bg header
logo_print

Cous cous di mare: un primo di pesce veloce che stupisce

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

cous cous di mare
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (328 Recensioni)

Cous cous di mare: come risolvere un pranzo in poco tempo!

Chi punta a preparare un ottimo cous cous di mare deve avere le idee chiare su come scegliere il pesce spada. Sono tante le domande che mi vengono poste al proposito sul blog e sui social e penso sia fondamentale rispondere. La scelta del pesce non dovrebbe mai essere sottovalutata, dal momento che possono essere importanti i rischi per la salute in caso di errori.

Come non sbagliare nella scelta del pesce spada? Prima di tutto controllando la cromia della carne e assicurandosi che sia leggermente rosata (non deve essere gialla!). Un altro aspetto da non sottovalutar riguarda l’odore, che dovrebbe essere il più delicato possibile.

Cosa fare per capire se il pesce è fresco? Basta premere leggermente un dito sulla carne e accertarsi che non rimanga l’impronta (altro consiglio da seguire per essere certi che il taglio sia di pesce spada e non di un pesce simile è acquistare solo se è esposta anche la testa).

Questo cous cous di mare ha tra gli ingredienti le acciughe, un pesce caratterizzato da proprietà benefiche molto importanti che è bene ripassare. Le acciughe sono prima di tutto ricche di vitamina A, una sostanza che ricopre un ruolo decisivo nel miglioramento dell’efficienza visiva.

Ricetta cous cous di mare

Preparazione cous cous di mare

  • Bollite 500 gr di acqua e quando comincia a bollire unite il cous cous.
  • Coprite il recipiente e, dopo 5 minuti, sgranate con una forchetta.
  • Affettate la cipolla e spezzettate le acciughe e il peperoncino.
  • Ora lavate il pesce spada, togliete la pelle e tagliate a tocchetti.
  • Unite 1 cucchiaio di olio e regolate di sale e pepe. In una padella mettete 1 cucchiaio di olio, la cipolla, le acciughe e il peperoncino. Per ultimo unite la polpa di pomodoro.
  • Lasciate cuocere 10 minuti e aggiungete il pesce spada.
  • Proseguite la cottura per circa 10 minuti aggiungendo un pochino di acqua calda se si asciuga.
  • Servite il pesce spada con il cous cous e decorate con foglioline di menta.

Ingredienti cous cous di mare

  • 250 gr. di cous cous di grano saraceno
  • 400 gr. di pesce spada
  • 250 gr. di polpa di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 4 acciughe
  • 1 peperoncino (facoltativo)
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. di sale e pepe

Cous cous di mare: Una buona idea per il pranzo o la cena

L’acciuga è uno degli ingredienti di base del cous cous di mare, questo tipo di pesce contiene dei minerali essenziali come il ferro e lo zinco, che ricopre un ruolo basilare nella risposta immunitaria alle infezioni. Le acciughe sono anche ricche di grassi omega-3, sostanze che svolgono un ruolo fondamentale quando si tratta di prevenire l’innalzamento dei livelli di colesterolo alto.

Quante acciughe bisognerebbe mangiare? Circa un paio di porzioni a settimana, che possono essere cucinate in diversi modi: al vapore, al forno o utilizzate come condimento di piatti più complessi, come per esempio una pasta o, come nel nostro caso, un cous cous.

Per i primi pranzi di primavera questa ricetta è davvero un’ottima idea! Presentandola in tavola riuscirete a soddisfare sia chi vuole tenere sotto controllo il peso, sia chi ha problemi di intolleranze alimentari.

Cous cous di mare, un piatto nutriente

Il cous cous di mare non è solo buono ma anche completo, infatti, apporta carboidrati, proteine, vitamine, sali minerali, grassi e antiossidanti nella giusta quantità. Il merito va al cous cous propriamente detto, ma anche alle acciughe e al pesce spada.

Questi ultimi ingredienti si caratterizzano per il contenuto di omega tre, che da un lato impattano sull’apporto calorico ma dall’altro giovano al cuore e alla circolazione. Stesso discorso per il fosforo, che sostiene le facoltà cognitive, e per la vitamina D, che fa bene al sistema immunitario come poche altre sostanze in natura.

Certo, acciughe e pesce spada presentano qualche differenza. Nella forma base le acciughe sono meno caloriche del pesce spada, tuttavia sono anche meno proteiche.

Come condire il cous cous

Il cous cous nella stragrande maggioranza dei casi non viene condito con grassi aggiunti, bensì con gli ingredienti che fungono da contorno, in questo caso dal pesce. Tuttavia interviene un altro componente non canonico, ma in grado di impattare positivamente sulla resa estetica del piatto e sul suo profilo organolettico: la salsa di pomodoro.

Questa viene preparata con il metodo classico, ovvero a partire da un leggero soffritto alla cipolla o allo scalogno. Questi due ingredienti sono intercambiabili, ma trasmettono note leggermente diverse. La cipolla è mediamente più pungente, invece lo scalogno è più delicato.

Potete aggiungere anche un po’ di peperoncino, che valorizza tanto la salsa di pomodoro quanto il pesce. Ovviamente decidete la quantità e la varietà in base alle esigenze e al grado di tolleranza dei vostri commensali.

Una variante gustosa ai frutti di mare

Il cous cous di mare che vi presento qui è realizzato interamente con il pesce, ma potete comunque dilettarvi con una variante altrettanto ittica e dal sapore diverso: il cous cous con i frutti di mare. In quest’ultima variante potete utilizzare cozze, vongole, gamberi etc. Ovviamente dovreste rinunciare alla salsa di pomodoro, e magari sostituirla con i pomodorini, in modo da preservare il sapore di tutti gli ingredienti.

Si tratta di una variante più complicata, se non altro perché i frutti di mare richiedono tempi di cottura diversi. Le cozze, poi, richiedono per lo più una cottura a parte, necessaria per aprire il guscio. In linea di massima i frutti di mare vanno inseriti in quest’ordine: vongole, cozze e gamberi.

Il cous cous con i frutti di mare si caratterizza per un sapore più delicato e marcatamente ittico, che conferisce al piatto un carattere gourmet. Proprio per questo vi consiglio di dargli una chance.

FAQ sul cous cous di mare

Quali sono i benefici del cous cous?

Il cous cous fa bene in quanto é molto nutriente. A prescindere dalle varianti, infatti, si configura come un piatto completo. E’ anche molto digeribile e adatto a chi soffre di problemi come il colon irritabile o la stitichezza.

Come cuocere il cous cous con pesce?

Il cous cous va cotto a parte in acqua bollente, in una quantità di acqua dal peso doppio rispetto a quello del cous cous medesimo. Intanto si prepara un soffritto di cipolle e acciughe, poi si aggiunge la salsa di pomodoro e dopo qualche minuto si integra il pesce spada. Infine si immerge il cous cous nella salsa insieme al pesce.

Cosa fare se si mette troppa acqua nel cous cous?

Se avete messo troppa acqua nel cous cous potete rimediare in due modi. Il primo consiste in un breve passaggio al forno, che consente all’acqua in più di evaporare. Il secondo consiste nell’aggiunta di pangrattato. Quest’ultimo impatterà sul sapore ma assorbirà l’acqua in eccesso.

Cosa abbinare al cous cous?

Gli abbinamenti al cous cous dipendono dagli ingredienti. Ad ogni modo, essendo di per sé un piatto molto ricco, può essere abbinato con un secondo leggero, magari con pesce ai ferri o alla griglia. In questo caso può andare bene un’orata al cartoccio o un pesce spada ai ferri.

Ricette di mare ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (328 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Risotto alla malva

Risotto alla malva, un primo piatto aromatico e...

Quale riso scegliere? Per quanto concerne il risotto alla malva vi consiglio di andare sul sicuro utilizzando il riso Carnaroli. E’ la varietà più comunemente usata per il risotto, in quanto è...

Shirataki con verdure e salsa teriyaki

Shirataki con verdure e salsa teriyaki, un piatto...

Cosa sapere sugli shirataki I protagonisti di questa ricetta sono gli shirataki, un tipo di pasta molto consumato in Giappone ma considerata una rarità dalle nostre parti. Gli shirataki si...

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...