Cheesecake al Vov con amarene , ottimo dessert

cheesecake con amarene
Commenti: 0 - Stampa

Oggi per dessert prepariamo la Cheesecake al Vov con amarene . Esistono dei piatti che non colpiscono solo per i loro sapori e per i loro profumi. A volte il loro impatto è sensazionale perché sono in grado di mettere insieme tanti di quei colori da lasciare senza fiato.

Non potete perdervi la Cheesecake al Vov con amarene

E’ proprio quello che accade in presenza di un dolce squisito e variegato quale si presenta un cheescake che … non è un semplice cheescake. Si, perché quando ai semplici, classici suoi ingredienti vanno ad aggiungersi ciliegie e VOV le cose cambiano sensibilmente.

E’ proprio quello che accade in presenza del cheescake al VOV ed amarene: solo chi l’ha provato sa realmente di cosa stiamo parlando.Ho deciso di dedicare questa ricetta al Vov, il famoso liquore all’uovo che credo conoscete tutti quanti…vero???

Cheesecake al Vov con amarene nel barattolo

Cheesecake al Vov con amarene: un dolce alternativo

La presenza di formaggio nei dolci rappresenta, negli ultimi tempi, una delle più grandi conquiste in campo culinario: in tutta Europa è diffuso in maniera capillare l’utilizzo del formaggio come ingrediente principe di moltissime preparazioni, sia dolci che salate.

La decalcificazione ossea è, uno dei più comuni problemi nella popolazione over 60.Ebbene, consumare una delizia che sia al contempo in grado di arrecare un valido apporto di calcio non rappresenta certo un sacrificio.

E se, a questo, va ad aggiungersi il prezioso contributo delle amarene, note sin dall’antichità per le loro proprietà terapeutiche, i benefici si fanno ancora più notevoli.

Le amarene non a caso hanno da sempre costellato le ricette dei più gustosi dolci che la cucina italiana abbia mai generato: crostate, marmellate, biscottini ripieni ed, oggi, anche cheesecake.

Una presenza così costante non è certo casuale: il loro sapore agro-dolce è in grado di conferire quel tocco in più che, in ogni piatto, si rivela magico in cucina.

Ma non è solo questa, sia pur nobile, causa a giustificare una presenza così assidua: le amarene rappresentano infatti una validissima fonte di antociani, sostanze antiossidanti che si rivelano lodevolmente in grado di contrastare l’invecchiamento cellulare.

Le amarene sono inoltre in grado di regolarizzare l’attività del sistema cardiovascolare ed agire in contrasto con tossine e scorie presenti nel nostro organismo.

Il dolcetto perfetto per un gustoso dopocena

Nessuno mai potrebbe pensare che un dolce così squisito possa altresì conciliare il sonno.

In effetti le amarene contengono melatonina, sostanza naturale in grado di favorire il riposo notturno, in particolare per quanto attiene alla sua durata: questa sua caratteristica ne fa uno dei frutti più ricercati, non solo dai bambini, che in esse ravvisano dei frutti simpatici e singolari, e per di più gustosissimi, ma anche dagli adulti.

Ma, a ben vedere, non sono solo le amarene a conferire a questo dolcetto queste singolari proprietà: il VOV, la deliziosa crema di liquore all’uovo, delicatissima e semplice anche da fare in casa, consente di vivere delle notti più tranquille, cosa che, di questi tempi caratterizzati da ansia e stress, è più che auspicabile, specie negli anziani ai quali, purtroppo, spesso l’insonnia è associata a dolori cronici e problemi cognitivi.

Ed ecco la ricetta della Cheesecake al Vov con amarene

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 250 gr mascarpone,
  • 100 gr formaggio cremoso Exquisa,
  • 100 gr zucchero a velo consentito,
  • 2 bicchierini VOV,
  • 100 gr panna fresca di latte,
  • 4 cucchiai amarene,
  • 80 gr biscotti digestive consentiti,
  • 40 gr burro chiarificato,
  • 1 cucchiaio cacao,
  • 1 cucchiaio zucchero di canna

Preparazione

Tritate i biscotti con lo zucchero di canna ed il cacao e aggiungete il burro fuso.

Sistemate la base di biscotti, aiutandovi con un cucchiaio, sul fondo dei barattoli e lasciate raffreddare in frigo 10 minuti circa. Montate la panna fresca, lavorate il mascarpone con il formaggio, lo zucchero ed il VOV.

Aggiungere la panna montata con l’aiuto di una spatola e con una sac a poche riempite i barattoli fino al bordo.

Decorate con amarene sciroppate e con Digestive sbriciolati e mettete in frigo almeno 1 ora prima di servire.

5/5 (413 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Charlotte con crema di castagne

Charlotte con crema di castagne, una deliziosa scoperta

Charlotte con crema di castagne, sapori d’autunno Oggi vi presento la charlotte di castagne (o meglio con crema di castagne), una torta davvero speciale e in grado di conquistare occhi e palato....

budino sbagliato

Il budino sbagliato di Carlo Cracco per stupire...

Il budino sbagliato, quando la creatività incontra la tradizione Il budino sbagliato è una ricetta di Carlo Cracco, il famoso chef stellato ha deciso di interpretare liberamente la ricetta del...

Victoria sponge cake

Victoria sponge cake, un’idea per la Festa dei...

Victoria sponge cake, una delizia della pasticceria anglosassone La Victoria Sponge Cake, come suggerisce il nome, è una specialità della pasticceria inglese. E' conosciuta anche come Victoria...

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco,...

Torta fredda con Skyr, una variante sui generis della cheesecake La torta fredda con Skyr e frutti di bosco può essere considerata come l’evoluzione della cheesecake. Il procedimento è simile,...

Parrozzo

Il parrozzo, uno golosissimo dolce abruzzese

Il parrozzo, un dolce al cioccolato fuori dall’ordinario. Il parrozzo, detto anche pane rozzo, è un dolce tipico della cucina abruzzese che vanta una lunga tradizione. E’ stato inventato agli...

Torta al pandan

Torta al pandan, un magnifico dessert colorato

Torta al pandan, un’idea per una merenda fuori dal comune La torta al pandan, o pandan cake, è un dolce che rende molto sul piano estetico. Lo potete notare dalla foto, infatti si distingue per...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-09-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti