Insalata di peperoni, cetrioli e lattuga per la tua linea

Insalata peperoni, cetrioli e lattuga
Commenti: 0 - Stampa

Insalata di peperoni, cetrioli e lattuga per la tua linea. La stagione dei peperoni va da aprile a ottobre. I colori festosi che raggiunge a piena maturazione (rosso o giallo, ma è commestibile anche quando è ancora verde) ne fanno un tipico vegetale estivo. Le pianticelle, annuali, producono le grosse bacche vuote rotondeggianti, squadrate o a punta.

I peperoni: come sceglierli e trattarli

I peperoni verdi e rossi si prestano a essere cotti, i peperoni gialli danno ottimi risultati alla griglia. Al momento dell’acquisto, tutti devono avere la buccia lucida e tesa, priva di macchie.

Si conservano in frìgorifero; i peperoni possono restare per non più di due settimane. E possibile surgelarli, a falde. Non occorre scottarli. Si possono anche mettere sott’ olio o sott’aceto (particolarmente indicato allo scopo il tipo verde, piccolo e appuntito) o usarli per preparare salse tipo ketchup.

E’ In assoluto è il vegetale più ricco di vitamina C; è ottimo crudo (in insalata, pinzimonio, bagna cauda) e cotto. Notevoli anche i contenuti di vitamina A, potassio, fosforo e calcio. Anche il tipo dolce contiene un piccolo quantitativo di capsaicina, sostanza aromatica che conferisce il sapore più o meno piccante (presente in dosi massicce nel peperoncino) e che può stimolare l’appetito e aumentare le secrezioni gastriche, ma anche (specialmente dove esistono problemi a livello gastro-intestinale) provocare irritazione.

Insalata di peperoni, cetrioli e lattuga

Un trucco casalingo per rendere i peperoni più digeribili consiste nel cucinarli con pezzi di mela.

Se, per questa ricetta dell’insalata di peperoni e cetrioli, li volete tagliati a listarelle, i peperoni si riducono prima in quarti, eliminando picciolo, costole interne e semi. Se vanno cotti ripieni, si taglierà la calotta superiore asportando insieme picciolo e semi e privandoli delle costole. Se occorre eliminare la pelle, la si può asportare bruciandola sulla fiamma o in forno, poi avvolgendo il peperone con carta da cucina.

Anche i peperoni servono come primo (ripieni), per sughi e risotti, insalate e contorni. La peperonata è, inoltre, l’accompagnamento ideale per carni arrosto o alla griglia.

Ed ecco la ricetta dell’ Insalata peperoni, cetrioli e lattuga

Ingredienti per 4 persone

Per l’insalata

  • 1 ceppo di lattuga,  1 cetriolo e 1 peperone rosso
  • 12 olive taggiasche + 12 olive verdi

per la citronette

  • 1 cucchiaio olio extra vergine di oliva
  • 2 cucchiai succo di limone
  • q.b. sale e pepe

Preparazione

Lavate e asciugate l’insalata, mettetela in una insalatiera.
Sbucciate il cetriolo, tagliatelo a fettine sottili, e poi mettetele in un contenitore sul cui fondo sia stato appoggiato un piattino rovesciato.

Salate, mescolate e fatele riposare per almeno mezz’ora. Trascorso questo tempo togliete il cetriolo lasciando nel contenitore il liquido che si sarà formato sul fondo ne aggiungetele all’insalata.

Lavate il peperone sotto l’acqua corrente, asciugatelo, con un coltellino affilato togliete il picciolo, svuotatelo dei semi, eliminate i filamenti bianchi, tagliatelo sottilmente e aggiungetelo all’insalata. Nella stessa ciotola mettete anche le olive. Sciogliete un pizzico di sale nel succo di limone.

Poi aggiungete l’olio, un pizzico di pepe, sbatteteli con un frustino fino a che non saranno bene emulsionati. Con la citronette condite l’insalata e mettete in tavola.

5/5 (465 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-11-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di mele e sedano

Insalata di mele e sedano, una meraviglia agrodolce

Insalata di mele e sedano, l’abbinamento che non ti aspetti L’insalata di mele e sedano si inserisce sul solco delle insalate “agrodolci”, che si caratterizzano per degli abbinamenti...

insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini

Insalata di riso rosso con cannellini, un piatto...

Insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini, un pasto completo e veloce L’insalata di riso rosso con mozzarella e cannellini è un’insalata di riso che si discosta da quelle tradizionali....

Insalata di ananas e gamberi

Insalata di ananas e gamberi, un pasto completo

Insalata di ananas e gamberi, un piatto dagli ottimi ingredienti L’insalata di ananas e gamberi è un piatto squisito, leggero e completo. Lo considero un po’ la mia salvezza, in quanto fa parte...

Insalata di riso con verdure e menta

Insalata di riso con verdure e menta, un...

Insalata di riso con verdure, un’alternativa alla classica insalata di riso L’insalata di riso con verdure, più che una pietanza, è un invito alla creatività. Proprio per questo, vi propongo...

Insalata di pasta con melanzane grigliate

Insalata di pasta con melanzane grigliate, un piatto...

Una lista di ingredienti ben ponderata L’insalata di pasta con melanzane grigliate e hummus di ceci è un piatto tipicamente estivo, per quanto apprezzabile anche in altri periodi dell’anno....

Insalata di zucchine crude

Insalata di zucchine crude, un’idea singolare e squisita

Insalata di zucchine crude, un contorno sfizioso La ricetta dell’insalata di zucchine crude è una ricetta sui generis, anche perché è realizzata con le zucchine “al naturale”, non...

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti