Coste gratinate, un regalo per la salute

Coste gratinate
Commenti: 2 - Stampa

Coste gratinate, un secondo speciale tra minerali e β-carotene

Ogni giorno possiamo prenderci cura della nostra salute grazie alle scelte che facciamo a tavola. Ci sono delle ricette che ricordano più di altre l’importanza di alimentarsi bene per il nostro benessere. Oggi ve ne presento una: le coste gratinate.

Le coste rappresentano una valida fonte di sali minerali. Troviamo una buona dose calcio, potassio e magnesio. Questa peculiarità rende la loro assunzione molto valida quando vogliamo prenderci cura della salute delle ossa. Non solo, sono consigliate quando abbiamo bisogno di riprendere le forze dopo una fatica fisica importante.

Tra le qualità più rilevanti di queste verdure, che si trovano quasi tutto l’anno, è possibile ricordare anche la presenza di vitamina A che, grazie al β-carotene, influisce in modo positivo sull’efficienza visiva.

Emollienti e lassative, le coste sono anche facilmente digeribili, oltre che utili in caso di diete ipocaloriche finalizzate al dimagrimento. La loro assunzione è consigliata a bambini, anziani e donne in dolce attesa Fasi durante il quale è fondamentale integrare l’apporto di nutrienti come i minerali.

Bietole da coste

Che dire dei capperi?

i capperi sono una straordinaria fonte di fibre. Questo determina un certo vantaggio per l’apparato digerente, che ne trae equilibrio (soprattutto a livello intestinale) e un miglioramento delle “performance”.

I capperi fanno bene alla digestione. I capperi si distinguono anche nella veste di fonte vitaminica. Il riferimento è alle enormi concentrazioni di vitamina A, K e C. La proprietà principale dei capperi, è la presenza del β-carotene e dei flavonoidi. Sono entrambi antiossidanti che contribuiscono a rallentare l’invecchiamento cellulare, a prevenire i tumori e a ridurre l’insorgenza di malattie cardiache).

Capperi croccanti

I capperi sono anche poco calorici: 100 grammi di prodotti contengono circa 23 kcal, quasi un record persino tra le specie vegetali. I capperi vengono venduti spesso sotto sale. E’ per questo motivo che si consiglia un consumo moderato agli ipertesi.

Per questo motivo è bene lavarli molto bene prima di consumarli, o se inseriti in preparazioni complesse, rinunciare ad aggiungere altro sale. I capperi sono versatili, vanno bene su “quasi” tutto e in particolare sulla pizza. Li potete essiccare (come in foto)  da avere sempre pronti!

I pregi delle acciughe sott’olio

Le altre protagoniste di questo piatto sono le acciughe sott’olio. Vi è la credenza, infatti, che siano grasse e che siano povere dal punto di vista nutrizionale. Una parte dei grassi, però, è dovuta all’olio, dunque è sufficiente sgocciolarli per bene.

Un’altra parte, invece, è data dalle acciughe stesse. In questo caso, però, si tratta di grassi buoni, che giovano alla salute, mi riferisco in particolare agli acidi grassi omega tre, che proteggono il cuore, il sistema vascolare, la funzione cognitiva e quella visiva.

La credenza secondo cui le acciughe siano povere dal punto di vista nutrizionale, invece, è completamente falsa. Infatti, sono ricche di proteine, a tal punto da non far rimpiangere le carni rosse. Sono anche ricche di sali minerali, in primis di fosforo e magnesio.

Un etto di acciughe sott’olio sgocciolate, infatti, apporta circa 200 kcal. Certo, non siamo difronte ad alimenti di origine animale dietetici, ma nemmeno troppo calorici.

Fino a non molti anni fa il pesce è stato l’alimento del venerdì, giorno di magro, e questo fatto probabilmente ha contribuito a creare il pregiudizio che si tratti di un alimento povero, di scarso valore nutritivo.

Tutta la salute che può dare la cipolla

La cipolla è una verdura dalle molte proprietà benefiche. Quali sono le più rilevanti? Inizio con il ricordare la presenza di fibra alimentare così come quella di vitamine del gruppo C e del gruppo B, fondamentali dal punto di vista dell’efficienza del sistema immunitario .

La vitamina C aiuta è una sostanza che consente a chi la assume con la giusta frequenza di eliminare dal corpo metalli e scorie che entrano soprattutto attraverso altri alimenti.

Utilissima contro l’asma, la cipolla contiene anche una sostanza come lo zolfo, che ricopre un ruolo nodale dal punto di vista del miglioramento della funzionalità del fegato. Aiutano tantissimo a regolare i livelli di glicemia nel sangue.

Volete stupire un amico che verrà a cena da voi nei prossimi giorni? Preparate queste coste gratinate ottime per intolleranti al lattosio e intolleranti al glutine che, vi assicuro, sono estremamente semplici e altrettanto gustose! Non resta che provarle!

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kg coste
  • 1 cipolla bianca
  • 4 filetti di acciuga
  • 4 cucchiai pangrattato consentito
  • 2 cucchiai di capperi dissalati
  • 1 cucchiaio timo
  • 3 cucchiai di olio extravergine oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Lavate sotto l’ acqua fredda e mondate le coste. Separate la parte bianca dalla parte verde . Lessate le foglie verdi per circa 10 minuti. Una volta cotte scolate  e versate le foglie in una ciotola con acqua e ghiaccio prima di tagliuzzarle a pezzi non troppo piccoli a coltello.

Preparate un mix di pangrattato, timo, capperi tritati e un po’ di pepe nero macinato al momento. Mescolate bene. Potete sostituire il pangrattato con del parmigiano grattugiato .

Sbucciate e affettate sottilmente la cipolla prima di farla appassire in un tegame con un filo d’olio. Aggiungete i filetti di acciuga dissalati e spezzettati e schiacciateli con i rebbi di una forchetta.

Aggiungete le coste e lasciate insaporire per 5-6 minuti. Versate poi in una teglia coperta con carta da forno e spolverizzate con il mix. Infornate a 180 °C per 15 minuti e servite caldo in tavola. Devono essere belle dorate !

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Coste gratinate, un regalo per la salute

  • Ven 11 Dic 2020 | mirella ha detto:

    La ricetta delle coste gratinate al forno prevede l’utilizzo solo delle foglie o anche la parte dura della costa ? Se si va tagliuzzata grossolanamente anche questa o va messa a strati come le lasagne?

    • Sab 12 Dic 2020 | Tiziana Colombo ha detto:

      Mirella io la parte dura non la utilizzo in questa ricetta. La parte dura la utilizzo per fare del brodo

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Melanzane e zucchine alla scapece, un piatto napoletano

Melanzane e zucchine alla scapece, un contorno semplice e gustoso Le melanzane e zucchine alla scapece sono due piatti tipici della cucina napoletana. Sono famosi in tutta Italia, soprattutto...

Patate rosse con pancetta

Patate rosse con pancetta, un piatto equilibrato

Patate rosse con pancetta, uno splendido abbinamento Le patate rosse con pancetta sono il classico contorno sfizioso, molto gustoso, ricco di sapore e nutrimento. Ovviamente, non stiamo parlando di...

cianfotta

La cianfotta, una versione vegetariana

La cianfotta, una pietanza che unisce mezza Italia La cianfotta o ciambotta è un piatto della tradizione italiana. E’ preparata soprattutto al Sud, dalla Campania alla Sicilia, tuttavia le...

Melanzane a funghetto

Melanzane a funghetto, un contorno anti intolleranze

Melanzane a funghetto, semplicità e versatilità per un contorno speciale Oggi vi presento le melanzane a funghetto, un delizioso contorno tipico campano facile da preparare e salutare, realizzato...

Scalogno sotto olio

Scalogno sotto olio, uno splendido contorno

Scalogno sotto olio, una preparazione versatile Lo scalogno sotto olio è un’ottima idea per un contorno sfizioso, leggero e aromatico. Può essere impiegato come ingrediente da antipasto e si...

Verdure miste arrostite

Verdure miste agli agrumi, un pieno di oligoelementi

Verdure miste agli agrumi, un’idea semplice, gustosa e salutare Le verdure miste agli agrumi con aceto di mele e agrumi sono un piatto molto colorato, gustoso e facile da preparare. E’ concepito...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


06-07-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti