logo_print

Riso Jasmine con pollo e basilico, piatto thailandese

Riso Jasmine con pollo e basilico
Stampa

Riso Jasmine con pollo e basilico, un primo dal sapore esotico

Il riso Jasmine con pollo e basilico è una ricetta della tradizione thailandese. Per tanto si differenzia nettamente dalle nostre preparazioni a base di riso, e in particolare dai nostri risotti. Persino il metodo di cottura è completamente diverso, infatti il riso non viene tostato, ma sciacquato più volte fino a eliminarne amido e impurità. Successivamente va cotto “da solo” in abbondante acqua, e solo dopo amalgamato in padella (anzi nel wok) insieme agli altri ingredienti.

Per questa ricetta è necessario utilizzare il riso di tipo Jasmine, che è appunto una varietà originaria della Thailandia, e consumata diffusamente nel paese asiatico. Si caratterizza per la forma allungata dei chicchi. Il sapore è particolare, ad alcuni ricorda quello dei popcorn. Questa tipologia di riso si sposa con una grande varietà di ingredienti, compresi quelli dolci. Nella ricetta, però, troviamo esclusivamente ingredienti da preparazioni salate, come il pollo, l’aglio, i peperoncini etc.

Come fare la salsa allo zenzero?

La salsa allo zenzero ricopre un ruolo fondamentale in questa ricetta. Anzi, ne è quasi il condimento principale (insieme al pollo). E’ una salsa dal gusto particolare, molto forte e in grado di valorizzare appieno gli altri ingredienti. Per conoscere il procedimento passo passo vi consiglio l’articolo che ho pubblicato qui, su Nonnapaperina.it.

Riso Jasmine con pollo e basilico

Non che la ricetta sia particolarmente complessa, si tratta di mondare lo zenzero per eliminare la parte legnosa e tagliare la polpa a fette sottili. Poi va frullato insieme all’aglio, lo scalogno e il sale. Per concludere, va aggiunto un po’ di olio a filo, in modo da migliorare il gusto e rendere la salsa meno densa. La salsa allo zenzero, per quanto “forte”, si caratterizza per un certo potere nutrizionale. Il merito va soprattutto allo zenzero, che è una spezia preziosa dalla grande capacità antinfiammatoria. Lo zenzero contiene, inoltre, molti antiossidanti che impattano in modo benefico sull’apparato cardiocircolatorio e sui processi di rigenerazione cellulare.

I pregi della carne di pollo e le sue proprietà nutritive

L’altra protagonista del riso Jasmine è la carne di pollo. Si tratta di una delle carni più consumate in assoluto, apprezzata per il suo sapore e la sua digeribilità. E’ una carne adatta a chiunque, dai bambini agli anziani. E’ anche poco calorica, se si esclude la pelle ovviamente (che in questa ricetta non ha alcun ruolo). In quanto ad apporto proteico non ha nulla da invidiare alle carni rosse, giudicate a torto più sostanziose. Per il resto, contiene grandi quantità di vitamine e sali minerali.

Per la ricetta del riso Jasmine con pollo e basilico consiglio di utilizzare il petto di pollo. E’ infatti il taglio più leggero, più regolare, più facile da manipolare. In questa ricetta il petto di pollo va battuto per renderlo ancora più uniforme e poi tagliato a pezzettini. Infine, va posto sul wok per essere cotto in assenza di grassi aggiunti. Per concludere si aggiungono anche gli altri ingredienti: il riso, la salsa allo zenzero, i peperoni, le cipolle ed il mix di aglio e peperoncino.

Ecco la ricetta del riso Jasmine con pollo e basilico:

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. di riso Jasmine;
  • 300 gr. di petto di pollo;
  • 2 peperoni;
  • 1 cipolla;
  • 2 peperoncini rossi freschi (facoltativi);
  • 3 spicchi d’aglio;
  • qualche foglia di basilico;
  • 3 cucchiai di salsa allo zenzero (vedi ricetta su Nonnapaperina.it);
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Preparazione:

Il riso Jasmine si cuoce in modo diverso rispetto ai nostri risotti. Il punto cruciale è la proporzione tra riso e acqua. La proporzione esatta è 1 a 2, dunque l’acqua deve essere il doppio rispetto al riso. Una volta stabilite le quantità, iniziate con il procedimento. Sciacquate il riso più volte, fino a quando l’acqua utilizzata per il “lavaggio” non sarà limpida. In una pentola capiente, portate a ebollizione due tazze di acqua fredda dove avrete sciolto un cucchiaino di sale. Raggiunto il bollore versate il riso, coprite con il coperchio e sobbollite per 10 minuti circa (l’acqua deve assorbirsi completamente). Ora spegnete il fuoco, usate una forchetta per sgranare il riso, poi copritelo e fatelo riposare per un’altra decina di minuti. Per quanto riguarda il condimento seguite questo procedimento.

Lavate per bene i peperoni, poi rimuovete i semi interni e tagliateli a listarelle dallo spessore di un centimetro. Poi passate alla cipolla, pulitela e tagliatela a fette sottili, infine lavate il basilico e asciugatelo per bene. Ora prendete il pollo, appiattitelo leggermente e fatelo a pezzetti. Inserite l’aglio e i peperoncini freschi in un mortaio e pestate per un paio di minuti. Infine fate riscaldare un bel po’ di olio in un wok abbastanza ampio e, quando l’olio è caldo, mettete il pollo e cuocete a fiamma moderata. Non appena il pollo sarà quasi cotto, aggiungete il riso, la salsa allo zenzero e il mix di aglio e peperoncino. Mescolate e cuocete per circa un minuto, poi versate le cipolle, i peperoni e continuate la cottura per 4 minuti alzando la fiamma. Per concludere decorate con un po’ di basilico e mescolate ulteriormente prima di servire.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti