L’importanza della prima colazione: il pasto più importante.

L’importanza della prima colazione non è un segreto: diversi studi scientifici la ritengono fondamentale per la corretta alimentazione di grandi e piccini.

Al tempo stesso è anche risaputo che molte persone non consumano una colazione adeguata per diversi motivi legati alla

  • mancanza di tempo
  • difficoltà di riuscire a mangiare appena svegli
  • cattive abitudini maturate nel tempo

Rivedere la colazione all’italiana? Si può

In Italia se si pensa alla prima colazione le immagini che appaiono nella nostra mente sono piene di brioche, torte, biscotti, fette con la marmellata, cappuccini e te, insomma tendenzialmente legate ai sapori dolci. In molti altri paesi invece non è così, si consumano prevalentemente cibi salati oppure un mix tra dolce e salato.

Un’idea quindi per coloro che non fanno una colazione adeguata perché non amano i dolci è quello di pensare questo pasto come se fosse una sorta di pranzo, ovvero unendo salato, dolce e frutta.

Possiamo per esempio iniziare la nostra giornata con uova strapazzate e pancetta, omelette, uova in camicia, salsiccia o wurstel, toast o panini con affettati e formaggio, seguiti poi da un frutto fresco a scelta (possibilmente di stagione), una manciata di frutta secca mista, un dolce che può essere una fetta di torta o crostata, una brioche o qualche biscotto e concludere con un caffè, una tazza di the o una spremuta.

In definitiva via libera alla rottura degli schemi, purché la colazione non venga mai saltata.

Alternative? Quante ne vuoi

Le alternative sono tantissime come anche le combinazioni possibili, dobbiamo semplicemente essere noi a scegliere l’accostamento di sapori che preferiamo. Questo tipo di colazione è adatto ad adulti ma anche a bambini che così facendo non corrono il rischio di imbottirsi di brioche e merendine industriali e cariche eccessivamente di zuccheri e conservanti.

Prendiamo come esempio una colazione composta da omelette, toast integrale con prosciutto e formaggio, un bel bicchiere d’acqua, mela, una manciata di noci e mandorle, una brioche liscia o farcita ed infine una spremuta d’arancia.

Conoscendo le regole base della prima colazione, questa si può definire completa. Troviamo infatti l’apporto proteico proveniente dalle uova , dal formaggio e dal prosciutto, il reintegro degli zuccheri dato dall’assunzione di carboidrati complessi presenti nel pane dei toast e nella brioche, l’apporto energetico e di fibre dato dalla frutta fresca e secca ed infine l’assunzione di liquidi quali acqua e spremuta utili a fronteggiare la disidratazione notturna.

In questo articolo vi abbiamo dato qualche idea per una colazione completa e mista, ora pensate voi agli abbinamenti che più vi piacciono e variateli di giorno in giorno, di sicuro questo pasto non vi sembrerà più noioso e monotono.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *