Voglia di dolci? Ecco un goloso pudding con bacche di acai!

Tempo di preparazione:

Le principali caratteristiche del pudding con bacche di acai

Volete provare un dessert o una colazione genuina e deliziosa, ma anche una nuova ricetta? Bene, se avete risposto di sì, certamente il pudding con bacche di acai è un’ottima scelta. Si tratta di un gustoso budino e di un dolce al cucchiaio capace di lasciare a bocca aperta anche i più scettici. È facile da preparare e versatile, è adatto per ogni situazione e può essere offerto sia agli adulti che ai bambini. Si prepara con pochi ingredienti, quali la bevanda di mandorla, i semi di chia, la vaniglia, lo sciroppo d’acero, una manciata di nocciole e, per l’appunto, le bacche di acai.

Poche persone conoscono il sapore di questi piccoli frutti… E se anche voi non li avete mai assaggiati, vi assicuro che non ve ne pentirete! Il pudding con bacche di acai è un dessert senza lattosio, dotato di numerose proprietà organolettiche, ma anche nutrizionali. Prima di prepararlo, andiamo a scoprirne qualcosa in più! Ci sono tante buone ragioni per portarlo in tavola…

Alla scoperta delle portentose bacche di acai

Queste bacche vengono considerate il frutto più nutriente di tutta l’Amazzonia e, sicuramente, ci sarà un motivo… anzi, più di uno! Sono il frutto della pianta Euterpe oleracea, appartenente alla famiglia delle Arecaceae, e attualmente le possiamo trovare facilmente nei supermercati, online e nei negozi che si occupano della vendita di prodotti biologici. Sono composte prevalentemente da acqua e donano al nostro pudding con bacche di acai un notevole apporto di fibre, vitamina C e potassio.

Secondo i nutrizionisti, questi piccoli frutti sono ottimi per coloro che desiderano perdere peso o tenere sotto controllo la linea, in quanto sono capaci di ridurre notevolmente la sensazione di fame e possono favorire la regolarità intestinale e l’eliminazione dei liquidi in eccesso e delle tossine accumulate nel corpo. Questi protagonisti del pudding con bacche di acai sono carichi di antiossidanti, offrono all’organismo una potente azione antinfiammatoria e aiutano a ridurre il colesterolo e ad alleviare lo stress!

Il pudding con bacche di acai ci propone persino le potenzialità dei semi di chia…

Prima di passare alla preparazione del dessert di oggi, è utile parlare un po’ dei semi di chia, provenienti dalla pianta Salvia hispanica, originaria del Sud America. Il nome “chia” deriva da un termine usato dai Maya, il cui significato è “forza”. Questa definizione la dice lunga, non siete d’accordo? Con il tempo, le ricerche hanno dimostrato che l’antico popolo aveva ragione. Infatti, grazie a questo ingrediente, il nostro pudding con bacche di acai può diventare ancor più energetico e nutriente.

pudding con bacche di acai

I semi di chia sono un superfood che sta diventando sempre più popolare, nonché parte integrante di numerose ricette, sia dolci che salate. Sono ipocalorici, ma comunque ricchi di fibre, proteine e omega 3. Offrono un buon apporto di calcio, manganese, magnesio, fosforo, zinco, potassio e di alcune vitamine del gruppo B. Inutile dire che questi nutrienti andranno a finire dritti nel pudding con bacche di acai che stiamo per preparare… Pertanto, cosa stiamo aspettando? Mettiamoci all’opera!

Ingredienti per 4 persone

  • 250 ml di bevanda di mandorla
  • 20 gr di macinato di bacche di acai
  • 30 gr di semi di chia
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • 10 gr di sciroppo d’acero
  • 1 manciata di nocciole

Preparazione

In una terrina mescolate il latte con i semi di chia, il macinato di bacche di acai e la vaniglia. Successivamente, fate riposare per circa due ore in modo che i semi di chia possano formare una mucillaggine densa.

Dopodiché, unite al composto lo sciroppo d’acero e mescolate accuratamente. Dopo averlo diviso in 4 parti, mettetelo in dei vasetti.

Servite guarnendo con le nocciole tritate e decorando a piacere con i frutti di bosco.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *