bg header
logo_print

Hamburger e peperoni, un abbinamento eccezionale

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Hamburger e peperoni
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.9/5 (9 Recensioni)

Hamburger e peperoni, un secondo piatto semplice, ma davvero squisito. Amo i peperoni ed ho sentito l’esigenza di preparare questa ricetta rapidissima e deliziosa. Tant’è che quando l’ho proposta, i piatti sono stati “spazzolati”  in un attimo.

Uno dei punti di forza di questa pietanza è il fatto che servono pochissimi ingredienti, solo l’essenziale e senza fronzoli. Sono sufficienti degli ottimi hamburger di chianina, dei peperoni e 2 spicchi d’aglio. In questo caso ho optato per una buona chianina, ideale per gli hamburger. Tutti sanno che questa tipologia di carne derivata attraverso una razza bovina autoctona dell’Italia centrale, che sta conoscendo una fase di grande notorietà anche all’estero.

Ricetta hamburger e peperoni

Preparazione hamburger e peperoni

Per preparare gli hamburger e peperoni, iniziate proprio da questi ultimi. Arrostiteli per una decina di minuti in forno. Prelevateli e lasciateli raffreddare un po’, poi  eliminate la pellicina bruciacchiata, passando sulla superficie un panno umido. Infine privateli dei semi, dei filamenti interni e tagliateli a strisce.

Ora passate in padella le striscioline di peperoni con dell’olio e due spicchi di aglio affettati (oppure interi e schiacciati), che poi toglierete. Intanto fate cuocere i quattro hamburger sulla griglia. Al termine della cottura, disponeteli su un piatto caldo, aggiungete qualche pizzico di sale e copriteli con le striscioline di peperoni e con il loro sughetto.

Ingredienti hamburger e peperoni

  • 6 hamburger di Chianina
  • 3 peperoni rossi e gialli
  • 2 spicchi di aglio
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale pepe (omettere per gli intolleranti al nichel).

Hamburger e peperoni, un’idea che salva la serata

Hamburger e peperoni è uno dei secondi piatti che valorizza il concetto stesso di hamburger, interpretandolo in una chiave più leggera. In primo luogo perché è un piatto senza pane, sicché può essere considerato come un vero e proprio secondo. Inoltre perché non viene condito con formaggi e salse, bensì con dei peperoni preparati ad hoc.

Certo, nessuno vi vieta di accompagnare l’hamburger con del pane. Se soffrite di celiachia o sensibilità al glutine, abbiate cura però di scegliere un pane che non sia solo gluten-free, ma anche compatibile con la preparazione. A mio parere è molto indicato un pane rustico, come può essere quello di grano saraceno, tuttavia anche il pane di fonio può rappresentare un’eccellente soluzione. Per quanto concerne le salse, le reputo superflue, anzi controproducenti vista l’impostazione della ricetta, che si basa quasi interamente sui peperoni.

Che differenza c’è tra peperoni rossi e gialli?

La ricetta degli hamburger e peperoni suggerisce l’uso dei peperoni rossi e dei peperoni gialli. Quale differenza intercorre tra le due tipologie oltre al colore? La texture e le proprietà nutrizionali dei due tipi di peperoni sono diversi. In genere, il peperone rosso ha un sapore zuccherino e una consistenza croccante. I peperoni gialli, invece, presentano un sapore più spiccato e a tratti aromatico, inoltre hanno una consistenza più morbida. A seguito della cottura, i peperoni gialli liberano anche una certa quantità di succo. Sul piano nutrizionale le differenze corrispondono alle sostanze che generano un impatto benefico sull’organismo. I peperoni rossi contengono più licopene e luteina, i peperoni gialli contengono invece più betacarotene.

Tutte e tre le sostanze svolgono una funzione antiossidante, dunque aiutano a prevenire il cancro. In aggiunta, però, il betacarotene favorisce l’assorbimento della vitamina A, che fa bene agli occhi e non solo. Per il resto, tanto i peperoni rossi quanto quelli gialli contengono buone dosi di vitamina C, quasi a livello degli agrumi. La vitamina C non si limita a sostenere il sistema immunitario, ma aiuta il corpo nell’assorbimento del ferro. Stesso discorso per il potassio, che gioca un ruolo importante nella circolazione del sangue. Infine, l’apporto calorico dei peperoni è basso, pari a 20 kcal per 100 grammi. I peperoni quindi non sono pesanti, questo pregiudizio deriva dai metodi di cottura utilizzati, che coinvolgono molti grassi. Infine, i peperoni sono digeribili se vengono spellati prima del loro utilizzo.

Hamburger e peperoni

Quali aromi usare per gli hamburger e peperoni?

Come già accennato, tra i punti di forza di questi hamburger e peperoni spicca la leggerezza. Il merito va anche alla scelta degli aromi e dei condimenti, giusto un po’ di olio extravergine d’oliva e di aglio. L’aglio, dopo aver ceduto i suoi sentori, andrebbe tolto, ma nessuno vi vieta di conservarlo se desiderate sentori più forti e pungenti. Molti storceranno il naso alla presenza dell’aglio. Il celebre bulbo, infatti, non gode di buona fama presso i più salutisti o verso chi teme i suoi effetti indesiderati sull’alito. Certo, l’uso intensivo di aglio ha i suoi svantaggi, ma in questo caso se ne utilizzano solo due spicchi.

Inoltre, vanno sottolineate le sue proprietà nutrizionali dell’aglio, che non sono affatto trascurabili. L’aglio, infatti, contiene molte vitamine del gruppo B (che fanno bene alla tiroide), zinco, magnesio, selenio e potassio. In genere il consumo (moderato) di aglio aiuta a prevenire il diabete, la colesterolemia elevata e i problemi cardiaci. Tra l’altro, impatta anche sulla pressione sanguigna, regolarizzandola su alcuni organi specifici, come fegato e vescica.

Come preparare i peperoni?

La ricetta degli hamburger e peperoni riserva un trattamento speciale ai peperoni. La prima fase della preparazione si pone lo scopo di precuocerli e di favorire la rimozione della buccia. In estrema sintesi, i peperoni vanno arrostiti al forno a temperatura non troppo elevata per una decina di minuti, fino a quando non compaiono le prime bruciacchiature. Poi vanno spellati, un’operazione davvero semplice a questo punto, basta passare sopra la loro superficie un panno umido. Infine si eliminano i filamenti, i semini e si tagliano a striscioline. La seconda fase prevede la cottura vera e propria in padella insieme all’olio e all’aglio. I peperoni, infine, vengono posti sull’hamburger appena cotto alla griglia, quasi come decorazione.

Esistono molti modi per spellare i peperoni, arrostirli è uno di questi. In alternativa è possibile utilizzare un pelapatate, che permette di eliminare la buccia da crudi. Un metodo molto rapido vede come protagonista la griglia, molto indicata in caso di barbecue. In questo caso si pongono per qualche minuto i peperoni sulla griglia, poi vengono raccolti in un sacchetto per alimenti e si attende una decina di minuti. Il calore e il vapore ristagneranno all’interno e renderanno la buccia molto più morbida e facile da togliere. Discorso simile per il microonde, in questo caso basta cuocerli per 15 minuti alla potenza massima, in modo che la pelle si sollevi e sia pronta alla rimozione.

Ricette hamburger ne abbiamo? Certo che si!

4.9/5 (9 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Hamburger di verdure grigliate

Hamburger di verdure grigliate, un’alternativa vegetariana

Quali verdure usare per questo tipo di hamburger? L’hamburger di verdure grigliate si basa proprio su questi ultimi ingredienti per dare vita ad un secondo piatto davvero gustoso. Quali verdure è...

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...