Costolette di agnello in salsa di lamponi e aceto balsamico: un secondo raffinato

costolette di agnello in salsa di lamponi e aceto balsamico MarcoMayer

Volete stupire i vostri ospiti durante la cena di Natale? Perfetto, perché oggi vi suggerisco un secondo che fa proprio al caso vostro.  Si tratta delle costolette di agnello in salsa di lamponi e aceto balsamico, un trionfo di gusto perfetto

L’effetto finale vi assicuro che sarà speciale anche dal punto di vista visivo e che i vostri ospiti si ricorderanno di questo piatto raffinato, preparato con amore senza lasciare nessun dettaglio al caso. Pronti per scoprirne tutti i benefici?

Costolette di agnello in salsa di lamponi e aceto balsamico, un secondo che conquisterà tutti

La ricetta delle costolette di agnello in salsa di lamponi e aceto balsamico non è solo un secondo perfetto per gli intolleranti al lattosio, ma anche una soluzione veramente salutare proprio per via della presenza dei lamponi, considerati dei veri e propri frutti dei miracoli.

Per quale motivo? Prima di tutto perché sono ricchi di fibre, principi nutritivi che favoriscono il raggiungimento della sazietà e che, cosa ancora più importante, contribuiscono a un assorbimento più lento degli zuccheri nel sangue. Da non dimenticare è poi la presenza di sali minerali come il calcio, il potassio e il magnesio, essenziali per la disintossicazione del corpo.

Costolette agnello in salsa di lamponi e aceto balsamico4 683x1024 Costolette di agnello in salsa di lamponi e aceto balsamico: un secondo raffinatoViva l’aceto balsamico, ricchissimo di sali minerali

A rendere queste costolette di agnello in salsa di lamponi e aceto balsamico un piatto che far sì che i vostri ospiti si alzino da tavola pienamente soddisfatti ci pensa anche il secondo ingrediente principe, l’aceto balsamico appunto. Anche in questo caso, se vogliamo conoscerne i benefici più importanti, dobbiamo chiamare in causa la presenza di un alto contenuto di minerali.

Si può parlare di preciso di calcio, potassio e magnesio. Ma la caratteristica primaria di questa perla della gastronomia italiana è la straordinaria azione antiossidante, per la quale dobbiamo dire grazie ai polifenoli presenti nell’uva.

Non è fantastico pensare di omaggiare la nostra tradizione culinaria più preziosa facendo nel contempo qualcosa di positivo per la salute, ossia prevenendo le patologie tumorali? Secondo me sì! Penso anzi che sia uno degli aspetti più belli della cucina italiana, un vero trionfo di benessere che permette anche, come dimostra questo piatto, di trovare delle soluzioni adatte agli intolleranti al lattosio senza rinunciare al gusto.

Ingredienti:

  • 800 gr. costolette di agnello
  • 250 gr. di lamponi
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • qualche filo di erba cipollina
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 spicchio di aglio
  • q.b. di aceto balsamico
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Lavate velocemente sotto l’acqua corrente e asciugate con della carta assorbente i lamponi prima di passarne la metà  al setaccio. Versate la purea ottenuta sulle costolette, bagnate con il vino, unite l’aglio a fettine coprite con pellicola a lasciate marinare per un ora.

Fate dorare le costolette in poco olio e in una padella antiaderente prima di unire l’altra metà dei lamponi lasciati interi e lasciateli appassire a calore medio per qualche istante

Salate, pepate e quindi aggiungete qualche goccia di aceto balsamico poi girate la carne da ambo i lati per farla insaporire

Togliete le costolette dalla padella e tenetele in caldo fra due piatti, nel frattempo passate al setaccio il fondo di cottura.

Disponete le costolette sui piatti e bagnatela con la salsa unite qualche altra goccia di aceto balsamico e l’erba cipollina tagliuzzata, aggiungete a piacere qualche lampone fresco.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *