bg header
logo_print

Linguine con orata e cipolla caramellata, un ricetta gourmet

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Linguine con orata
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4/5 (4 Recensioni)

Pasta con linguine e orata, un primo gourmet

Tornando alla ricetta delle linguine con orata non si può che apprezzare il suo carattere gourmet. Intendiamoci, la lista degli ingredienti non stupisce e non propone chissà quale alimento esotico, piuttosto è il processo di preparazione a sorprendere, dando vita a un piatto elegante e degno dei migliori ristoranti.

Le linguine vengono saltate in padella insieme all’orata appena sbriciolata. Infine, vengono impiattate con una corposa guarnizione al pangrattato e alle cipolle caramellate. Il gusto corposo e marino dell’orata contrasta con quello dolce e acidulo delle cipolle. Il tutto viene valorizzato dalla grana irregolare e ruvida del pangrattato.

Vi consiglio di preparare le linguine con orata e cipolla caramellata nelle occasioni speciali, ossia quando volete stupire i commensali e regalare loro una vera esperienza culinaria.

Ricetta linguine con orata

Preparazione linguine con orata

  • Sbucciate la cipolla ed eliminate la parte con le radici e il “picciolo”. Tagliatela a rondelle sottili. In una casseruola versate un cucchiaio di olio evo.
  • Aggiungete le cipolle, un pizzico di sale e lo zucchero di canna. Lasciate rosolare a fuoco medio, poi aggiungete un goccio di acqua.
  • Fate cuocere fino a quando le cipolle saranno tenere e trasparenti. Aggiungete il succo di limone e fate restringere.
  • Lessate le linguine in una pentola con abbondante acqua salata. Per il tempo di cottura seguite le istruzioni riportate sulla confezione.
  • In una padella fate rosolare lo spicchio di aglio in un cucchiaio di olio. Quando l’olio sarà profumata adagiate nella padella i filetti di orata, appoggiandoli dalla parte della carne o si arricceranno.
  • Fate cuocere per qualche minuto, poi girate i filetti e fate cuocere fino a quando la pelle del pesce sarà croccante e si staccherà con facilità.
  • Eliminate, infine, la pelle e sbriciolate i filetti aiutandovi con i rebbi di una forchetta.
  • In una piccola padella versate un cucchiaio di olio e il pangrattato. Tostate per qualche minuto, salando leggermente.
  • Aggiungete anche un po’ della buccia di limone grattugiata. Scolate le linguine e versatela nella padella con l’orata.
  • Mescolate aggiungendo due cucchiai di olio e il dragoncello fresco precedentemente tritato.
  • Per la composizione del piatto: adagiate le linguine con l’orata in ogni piatto. In cima alla collinetta di pasta adagiate la cipolla caramellata al limone.
  • Cospargete il piatto con il pane grattugiato aromatico tostato e con la buccia di limone. Servite quando il piatto è ancora molto caldo. Gli intolleranti al glutine o i celiaci posso rifare la ricetta cambiando la pasta e usando la nuovissima pasta senza glutine della Molisana e un pangrattato senza glutine.

Ingredienti linguine con orata

  • 320 gr. di linguine consentite
  • 2 filetti di orata puliti senza squame e senza lische
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 grossa cipolla di Tropea
  • la buccia di un limone bio
  • il succo di mezzo limone bio o meno (a seconda dell’acidità del limone)
  • q. b. di acqua
  • 1 cucchiaio stracolmo di zucchero di canna integrale
  • q. b. di sale
  • 1 rametto di dragoncello fresco
  • 80 gr. di pangrattato
  • 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Il latte vegetale e i formaggi adatti ad una persona intollerante al lattosio

Il piatto delle linguine con orata ci da modo di aprire una piccola parentesi sul latte vegetale. Lo sapete che il latte non è solo di capra, di mucca o di pecora? Esiste una quantità incredibile di latte di origine vegetale, completamente privo di lattosio e quindi totalmente sicuro per chi è intollerante a questa sostanza. Latte di mandorle, di avena, di canapa e il più famoso latte di soia sono solo alcuni esempi di ciò che potete trovare in commercio. Perciò, non resta che cercare quello che più vi piace.

Questi alimenti sono perfetti per una persona intollerante al lattosio, sono ricchissimi di vitamine e minerali. Tuttavia, in genere non contengono naturalmente il calcio ma, in molti casi, viene aggiunto per arricchire la bevanda. Per quanto riguarda i formaggi, invece, sappiate che quelli stagionati contengono molto meno lattosio rispetto agli altri prodotti lattiero-caseari. Pertanto, in piccole quantità, possono essere tollerati dall’organismo.

Aggiungeteli alla vostra dieta perché sono una buona fonte di calcio e proteine. Esempi di formaggi stagionati a basso contenuto di lattosio sono il formaggio svizzero e i formaggi erborinati o ne è totalmente assente come il parmigiano reggiano dai 36 mesi in su. Ultimamente anche il gorgonzola è annoverato tra i formaggi senza lattosio

Linguine cn orata: altri consigli per chi è intollerante al lattosio

Se avete voglia di un dessert fresco, potreste essere in grado di tollerare bene il sorbetto al posto del classico gelato, in quanto contiene pochissimo lattosio: all’incirca 4-6 grammi, più o meno la stessa quantità di uno yogurt e la metà di una coppa di gelato. Attenzione però, a non consumare più alimenti a basso contenuto di lattosio nello stesso giorno, altrimenti rischiereste di superare il vostro limite di tollerabilità e scatenare nuovamente i sintomi.

Sappiate inoltre che una persona fortemente intollerante al lattosio che non può assolutamente avvicinarsi ai latticini, dovrebbe fare una scorpacciata di verdure a foglia verde: rabarbaro, spinaci, broccoli e cavoli sono ricchissimi di calcio. Ad esempio, una tazza di spinaci cotti ha circa 250 mg di calcio. In più, anche mangiando pesce si può aggiungere calcio alla propria dieta. In particolare, via libera al consumo di orata, branzino, dentice. sardine, tonno e salmone!

L’orata, un pesce prezioso

Il vero protagonista di queste linguine è l’orata, un pesce bianco tra i più pregiati che spicca per la tenerezza delle sue carni, per un sapore delicato e per la capacità di abbinarsi a una vasta gamma di ingredienti. Questo tipo di pesce può dare vita a piatti davvero deliziosi, conditi al massimo con un po’ di spezie.

L’orata eccelle anche dal punto di vista nutrizionale, infatti apporta appena 80 kcal e contiene solo il 3% di grassi, che sono per giunta benefici in quanto appartengono alla categoria omega tre.

L’orata è ricca di proteine (21 grammi ogni 100), come anche di fosforo e vitamina D. Il fosforo fa bene alle funzioni neurologiche, in particolare la memoria, mentre la vitamina D giova al sistema immunitario come poche altre sostanze in natura.

Quali cipolle utilizzare per le linguine con orata?

La cipolla ricopre un ruolo importante nelle linguine con orata. In virtù del processo di caramellizzazione conferisce al piatto un carattere gourmet, nonché una vivace nota agrodolce. Ovviamente dovrete fare attenzione al tipo di cipolla, la migliore per questa ricetta è a mio parere la cipolla Rossa di Tropea.

E’ una cipolla aromatica ma molto dolce, che dà il meglio di sé nelle insalate e quando viene caramellata. E’ anche la cipolla più valida dal punto di vista nutrizionale, infatti è ricca di antocianine, sostanze responsabili del colore rossastro e in grado di svolgere un’intensa funzione antiossidante. In virtù di ciò abbattono le probabilità di contrarre il cancro e rallentano l’invecchiamento cellulare.

Per il resto la cipolla Rossa di Tropea apporta gli stessi macronutrienti delle altre cipolle: vitamina C (ottima per il sistema immunitario), vitamina A (benefica per la pelle e per la vista), calcio, fosforo, ferro e magnesio. L’apporto calorico, infine, è molto basso ed è pari ad appena 30 kcal per 100 grammi.

Come abbinare le linguine con orata?

Le linguine con orata e cipolla caramellata sono un primo gourmet, elegante e gustoso, dunque meritano di essere accompagnate degnamente da un buon vino bianco. Ecco quali sono secondo me i vini più adeguati per questo tipo di piatto:

  • Vermentino di Sardegna. Vino bianco aromatico e vivace, che spicca per le note agrumate che ricordano le erbe aromatiche. E’ leggermente sapido, dunque risulta perfetto per accompagnare primi piatti di pesce leggeri. In particolare, la sua freschezza e corposità bilanciano la delicatezza dell’orata fresca.
  • Fiano di Avellino. Questo vino, eccellenza della Campania, vanta un bouquet complesso di note aromatiche, che spazia dai fiori bianchi alla pesca, dalle noci alle spezie. La sua struttura ricca e persistente lo rende adatto a piatti di pesce con condimenti complessi, caratteristiche che si rintracciano in queste linguine con orata e cipolla caramellata.
  • Soave Classico. E’ un vino originario del Veneto con un profilo delicato ma intenso, in grado di sprigionare sentori di frutta dolce, mandorla e fiori. La sua acidità vivace e la mineralità accentuata lo rendono compatibile con i primi piatti ittici più delicati e raffinati.
  • Verdicchio dei Castelli di Jesi. Questo vino delle Marche è famoso per la sua freschezza e il suo equilibrio. Propone note di mela verde, agrumi e un sublime tocco di mandorla. È versatile e si abbina bene con una vasta gamma di piatti di pesce.
  • Grecanico. E’ un vino originario della Sicilia, che si distingue per la sua vivacità e aromaticità, offrendo al palato ricche note di agrumi, pesca e fiori bianchi. Ha una leggera mineralità e una corposità tipica dei vini isolani. Il suo equilibrio tra acidità e struttura lo rende ideale per accompagnare primi piatti di pesce bianco, soprattutto quando propongono condimenti fuori dal comune (come in questo caso).

FAQ sulle linguine con orata

Che differenza c’è tra linguine e bavette?

Non c’è alcuna differenza tra le linguine e le bavette, infatti i due termini indicano lo stesso formato di pasta. Per chi non lo sapesse le linguine sono una pasta lunga, simile agli spaghetti, che presentano una sezione piatta anziché cilindrica.

Quando usare le linguine?

Le linguine vanno utilizzate soprattutto quando i condimenti sono solidi. In questo caso ho optato per dei filetti di orata passati in padella e ridotti in briciole, a cui va aggiunto un po’ di pangrattato tostato e una deliziosa cipolla caramellata.

Come cuocere le linguine?

Le linguine si cuociono come qualsiasi altro tipo di pasta, ossia in acqua bollente salata in base alle indicazioni di cottura indicate sulla confezione. Il tempo di cottura è di circa 8 minuti, ma può variare in base al processo di produzione. Se gradite la pasta al dente, scolatela 1-2 minuti prima del minutaggio riportato in confezione.

Ricette con linguine ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...

Cous cous con vongole e zucchine

Cous cous con vongole e zucchine, un piatto...

Uno sguardo alle vongole Tra i protagonisti di questo cous cous spiccano le vongole, tra i molluschi più apprezzati in quanto capaci di trasmettere delle note ittiche in un contesto di generale...

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...