Lenticchie rosse: un legume altamente digeribile e versatile

Lenticchie: un legume utile soprattutto durante la stagione fredda

Avete mai sentito parlare delle lenticchie rosse? In generale, le lenticchie che tutti noi solitamente siamo abituati a mangiare sono un ingrediente indispensabile durante la stagione fredda e sono tipiche anche nel cenone del 31 di dicembre come simbolo di buon auspicio. Con le lenticchie si possono elaborare tantissimi piatti, dalla tradizionale zuppa ai burger con lenticchie , riso integrale e formaggio spalmabile.

Che differenza c’è fra le lenticchie rosse e quelle tradizionali? La prima differenza salta all’occhio: il colore. Al contrario di quelle solite, queste lenticchie hanno un colore rossiccio, quasi arancione, che le rende inconfondibili. Le dimensioni, invece, sono piuttosto simili. Un’altra differenza sostanziale è la mancanza di pelle: le lenticchie rosse non ne hanno e quindi sono più digeribili. Questa è solo una delle proprietà di questo ingrediente. Vediamo in dettaglio altre caratteristiche di questo legume.

Le proprietà delle lenticchie rosse

Vi ho già anticipato che una delle grandi qualità delle lenticchie rosse è la loro alta digeribilità. Una caratteristica fondamentale soprattutto per quelle persone che hanno difficoltà a digerire i legumi. Non è questo l’unico vantaggio di aggiungere alla vostra dieta questo legume. Le lenticchie rosse, infatti, hanno ottimi valori nutrizionali. Oltre a essere una fonte di proteine e di carboidrati, infatti, contengono sali minerali come ferro, fosforo e potassio e vitamine come la B1 e acido folico.

Lenticchie rosse

Oltre a riportare in equilibrio le funzioni digestive, le lenticchie rosse sono utili in caso di anemia (soprattutto durante la gravidanza) e, ovviamente, sono un alimento perfetto per chi soffre di intolleranza al glutine. Sono un ottimo alleato nell’alimentazione dei più piccoli e aiutano chi sta seguendo una dieta ipocalorica a sentirsi sazi rapidamente. Un altro dato positivo è che le lenticchie contengono anche una buona dose di Omega 3, sostanza indispensabile per il corretto funzionamento del nostro corpo.

Come usare le lenticchie rosse in cucina

Ora che sappiamo qualcosa di più sulle lenticchie rosse, è arrivato il momento di scoprire come prepararle. Come quelle tradizionali, anche questo tipo di legume non ha bisogno di un periodo in ammollo. In più, le lenticchie rosse hanno solitamente un tempo di cottura inferiore, di circa 15 – 20 minuti, il che le rendono un alimento utile quando abbiamo poco tempo a disposizione ma abbiamo voglia di mangiare sano. Anche se possono essere preparate proprio come le lenticchie comuni, questo ingrediente è particolarmente indicato per la preparazione di purè, creme e salse.

Le lenticchie rosse sono utilizzate molto spesso nella cucina asiatica. In Italia, invece, non sono molto comuni anche se si stanno pian piano scoprendo. In passato, su Nonna Paperina vi ho già proposto qualche ricetta a base di questo legume, come le lenticchie rosse al sedano e paprika, il cous cous con ceci, lenticchie rosse e verdure miste o le polpette di lenticchie rosse e tofu. Non dimenticate, inoltre, che da questo legume si può ricavare una farina molto utile come alimento sostitutivo nella dieta dei celiaci.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *