, tagliato direttamente sul piatto fumante così da poter apprezzare anche il suo profumo quasi di cioccolata , io lo uso come il tartufo sempre a fine cottura, metterlo in cottura si sente solo la piccantezza quindi un vero peccato

  • Mer 1 Mar 2023 | Raffaele Feninno ha detto:

    L’anno scorso ho piantato diverse qualità di peperoncinoi tra il carolina,il Trinidad, il Naga,tabasco e calabrese i primi 3 sono davvero forti invece tabasco e calabrese nella norma.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Chutney al tamarindo

Chutney al tamarindo, la salsa agrodolce per carne...

Scopriamo insieme le proprietà del tamarindo Vale la pena approfondire il tamarindo, protagonista indiscusso di questo chutney. E’ un frutto diverso dagli altri, sia per l’aspetto che per il...

salsa al rafano

Salsa al rafano, l’intingolo scandinavo per le carni...

Le proprietà del rafano Vale la pena parlare del rafano, che è il vero protagonista di questa salsa. E’ una radice molto versatile che, se opportunamente grattugiata, può fungere da spezia o da...

Aceto al corbezzolo

Aceto al corbezzolo, ottimo per verdure e contorni

Come scegliere il corbezzolo Al fine di preparare un buon aceto al corbezzolo è opportuno scegliere con cura il frutto. Per questo tipo di aceto andrebbero impiegati i corbezzoli poco maturi,...

logo_print