Farina di ceci, per un’alimentazione priva di glutine

farina di ceci
Commenti: 0 - Stampa

La farina di ceci trova svariati tipi di utilizzo in cucina. La si può utilizzare negli impasti, in sostituzione al pangrattato o ad altre farine per le panature. I ceci sono conosciutissimi in Italia e nel mondo, ma non tutti sanno delle enormi proprietà di questi legumi e dei benefici che possono donare se inseriti in un regime alimentare corretto.

Il cece, il cui nome scientifico è Cicer Arietinum, è una pianta erbacea annuale, appartenente alla famiglia delle Fabaceae. I semi sono chiamati più comunemente ceci e sono legumi come i fagioli e i piselli. I ceci sono un alimento antico, di cui persino l’archeologia riferisce testimonianze già nell’età del bronzo.

Il Medio Oriente, il Nord Africa e tutto il bacino del Mediterraneo hanno un rapporto che dura da millenni con questo prezioso prodotto della terra.

La diffusione dei ceci in queste zone deriva in gran parte dalla buona resistenza della pianta a periodi di media siccità, e ad una buona capacità di radicarsi in terreni poco fertili .

Utilizzabile in moltissime ricette

Dopo la soia e i fagioli, i ceci sono il terzo legume più consumato al mondo, dove India e Pakistan sono i maggiori produttori ed esportatori.

In Italia i ceci sono prevalentemente utilizzati in piatti tipici della cucina regionale, soprattutto nelle zone del Sud e in alcune parti di Liguria e Toscana. La richiesta di questo prodotto non è elevatissima nel nostro paese.

Ci sono diverse tipologie di ceci, ma le più comuni in commercio sono quella orientale, che presenta un seme leggermente più grande dal colore tendente al giallo pallido, e una orientale in cui il seme è più piccolo e dal colore che tende ai toni del rosso.

I ceci vantano una quantità di proprietà benefiche di tutto rispetto. Dal punto di vista nutritivo e nutrizionale, in questo alimento troviamo: acqua, proteine, fibre, grassi insaturi (come gli omega 3), carboidrati e una serie di importanti sali minerali come il potassio, il magnesio, il calcio, il fosforo, il ferro, il sodio, lo zinco, il rame, il selenio e il manganese.

Non mancano nemmeno le vitamine, soprattutto quelle del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6) Vitamina C, K E. I ceci forniscono anche un discreto apporto di aminoacidi, tra cui i più presenti sono l’acido aspartico, la leucina, la lisina, la fenilalanina, l’arginina, l’isoleucina e l’acido glutamminico.

Farina di ceci : un bene prezioso in cucina

L’elenco di queste caratteristiche forse non vi dirà moltissimo, ma dovete sapere che sono proprio questi elementi che rendono i ceci un alimento che può venire in aiuto all’organismo:

  • in casi di colesterolo alto, che forniscono una protezione per quanto riguarda l’apparato cardio-circolatorio abbassando il rischio di infarto e regolarizzando il ritmo cardiaco;
  • abbassano i livelli di trigliceridi e tendono a prevenire gli stati depressivi:
  • l’importante quantità di fibre contenuta in questo legume contribuisce a regolarizzare le funzioni intestinali e aiuta a mantenere stabili i livelli di glucosio nel sangue.

La farina di ceci deriva direttamente dai legumi, che vengono essiccati e macinati. E’ interessante sapere che è possibile produrla in casa con un comune robot da cucina.

Questo prodotto è adatto ad un’alimentazione priva di glutine, ma va tenuto conto dell’alto potere calorico. La farina mantiene gran parte delle proprietà nutritive dei ceci stessi.

La farina di ceci trova svariati tipi di utilizzo in cucina. La si può utilizzare negli impasti, in sostituzione al pangrattato o ad altre farine per le panature, in pastelle,come addensante in zuppe o creme, e in tipici piatti della tradizione come le farinate.

Farinata di ceci e zenzeroFarinata di ceci e zenzero: rivisitiamo la ricetta ligure

La farinata di ceci e zenzero è una ricetta davvero molto semplice ma al contempo gustosa, saporita e anche benefica. La farinata di ceci originale è originaria della Liguria, e rappresenta una torta salata, che viene gustata anche come pane in abbinamento a salumi e formaggi. La ricetta tradizionale prevede farina di ceci, acqua, sale e olio extravergine. Per dare un gusto innovativo e speziato alla nostra ricetta andremo ad aggiungere un nuovo ingrediente: lo zenzero. Lo zenzero dà alla farinata un gusto più fresco, lasciando un aroma in bocca che si combina bene con il sapore dei ceci. Infine, per rendere questo piatto davvero gustoso aggiungeremo anche un tocco di rosmarino che gli conferirà un profumo intenso.

Zenzero: tutti i benefici di questa radice orientale

Lo zenzero è una radice di origine orientale, utilizzata da centinaia di anni nella medicina cinese. Questa spezia offre davvero tantissimi benefici, questa infatti viene utilizzata spesso contro la nausea, le vertigini, il dolore allo stomaco e i problemi di digestione. Lo zenzero presenta delle proprietà che permettono di ottenere effetti antiemetici all’interno di stomaco e intestino, migliorando così il loro stato di salute. Grazie ai principi attivi della pianta, lo zenzero si presenta un valido alleato contro l’influenza, i problemi cardiaci ed utile anche per trattare l’osteoartrite. Lo zenzero può essere molto utile anche contro le tossine che si annidano nell’organismo infatti presenta delle proprietà antivirali e tonificanti, inoltre contrasta anche la fermentazione batterica.

Farina di ceci: proprietà e benefici

La farina di ceci è un prodotto molto usato nella cucina italiana, infatti la nostra farinata di ceci e zenzero è una rivisitazione della famosa ricetta di una torta salata ligure. Per ottenere una consistenza ottimale e preparare al meglio il nostro piatto, io ho scelto di utilizzare la Farina di ceci La Veronese che offre una texture ottimale per un impasto morbido e fluido. La farina di ceci oltre ad essere molto gustosa al palato presenta anche diversi benefici.

Questa contiene un buon numero di grassi e anche di proteine vegetali, acidi grassi polinsaturi e vitamine appartenenti al gruppo B come la B1, B2, B3, B5 e B6. Oltre a quelle del gruppo B troviamo anche la vitamina C e quella E. I ceci permettono anche di diminuire i livelli di trigliceridi e colesterolo all’interno del sangue, sono inoltre molto ricchi di calcio, fosforo e ferro.  Grazie alla presenza di tutti questi ottimi valori nutrizionali, la farina di ceci è un prodotto consigliato a tutti sia adulti che bambini. Il forte comparto vitaminico migliora lo stato di pelle, capelli e unghie, invece le proteine vegetali sono un buon sostituto di carne e pesce.

Ed ecco la ricetta della Farinata di Ceci e Zenzero

Ingredienti: per 4 persone:

  • 200 gr. di farina di ceci La Veronese,
  • 600 ml. d’acqua fredda,
  • 100 di olio extravergine d’oliva,
  • 10 gr. di sale,
  • Un cucchiaio di aghi di rosmarino,
  • Un pezzettino di zenzero fresco

Preparazione:

Versate in una terrina la farina con l’acqua, l’olio e il sale. Mescolate gli ingredienti con una frusta e lasciate riposare 12 ore a temperatura ambiente.

Ungere una teglia capiente e versare sopra il composto formando uno stato di 1,5 cm circa

Cospargere di agli di rosmarino e zenzero in lamelle e infornare a 200°per 15/20 minuti.

Servire calda.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Farina di cicerchia

Farina di cicerchia, un ingrediente da rivalutare

Cos’è la farina di cicerchia e quali sono le sue caratteristiche La farina di cicerchia è un ingrediente poco impiegato nella cucina italiana. Il motivo è semplice in quanto ad essere poco...

Mais Rostrato Rosso

Mais Rostrato Rosso di Rovetta, una varietà pregiata

Le origini del mais Rostrato Rosso di Rovetta In questo spazio vorrei parlare del mais Rostrato Rosso di Rovetta, un prodotto tipico della nostra terra e che solo ora, dopo più di un secolo dalla...

farine in casa

Silenzio si macina: come e perché farsi le...

Preparare le farine in casa è sempre una buona idea! Forse non avevate mai pensato di preparare le farine in casa, anche perché al supermercato le troviamo tutte (o quasi) già pronte. Tuttavia,...

farina di mais blu

Farina di mais blu: un benessere psico-fisico  

Scopri perché dovresti mangiare la farina di mais blu La farina di mais blu è un prodotto davvero speciale, non convenzionale, che il mercato ha messo a disposizione a tutti noi consumatori...

Tortino di polenta bianca con tonno e zucchine

Farina di mais bianco, proprietà e utilizzi in...

Le imperdibili proprietà nutrizionali della farina di mais bianco Farina di mais bianco, proprietà e utilizzi in cucina. Il mais bianco è una vera panacea per chi ama la cucina fai da te sana e...

gofio

Gofio, anche senza glutine: ne avete sentito parlare?

Il gofio senza glutine, un alimento tutto da scoprire Il gofio senza glutine, che per l’esattezza si chiama “Gofio Canario”, è un alimento che la Commissione Europea ha incluso nel suo...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


02-11-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti