Melanzane ripiene: piatto classico che ha il suo perché

melanzane ripiene
Commenti: 0 - Stampa

Ci sono piatti classici che hanno davvero sempre un perché! Arrivano in tavola ed evocano storie di famiglia, momenti di condivisione e gioie! Oggi voglio parlarvi di uno in particolare che amo molto per via della sua semplicità. Di cosa si tratta? Delle melanzane ripiene! In questo caso le potete apprezzare in una versione adatta agli intolleranti al lattosio! Vogliamo iniziare a scoprirne le proprietà?

Melanzane striate: ecco cosa sapere

Questa versione delle melanzane ripiene, perfetta per gli intolleranti, è caratterizzata dal ricorso alle melanzane striate. Cosa sapere in merito? Prima di tutto che il nome è a dir poco parlante. La loro buccia, infatti, è caratterizzata dalla presenza di piccole striature chiare.

Dal punto di vista delle caratteristiche nutritive, la differenza con la melanzana normale è poca ma significativa. Le melanzane striate, infatti, sono famose per la quantità alta di sostanze antiossidanti.

Questo è ottimo sia per quanto riguarda il mantenimento della bellezza, sia per quel che concerne la prevenzione dei tumori e la lotta ai radicali liberi.

Le melanzane striate, oltre che sane, sono anche buonissime! La loro polpa è da provare! Se poi si considera che assorbe pochissimo olio, viene ancora più voglia di assaggiarla!

melanzane

Alla scoperta delle proprietà dei pomodori

Per completare il quadro relativo alle melanzane ripiene, non è certo il caso di fermarsi all’ingrediente principale. Preparare questa ricetta, perfetta per chi soffre d’intolleranza al lattosio ma anche per chi vuole fare il pieno di verdure, significa tirare fuori dalla dispensa anche altri ingredienti, come per esempio i pomodori.

Quali sono le loro proprietà? In primo piano troviamo senza dubbio la presenza del licopene. Questa sostanza è fondamentale per la salute. Aiuta infatti a tenere sotto controllo l’attività dei radicali liberi.

Non c’è storia: i pomodori sono a tutti gli effetti degli anti tumorali naturali unici al mondo! Includerli in questa ricetta delle melanzane ripiene significa celebrare il loro sapore, la loro storia e il ruolo importante che hanno nella nostra alimentazione!

Adesso è il momento di correre in cucina. Preparare queste Melanzane ripiene è davvero un gioco da ragazzi. Il risultato, tra colori e sapori, vi stupirà. Non vi resta che provare. Gli ospiti vi ringrazieranno e vi chiederanno il bis di queste melanzane ripiene, un trionfo di gusto davvero unico, un piatto classico che trova sempre un posto in tavola!

Ingredienti per 4 persone

  • 2 melanzane striate
  • 2 pomodori maturi
  • 3 cucchiai di olive nere
  • 2 cucchiai di capperi sotto sale
  • 4 fili di erba cipollina
  • 4 fili di erba aglina
  • un rametto di origano fresco
  • un rametto di prezzemolo
  • 2 foglie di basilico
  • sale e pepe
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Lavate le melanzane e tagliatele a metà nel senso della lunghezza, svuotatele con un coltello, tagliate la polpa delle melanzane a cubetti e mettetela in una ciotola.

Unite i pomodori tagliati a cubetti, le olive denocciolate e tagliate a pezzetti. Aggiungete i capperi, le erbe aromatiche tritate, regolate di sale, unite anche il pepe, un filo d’olio e mescolate.

Disponete le melanzane in una teglia, cospargete con un pizzico di sale, riempite le melanzane con il composto .

Irroratele con olio extra vergine di oliva e infornate e lasciate cuocere per circa 30 minuti. Sfornate e servite a temperatura ambiente . Ottime anche fredde.

5/5 (465 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Patate rosse con pancetta

Patate rosse con pancetta, un piatto equilibrato

Patate rosse con pancetta, uno splendido abbinamento Le patate rosse con pancetta sono il classico contorno ricco di sapore e nutrimento. Ovviamente, non stiamo parlando di un piatto dietetico,...

Melanzane a funghetto

Melanzane a funghetto, un contorno anti intolleranze

Melanzane a funghetto, semplicità e versatilità per un contorno speciale Oggi vi presento le melanzane a funghetto, un delizioso contorno tipico campano facile da preparare e salutare, realizzato...

Scalogno sotto olio

Scalogno sotto olio, uno splendido contorno

Scalogno sotto olio, una preparazione versatile Lo scalogno sotto olio è un’ottima idea per un contorno sfizioso, leggero e aromatico. Può essere impiegato come ingrediente da antipasto e si...

Verdure miste arrostite

Verdure miste agli agrumi, un pieno di oligoelementi

Verdure miste agli agrumi, un’idea semplice, gustosa e salutare Le verdure miste agli agrumi con aceto di mele e agrumi sono un piatto molto colorato, gustoso e facile da preparare. E’ concepito...

Insalata di zucchine crude

Insalata di zucchine crude, un’idea singolare e squisita

Insalata di zucchine crude, un contorno sfizioso La ricetta dell’insalata di zucchine crude è una ricetta sui generis, anche perché è realizzata con le zucchine “al naturale”, non...

Caprese con melanzane e zucchine

Caprese con melanzane e zucchine, un contorno gourmet

Caprese con melanzane e zucchine, una variante gustosa La caprese con melanzane e zucchine è una variante sfiziosa della classica caprese, che è un piatto tra i più conosciuti ed apprezzati. E’...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


01-11-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti