Olio aromatizzato allo scalogno, c’è ma non si vede

olio aromatizzato allo scalogno
Commenti: 0 - Stampa

Per un retrogusto intrigante c’è l’ olio aromatizzato allo scalogno

Anche se l’olio extravergine di oliva è già molto buono, aromatizzato può essere ancora più utile per insaporire i nostri piatti. Sicuramente avrete assaggiato l’olio al peperoncino, provate anche l’olio aromatizzato allo scalogno, sarà una gradevole sorpresa!

L’olio aromatizzato allo scalogno è molto semplice prepararlo in casa, l’unica accortezza che dovrete avere, è quella di utilizzare sempre un olio extravergine d’oliva di qualità.

Detto ciò, tutto il resto sarà un gioco da ragazzi e vi basterà un filo d’olio aromatizzato allo scalogno per insaporire qualsiasi piatto: è un aroma che c’è, ma che non si vede!

In più, sigillandolo, potrete conservarlo in un luogo asciutto anche per molto tempo!

Olio extravergine d’oliva, il protagonista della dieta mediterranea

Qual è l’ingrediente che più caratterizza la cucina mediterranea? Non i pomodori, non la frutta, non la verdura, bensì l’olio extra vergine di oliva!

Un composto eccezionale, non solo perché ha origini antiche, ma anche per le sue proprietà nutrizionali invidiabili. L’olio d’oliva è un grasso monoinsaturo, composto quasi interamente da trigliceridi.

Ricavato dalla prima spremitura delle olive, l’olio d’oliva, è un prodotto sopraffino e preziosissimo, ricco di antiossidanti come fenoli, clorofilla, e vitamine A ed E, importanti per contrastare la decalcificazione delle ossa. Inoltre, aiuta a contrastare le infezioni durante l’infanzia.

Come se non bastasse, grazie ai fitosteroli, svolge un’azione antinfiammatoria, è anche efficace per prevenire disturbi delle arterie e del cuore, dato che abbassa il livello di colesterolo del sangue.

Abbiamo già accennato al fatto che fosse adoperato in passato: in Grecia era usanza porre sul capo del vincitore delle Olimpiadi una corona d’ulivo e, come premio, erano offerte anfore d’olio. Insomma, l’olio extravergine d’oliva è un prodotto unico.

olio aromatizzato allo scalogno

Per un sentore irresistibile usate lo scalogno

L’olio aromatizzato allo scalogno, è un ottimo espediente per rendere più interessanti piatti e ricette semplici, conferisce loro un sentore particolare che non può che conquistare tutti.

Lo scalogno, parente sia dell’aglio che della cipolla, ha un sapore più forte della cipolla, ma meno pungente dell’aglio.

È costituito prevalentemente d’acqua, ma è ricco di sostanze nutritive indispensabili per il nostro organismo, come acido folico (molto indicato per le donne in dolce attesa) e sali minerali come iodio, zolfo (per la salute dei capelli e delle unghie), silicio (per combattere l’osteoporosi), zinco e selenio (che contrasta l’azione dei radicali liberi).

Flavonoidi e fenoli sono solo alcuni degli antiossidanti presenti nello scalogno, altri enzimi degni di nota sono gli antociani, che proteggono il sistema cardiovascolare e migliorano la circolazione sanguigna.

Ingredienti per una bottiglietta

  • 40 ml. di olio extravergine di oliva
  • 200 gr. di scalogno

Preparazione

Per preparare l’olio aromatizzato allo scalogno, sbucciate lo scalogno, tagliatelo a julienne e versatelo in un sifone.

Riempite con l’olio e caricate con il gas, dunque lasciate in infusione per 2 ore circa.

Trascorso il tempo necessario, scaricate il gas dal sifone, filtrate l’olio aromatizzato allo scalogno e conservatelo in frigorifero.

Facilissimo, vero?

5/5 (463 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata con radicchio e pesce spada

Insalata con radicchio e pesce spada, davvero proteica

Insalata con radicchio e pesce spada, un contorno colorato e nutriente L’insalata con radicchio rosso e pesce spada non è la classica insalata. D’altronde, la lista degli ingredienti spicca per...

Bollicine con spuma di frutta frizzante

Bollicine con spuma di frutta frizzante, fresco aperitivo

Bollicine con spuma di frutta frizzante, gustoso e fresco Le bollicine con spuma di frutta frizzante rappresentano un’ottima idea per un aperitivo diverso dal solito, una bevanda fresca, colorata...

Crostino di panettone con crema

Crostino di panettone con crema di mascarpone

Il panettone e l'usanza milanese di San Biagio Questa ricetta rievoca una delle feste tipiche di Milano, che molti di voi non conoscono. Sto parlando della festa di San Biagio, che cade il 3...

Olio aromatizzato alle arance

Olio aromatizzato alle arance, un condimento agrumato

Olio aromatizzato alle arance, un condimento davvero speciale L’Olio aromatizzato alle arance è un condimento davvero particolare in grado di stuzzicare il palato. Rappresenta una gradevole...

Pesche con spuma di cioccolato

Pesche con spuma di cioccolato, un abbinamento unico

Pesche con spuma di cioccolato bianco e lime, top Le pesche con spuma di cioccolato bianco e lime sono un dessert molto bello da vedere e buono da gustare. Inoltre è semplice da realizzare,...

nitro al caffe

Nitro al caffè con spuma al pistacchio, un...

Nitro al caffè con spuma al pistacchio, un’idea davvero geniale Il Nitro al caffè con spuma al pistacchio è un dessert delizioso, ideato di recente dal famoso chef milanese Danilo Angè. E’...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


02-09-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti